Domenica, 11 Gennaio 2015 21:01

La vita che ti diedi - Teatro Carcano (Milano)

È una tragedia di Pirandello, scritta nel 1923, quella che Marco Bernardi, il regista, Patrizia Milani e Carlo Simoni propongono al pubblico del Teatro Carcano di Milano da mercoledì 7 a domenica 18 gennaio in una produzione del Teatro Stabile di Bolzano. Una di quelle meno visitate, un po’ scivolose, in bilico tra realtà e follia, proprio come la scena di Gisbert Jaekel, che appare inclinata, in pendenza, quasi un piano di un flipper beffardo, dove la follia è l’unica risposta al grande dolore di una madre che perde il proprio figlio ritornato dopo una lunga assenza di sette anni, solo per morire a casa. La morte come vera vita, contrapposta alla vita dei vivi che appaiono come poveri morti affaccendati.

Il Teatro Quirino, per esorcizzare i morsi della crisi, la cupezza delle prospettive, la cappa di pessimismo incombente, propone nella stagione 2014/2015 una miscela perfettamente calibrata di grandi Compagnie, eventi musicali, comicità scatenata, l'omaggio ai nostri grandi attori, agli autori certi e consacrati, una drammaticità viva e mai banale, un'attenta riflessione e rivisitazioni dei testi classici. Lasciatevi tentare...

Mercoledì, 07 Maggio 2014 18:13

Il malato immaginario - Teatro Eliseo (Roma)

Dal 6 al 25 maggio. Paolo Bonacelli ci darà certamente molte altre opportunità di godere della sua bravura e della sua trascinante e bonaria simpatia, ma intanto non perdiamoci neppure una parola, un movimento, un sorriso, un gesto di questo suo Argante, protagonista de Il malato immaginario di Molière nell'allestimento dello Stabile di Bolzano che ha superato le 170 repliche.

Paolo Bonacelli, Patrizia Milani e Carlo Simoni saranno in scena al Teatro Eliseo dal 6 al 25 maggio 2014: in "Il malato immaginario" di Molière. Traduzione Angelo Dallagiacoma. Regia Marco Bernardi; e con Gaia Insenga, Fabrizio Martorelli, Massimo Nicolini, Maurizio Ranieri, Giovanna Rossi, Libero Sansavini, Roberto Tesconi, Riccardo Zini.

Sabato, 23 Febbraio 2013 11:23

Spettri - Teatro Vittoria (Roma)

Dal 19 febbraio al 3 marzo. Una casa attanagliata da un buio perenne, buio che è essenza, buio che è velo, fosco incantesimo che come catena possente stringe e costringe l’esistenza. Una madre e un figlio separati dall’illusione della salvezza. Un destino impietoso che perpetua, attraverso il suo ritorno, il seme del dolore, del tormento, della morte. Sono gli spettri, gli insaziabili spettri che tornano dalle profondità del tempo per rivivere, immolare innocenti attraverso l’eredità del sangue, come una nemesi ineluttabile e spietata, senza perdono, senza redenzione. Il capolavoro di Ibsen rivive grazie all’affascinante, suggestiva regia di Cristina Pezzoli e all’alta interpretazione di un gruppo di attori di prim’ordine, tra cui spicca, empatica e struggente, un’immensa Patrizia Milani.

Il malato immaginario

Dal 7 al 19 dicembre. Argante, l’ipocondriaco più celebre della drammaturgia europea torna in scena al Teatro Quirino di Roma assediato da un nugolo di servette impertinenti, dottori ciarlatani, mogli fedifraghe, notai avvoltoi e figlie appassionate. La rilettura de “Il malato immaginario”, ultima brillante commedia firmata da Molière dalla forte valenza autobiografica, proposta dal Teatro Stabile di Bolzano, travolge lo spettatore grazie alla dinamica e trascinante regia di Marco Bernardi e alle straripanti interpretazioni di Paolo Bonacelli e Patrizia Milani. Tra le medicine, i salassi e gli sciroppi ingurgitati senza sosta dal protagonista, sono assicurate due ore di buonumore, risate e scoppiettanti disavventure, vero e proprio balsamo medicamentoso per lo spirito.

TOP