Dominique De Fazio - attore e regista cinematografico, nonché membro a vita dell’Actors Studio di New York - torna in Italia e sceglie il Teatro Argot Studio di Trastevere come sede per i suoi due workshop.

In scena al Teatro Vascello di Roma “Il Grinch che rubò il Natale” della compagnia Il Sentiero di Oz, il nuovo, emozionante spettacolo di Natale che diverte e scalda il cuore…

La più bella commedia rinascimentale italiana, in cui l’altezza della nuova lingua volgare unita alla più feroce e dissacrante critica alla corruttibilità del potere, viene reimpastata, improvvisata e riproposta dalle maschere della Commedia dell’Arte che ne estremizzano non solo gli aspetti più grotteschi, nei contrasti tra natura e cultura, ma ne urlano tutta la forza rivoluzionaria, erede di quell’antico spirito carnevalesco da cui nascono. Un’operazione che ripercorre i processi di messa in scena delle prime compagnie di comici professionisti, che “sporcavano” la composizione alta dei modelli classici con l’odore del gioco osceno e delle urgenze della natura, di cui le maschere sono messaggere.

“Perdutamente. Variazioni, incidenti, distrazioni, teorie sul tema della perdita.” Si avvia alla conclusione l’inedita residenza creativa promossa dal Teatro di Roma e condivisa dalle 18 compagnie della scena romana contemporanea, invitati a giugno del 2012 dal direttore Gabriele Lavia ad un cantiere nel cantiere intorno al tema della perdita. A chiudere il progetto sarà Art you lost?, l’opera d’arte collettiva che, il 20 dicembre (con ingressi alle ore 19 e alle ore 21) e il 21 dicembre (con ingressi alle ore 17, 19 e 21), trasformerà l’intera architettura del Teatro India – dalla facciata esterna al foyer, dai muri ai pavimenti, dai corridoi alle sale al soffitto – in una cartografia delle nostre perdite e delle nostre possibilità.

Nella provincia più povera d'Italia, balzata in qualità di Cenerentola dello Stivale agli onori della cronaca, sarà rappresentato "L'uomo carbone", proprio nella miniera di Carbo Sulcis il prossimo 6 gennaio. Pesano in particolare le chiusure di molte realtà produttive estrattive e in special modo la mancanza di un progetto di riconversione dei siti. Sarà questo lo scenario de' "L'uomo carbone", lavoro prodotto dal Teatro Sociale di Pescara, sul tema del lavoro in miniera e diretto dalla regista Federica Vicino.

La Compagnia italoargentina Los Toritos presenta in anteprima nazionale “Delitti. Un ingranaggio mentale” liberamente ispirato al libro “Delitti esemplari” di Max Aub, con la
regia di Laura Sales. Protagonisti in scena Andrea Luceri, Antonio Delli Compagni, Aurora Salvucci, Chiara Carpentieri, Claudia Monti, Eugenio Durante, Federica Massara, Giovanni Cordì, Giulia Felli, Martina Ubaldi, Simone Corbisiero e Valentina Marraffa.

TOP