Fino al 12 febbraio. 2500 anni sono passati da quando Sofocle compose “Edipo Re” e “Edipo a Colono” e ancora oggi il mito di Edipo, eroe tragico alla ricerca della verità ad ogni costo e in lotta contro il Fato, torna sul palco in un doppio allestimento. Andrea Baracco e Glauco Mauri dirigono due messe in scena opposte e complementari - cupa e modernizzata l'una, classica ed essenziale l'altra - per un unico lungo racconto di ombre e luci. Intensa l'interpretazione dell'ottantaseienne Glauco Mauri, riuscitissime le scenografie di Marta Crisolini Malatesta.

Venerdì, 03 Giugno 2016 19:55

Come vi piace - Teatro Arcobaleno (Roma)

Shakespeare tra cabaret e nazismo: così l'originale (e coraggiosa) versione di “Come vi piace” andata in scena al Teatro Arcobaleno di Roma. Con l'adattamento di Glenda Ray e la regia di Ilaria Testoni, la commedia shakespeariana ha assunto contorni e atmosfere più drammatiche mantenendo però invariati i sogni d'amore e libertà dei personaggi. Un'idea riuscita, aiutata da un bel gioco di luci e da un'ambientazione suggestiva, per una delle più classiche commedie d'amore e travestimenti.

Mercoledì, 20 Gennaio 2016 20:41

Una pura formalità - Teatro Ghione (Roma)

Fino al 24 gennaio "Una Pura Formalità" è in scena al Teatro Ghione, uno spettacolo ricco di atmosfere sospese e suspense, impreziosito dalla classe impareggiabile dei suoi due protagonisti, Glauco Mauri e Roberto Sturno.

Dal 7 al 31 maggio è in scena al Teatro Arcobaleno di Roma l'ultimo spettacolo della giovane regista Ilaria Testoni, che affronta William Shakespeare con un suo personale adattamento di Molto Rumore per Nulla, all’interno della sezione “Giovani - Un futuro nel Teatro” della Compagnia Mauri Sturno. Tra i protagonisti della messinscena: Mauro Mandolini, Barbara Logaglio e Laura Garofoli. Lo stabile capitolino, da sempre dedito a un repertorio di tipo classico, ospita una delle grandi commedie di William Shakespeare, adattata e diretta dalla giovane regista, con all’attivo collaborazioni con Mario Scaccia, Gabriele Lavia, Walter Pagliaro e Glauco Mauri. Il progetto “Giovani - Un futuro del Teatro”, promosso dalla Compagnia Mauri Sturno, è volto a favorire l'ingresso nel teatro professionale di giovani attrici e attori, permettendo loro di entrare in contatto e lavorare con esperti professionisti del settore.

In scena fino al 26 aprile al Teatro Carcano di Milano "Una pura formalità", la regia di Glauco Mauri tratta dall'omonimo film di Tornatore del 1994. Una storia che sembra mettere in scena tutti gli elementi del delitto perfetto, che inizia con una prospettiva distorta, confusionaria e finisce nella luce, con la limpidezza di chi finalmente scopre quello che ha fatto e che dovrà fare. Un energico Glauco Mauri si confronta sul palco con un altrettanto bravo Roberto Sturno.

TOP