Il Teatro Quirino presenta, con vivido orgoglio e tutto l'entusiasmo di riaprire nuovamente il sipario, la sua stagione dei 150 anni. Anticipata tra settembre ed ottobre da un "prologo" all'insegna di ricerca, nuova drammaturgia, musica e grande prosa, la stagione ufficiale prenderà il via a inizio novembre: venti spettacoli con la drammaturgia più ricercata ed i protagonisti più amati dal pubblico, pronti a festeggiare assieme questo importante compleanno!

Dal 3 al 13 marzo. Raccontare 37 opere in 90 minuti è la sfida teatrale che vede impegnati Nino Formicola e Alessandro Benvenuti al Teatro Vittoria di Roma. In “Tutto Shakespeare in 90 minuti” l’opera completa del grande drammaturgo inglese diventa un unico, dissacrante, divertente e distorto racconto in cui all'umorismo talvolta fin troppo facile sopperiscono la bravura degli interpreti e diversi spunti originali.

L'anno volge al termine e, come ormai da tradizione, la Redazione Teatro di SaltinAria vuole celebrare assieme ai suoi lettori gli spettacoli più emozionanti, gli attori più talentuosi, gli istanti più memorabili vissuti sui palcoscenici negli ultimi dodici mesi. Scopriamo assieme quali saranno secondo noi i più vividi ricordi teatrali di questo 2014...

Dal 21 al 26 gennaio. Il gioco della memoria e dell’oblio, la finzione per scoprire la verità, perché giocare è più serio che vivere: una sorta di teatro nel teatro con il protagonista che è in qualche modo lo stesso romanziere. E’ tutto dialogo, serrato ma non affannato: le pause giuste, due attori calzanti nel ruolo che lasciano assaporare il classico impianto dei testi introspettivi di Schmitt, con colpi di scena psicologici e una dialettica tutta introversa, senza urla né scenate: una sofferenza d’amore straziante in stile nordico. Gli interpreti rispondono ad una riflessione mai conclusa sulla dinamica della coppia per cui se si ama si muore, considerato che in ogni matrimonio c’è un assassino. Bisogna solo capire chi è dei due o chi diventa assassino per primo.

Sarà in scena al Piccolo Eliseo Patroni Griffi dal 21 al 26 gennaio 2014, “Piccoli Crimini Coniugali” di Eric-Emmanuel Schmitt, con Elena Giusti e Paolo Valerio. Regia Alessandro Maggi.

Giovedì, 21 Febbraio 2013 20:59

Poema a fumetti - Teatro Libero (Milano)

Dal 18 al 28 febbraio. C’è un pianoforte, sulla sinistra del palcoscenico del Teatro Libero, e a destra ci sono un leggio e un uomo giovane, in piedi, coi capelli legati a codino. I due sono visibili ma leggermente offuscati da uno schermo di garza, un sipario invisibile che servirà per ammirare le immagini proiettate nel corso dello spettacolo, che si rivela essere una visione di tavole illustrate, raccontate e musicate. Un’esperienza nuova, in un certo qual modo assoluta. Si abbassano le luci e appare la prima tavola, gigantesca, troneggia di fronte al pubblico e vi si legge: “Parole e immagini di Dino Buzzati". Poi ne arriva un’altra, mentre il pianoforte è suonato con leggiadria da Sabrina Reale, che esegue in modo molto personale le musiche originali scritte dal maestro Antonio di Pofi: “Il segreto di via Saterna”. Le tavole si susseguono, ora appare un disegno con su scritto: “esiste una villa apparentemente abbandonata… però, a seconda dei momenti, avvengono delle strane metamorfosi…”

TOP