Sabato, 27 Ottobre 2018 16:56

39 scalini - Teatro Roma (Roma)

“39 scalini”, campione d’incassi al Teatro de’ Servi nel 2016, torna in scena nella capitale dal 23 ottobre al Teatro Roma; firmato dalla regia di Leonardo Buttaroni e arricchito dalle scenografie di Paolo Carbone, riprende l’opera scritta da Patrick Barlow nel 2005, pensata per un cast di quattro attori, qui interpretati dall’affiatato cast composto da Alessandro Di Somma, Matteo Cirillo, Diego Migeni e Marco Zordan.

Chi è Ombretta Calco? Perché si è seduta su una panchina in una giornata torrida di luglio, a pochi passi dal portone di casa sua? Perché deve ripercorrere gli eventi sensibili della sua vita scavando ossessivamente nei ricordi? E perché deve ingaggiare, sotto il sole cocente, un duello con se stessa come se fosse una resa dei conti? Ombretta sta facendo un viaggio. Il viaggio più importante della sua vita. Un viaggio fuori dai vincoli imposti dal tempo e dallo spazio. Mentre procede senza soluzione di continuità, nel passare in rassegna i momenti più significativi della sua esistenza, ne comprende il senso. Milvia Marigliano incarna “Ombretta Calco” nel monologo di Sergio Pierattini, diretto da Peppino Mazzotta, in scena al Piccolo Eliseo dal 24 maggio al 4 giugno.

Martedì, 08 Novembre 2016 20:55

La Voce Umana - Teatro Brancaccino (Roma)

"Nulla è più drammaticamente attuale delle tragedie per amore. L’amore è pazzia e l’abbandono è il vuoto." Marco Carniti porta in scena “La voce umana” di Jean Cocteau, con Carmen Giardina, in apertura di stagione del Teatro Brancaccino.

Dal 19 luglio e fino al 7 settembre sipario aperto nella splendida cornice dei Giardini della Filarmonica romana per la XXIII edizione de “I solisti del Teatro”. “Nonostante le crescenti difficoltà che l’operare nel mondo dello spettacolo dal vivo comporta, I solisti 2016, grazie al legame con le organizzazioni del territorio, al favore di artisti, alla collaborazione con realtà giovani emergenti, non dichiara spavento ma voglia di farcela, investendo molto sul futuro” dichiara Carmen Pignataro, direttore artistico del festival e aggiunge “Siamo stanchi oggi più che mai per un bando che ci ha penalizzato, dopo gli ultimi anni costellati già da limitazioni e mortificazioni. Resistiamo ancora per permettere a Roma di conservare la ricchezza culturale che merita”. In qualità di Festival di particolare interesse per la vita culturale della Città 2014-2016, I solisti del teatro XXIII edizione è realizzato con il contributo di Roma Capitale in collaborazione con la SIAE ed è inserito nell’edizione 2016 dell’ESTATEROMANA: “Roma, una Cultura Capitale”.

Sabato, 12 Marzo 2016 10:43

39 Scalini - Teatro Trastevere (Roma)

Dall’8 al 27 marzo. È in scena al Teatro Trastevere di Roma, in omaggio al Maestro del Brivido Alfred Hitchcock, “39 scalini”, commedia giallo-comica raccontata con fantasia e divertimento dalle Cattive Compagnie. Solo quattro attori per interpretare 39 ruoli in uno spettacolo dal ritmo frenetico in cui l’atmosfera da thriller lascia spazio ad una storia di spie, intrighi, fughe rocambolesche e inseguimenti spettacolari, raccontata tra innumerevoli travestimenti e trovate sceniche tanto semplici quanto efficaci.

Lunedì, 22 Febbraio 2016 21:20

Mi sveglio già pettinata - Teatro Duse (Roma)

Il 29, 30 e 31 gennaio e il 5, 6 e 7 febbraio è andato in scena al Teatro Duse "Mi sveglio già pettinata" un testo scritto e interpretato da Manola Rotunno, per la regia di Leonardo Buttaroni, con scenografie di Paolo Carbone e assistenti alla regia Francesca Romana Miceli Picardi e Marta Marsili. L’interprete è pirotecnica nel suo monologo notturno che comincia dalle liste che scriveva da bambina. Versatile, in un piccolo spettacolo, un gioiellino di fattura, che merita un futuro. Deve decidere se condensarsi e diventare ironico e lirico monologo di ricordi di un’infanzia che nessuno ha creduto, sospeso sul sogno che resta possibilità di aggirare la morte; o, al contrario, distendersi per diventare quasi un cabaret, quadri e figure diverse, giocando sui personaggi e i dialetti che l’attrice interpreta, instancabile, tra up and down emotivi, dai versanti comici alle punte liriche.

Debutta in prima assoluta al Teatro Trastevere il nuovo lavoro della compagnia “Come risolvere in 2” che dopo i successi di "Cuori Monolocali", "Sessolosé" e "Appese a un filo" torna in scena dal 19 al 31 gennaio 2016 con "Non ti fissare. Tu chiamale se vuoi ossessioni", nuovo esilarante spettacolo sulle compulsioni, manie e stranezze che più meno consapevolmente riguardano ognuno di noi.

Dal 12 al 31 gennaio. Fino a fine mese il piccolo Teatro Stanze Segrete si veste dell’atmosfera raffinata e decadente degli Anni ‘20 e fa rivivere in scena il romanzo capolavoro di Francis Scott Fitzgerald. L’inedito adattamento teatrale de “Il Grande Gatsby”, firmato da Rachele Studer e Riccardo Eggshell e diretto da Matteo Fasanella, propone in modo originale e riuscito la storia di Jay Gatsby, uomo misterioso e affascinante, fatalmente attratto da un passato che non si può ripetere e illuso da un sogno che gli alimenta la vita per poi distruggerla…

Monologo a firma di Sergio Pierattini per il primo lavoro che vede Peppino Mazzotta esclusivamente nelle vesti di regista, portato in scena in prima nazionale sul palcoscenico di Primavera dei Teatri. Protagonista l’omonima donna del titolo, interpretata da Milva Marigliano, milanese alle prese con un viaggio a bordo di una panchina sospesa, alla ricerca del senso della (sua) vita.

E' andato in scena al Teatro Trastevere un inconsueto quanto coraggioso adattamento della prima tragedia shakespeariana,"La tragedia di Tito Andronico", sanguinaria, passionale e dolorosa epopea di un condottiero romano che, vittorioso nelle campagne militari contro i barbari Goti, al ritorno a Roma trova ad accoglierlo ancor più efferato e implacabile destino. Dopo il buon riscontro di pubblico e critica dei progetti precedenti "Horse Head" (segnalato dal New York Times e vincitore del primo Roma Fringe Festival) e "Fight Club", le Cattive Compagnie portano in scena "Titus - commedia pulp" con la regia di Leonardo Buttaroni, prodotto in collaborazione con la Compagnia Mauri-Sturno e realizzato con La Cattiva Strada e l’Accademia di Musica e Teatro Nomos. Un lavoro in cui l'atroce spirale di violenza degli eroi scespiriani viene declinata in chiave pulp, con l'intento di riecheggiare le atmosfere del migliore Quentin Tarantino. Ma il crinale tra tragico, pulp e grottesco è ahimè estremamente sottile ed incappare in qualche rischioso scivolone è un pericolo piuttosto insidioso...

TOP