Dopo l’Anteprima Nazionale presso l’Auditorium del Carcere di Rebibbia Maschile  a dicembre 2010 ed una lunga tournée in numerose città italiane, ritorna a Roma presso il Teatro dei Conciatori, Giorni Scontati, di Antonella Fattori e Daniela Scarlatti, dal 28 novembre  al 16 dicembre 2012 (martedì, mercoledì, venerdì e sabato ore 21.00 – giovedì e domenica ore 18.00). Antonella Fattori, Giusy Frallonardo, Daniela Scarlatti e Lia Zinno sono le protagoniste della pièce diretta da Luca De Bei.

Potestad

La Compagnia della Rancia presenta “Frankenstein Junior”, il nuovo musical di Mel Brooks mostruosamente divertente! Debutto nazionale al Teatro Brancaccio di Roma il 28 novembre per un classico della comicità, diretto da Saverio Marconi con la regia associata di Marco Iacomelli. A teatro il dottor Frederick Frankenstein avrà il volto di Giampiero Ingrassia, affiancato per l’occasione da Giulia Ottonello nei panni dell’egocentrica fidanzata Elizabeth e da Mauro Simone in quelli del fedele servo Igor.

Fed It Art
Federazione Italiana Artisti

presenta

EXIT – Emergenze per Identità Teatrali
Progetti di promozione teatrale per nuove istanze
Quinta edizione

TEATRO DELL’OROLOGIO
Sala Grande
26 novembre al 9 dicembre 2012

 

Dal 26 novembre al 9 dicembre 2012 sarà di scena al TEATRO DELL’OROLOGIO -  Sala Grande, la quinta edizione di EXIT - Emergenze per identità teatrali. Il filo conduttore per l’edizione 2012 è la voglia di mettere in mostra per 15 giorni una rassegna di teatro fatto e non detto, il teatro per la gente e tra la gente. La quinta edizione di quella che ormai è una realtà affermata nel panorama teatrale, conferma che quella che era nata come iniziativa unica e di carattere eccezionale, oggi ha realizzato l'ambizione di divenire un appuntamento fisso di caratura nazionale. Oggi Exit è un luogo stabile in cui parlare ad ampio raggio il linguaggio del teatro, della musica e dello spettacolo a tutto tondo. La rassegna vede protagoniste le compagnie aderenti alla Fed.It.Art, Federazione Italiana Artisti, che è anche organizzatrice della kermesse.
Reduci dal successo della quarta edizione conclusasi a fine maggio con un’ esaltante tre giorni al teatro Ambra alla Garbatella, accompagnata da un ampio consenso di pubblico, la Fed. It. Art., decide di affrontare una nuova avventura con la quinta edizione. Le compagnie si confronteranno tra autori classici, drammaturgia contemporanea e attività concertistica. Due settimane di spettacoli pensati per accompagnare il pubblico nel fitto bosco teatrale e musicale romano, seguendo un unico sentiero: vedere il teatro come luogo d’incontro, di confronto, di emozioni e di pensieri, un teatro per tutti e di tutti, che abbia qualcosa ancora davvero da dire.
L’obiettivo che si persegue è quello di un teatro che non sia d’èlite, un teatro pensato per il pubblico ma anche attento a trovare una scappatoia intelligente dall’alveo della “Tradizione”. La varietà dei generi e dei contenuti di questa rassegna riesce a soddisfare un utenza molto vasta e varia, proprio perché gli spettacoli sanno divertire, emozionare, formare e informare, allietare, impressionare e, talvolta, anche sconcertare.
EXIT  è emergere dall’emergenza per affermare una o più identità: quelle del teatro, della musica e dei suoi interlocutori, di nuovo insieme in un antico e sempre nuovo rito di condivisione.
QUESTO IL CALENDARIO:
Il sipario si alza lunedì 26 novembre alle 18,30 con il “Il fascino discreto di Exit”, conferenza- aperitivo sotto riflettori aperta a chiunque voglia conoscere da vicino la rassegna che da cinque anni incuriosisce e coinvolge, il pubblico romano e non solo. Una festa, un aperitivo, un tempo per fermarsi e brindare alla cultura e all’arte.  Martedì 27 e mercoledì 28 novembre, Teatraltro presenta “MAMMEMA”di e con Eduardo Ricciardelli, con Irma Ciaramella. Lo spettacolo nasce dal racconto di una madre che cambiandosi abito cambia di giorno in giorno il suo rapporto col figlio  dall’amore all’odio. Tragicomica fotografia di un interno contemporaneo. Giovedì 29 novembre  la compagnia Teatro dell’Appeso presenta “NOTTE” da DinoCampana, recital ideato, diretto e interpretato da Amedeo di Sora, con la partecipazione di Annaclaudia Conte, fonico Luigi Di Tofano. Il recital intende rendere omaggio all’opera e alla vita del grande poeta di Marradi nell’ottantesimo anniversario della scomparsa. Venerdì 30 novembre, Kipling Academy presenta “Duo Mephisto”, concerto per due pianoforti eseguito dai Maestri Stefano Caponi e Stefania Maroni. Da quest’anno il Duo Mephisto,  avvia una nuova sperimentazione con la pianista Stefania Maroni, che affiancherà nella nuova stagione il M° Stefano Caponi. Sabato 1 e domenica 2 dicembre, Abraxa Teatro presenta “Così vicino ….. tra Terra e Cielo” con Francesca Tranfo, regia di Emilio Genazzini. Dal libro di Anna Maria Artini “NEMEA - Tra Terra e Cielo”. Drammaturgia: Emilio Genazzini; scenografia: Massimo Grippa; costumi: Matilde Guiducci; foto: Guido Laudani; assistenza tecnica: Lanfranco Pantaleoni. E’ la storia di una donna vissuta nella Magna Grecia del V sec. a.C. Lunedì 3  dicembre  La compagnia Teatro dell’ applauso presenta “RIVOLTA FEMMINILE” uno spettacolo di Marco Maltauro, con Elisa Faggioni. E’ uno spettacolo di monologhi  che dialogano tra loro sulla subordinazione della donna della società, nella  famiglia, nella coppia, e sul tipo di percorso per liberarsene. Martedì 4  dicembre, Il teatro della Giostra presenta “Li Sordi” regia: Marco Zordan, con  Alessandro Di Somma, Diego Migeni, Maria Antonia Fama, Irene Trapani, Claudia Fratarcangeli, Tiziano Scrocca. Opera dai  tratti pasoliniani, “Li sordi” è uno spettacolo su tutto ciò che si fa, si  farebbe o si arriva a fare in nome di alcune banconote. Mercoledì 5  dicembre  La compagnia Artenova presenta il nuovo spettacolo  di Gino Auriuso, “La Vita Mia, La Storia Mia” da Benni, Bogosian ed altri, scritto diretto e interpretato da Gino Auriuso; La storia di una vita raccontata con le emozioni di chi l’ha attraversata. La narrazione di ciò che capita ad un uomo. La cronaca di un vissuto personale che potrebbe coincidere con un vissuto collettivo.
Giovedì 6 e  venerdì 7, Overlook presenta “LE NAVI DEI VELENI - Rosso sangue, rosso veleno” scritto e diretto da Massimiliano Zeuli, con Bruno Governale, Daniele Sirotti, Imma Mercadante, Michela Sibio e Consuelo Stoto. 13 dicembre 1995, il capitano di corvetta Natale De Grazia muore in circostanze sospette. Questo è il tragico episodio di un eroe italiano, il cui valore non è stato sepolto dalle scorie di uno dei più fitti misteri che annebbiano il nostro paese.. Sabato 8 e domenica 9 dicembre  La compagnia LABit presenta “ANIMALI” di Marco  Andreoli, regia di Andreoli, Linari, Porcu, Vaccarella, con  Gabriele Linari, Alessandro Porcu, Andrea Vaccarella. Una pulce caffeinomane, una lumaca fedifraga, una volpe trasformista. Animali, immobili esistenze dall’istinto smarrito. Un’etologia imprudente, una zoologia folleggiante, un comico salto nel vuoto di chi può finalmente barrire sbattendo le ali.
EXIT è promossa dalla Fed. It. Art. e le compagnie, ad essa affiliate, che partecipando alla rassegna si auto producono in quanto sostenitrici e ideatrici del progetto.
Il sipario è aperto, EXIT vi aspetta!

 

Si ringraziano:
http://teatro.persinsala.it - http://www.saltinaria.it/
per il sostegno accordato, in qualità di media partner della rassegna.

 

TEATRO DELL’OROLOGIO - SALA GRANDE
Via de’ Filippini, 17/a
Prenotazioni allo 06.6875550 opp. 06.68392214
Orario spettacoli: tutti i giorni ore 21.00 tranne la conferenza/aperitivo che si terrà alle 18,30
Biglietto unico: 12 euro
Promozione CRAL, Studenti e Anziani ATEATROINDUE: 2 biglietti a 16 euro
www.feditart.it - www.exiteatro.com
Rassegna convenzionata ATAC: ogni coppia che si presenta al botteghino con l’abbonamento ATAC o con un biglietto timbrato in giornata, avrà diritto a due biglietti per un totale di 16 euro invece che 24 euro!
Inoltre tutti coloro che si presenteranno al botteghino a nome di Persinsala e Saltinaria, avranno diritto al biglietto con formula ridotta ATEATROINDUE

 

Fonte: Maya Amenduni, Ufficio stampa EXIT – Emergenze per Identità Teatrali

 

 

William Kentridge

Uno spettacolo e una performance si rincorreranno idealmente in due luoghi della cultura della città, simboli rispettivamente della tradizione e dell’innovazione: il Teatro Argentina e Il MAXXI. E’ questa scelta, ha raccontato l’artista alla conferenza stampa di presentazione, il senso di uno spettacolo sul tempo, la contemporaneità in sedi spaziali differenti. Un lavoro che partendo dal senso scientifico del tempo, un episodio realmente accaduto, elabora in termini immaginifici la temporalità superandola, o meglio rifiutandola, per accedere probabilmente ad un concetto altro di tempo dal comune sentire. Tutto da vedere…e da sentire appunto perché il tempo è unità di misura della musica.

FrattoX

RezzaMastrella - Fondazione Teatro Piemonte Europa - TSI La Fabbrica dell’Attore – Teatro Vascello presentano
FRATTO_X
di Flavia Mastrella e Antonio Rezza
con Antonio Rezza
e con Ivan Bellavista
con la partecipazione di Timoty Granger
(mai) scritto da Antonio Rezza
habitat di Flavia Mastrella
assistente alla creazione Massimo Camilli
disegno luci Mattia Vigo
organizzazione generale Stefania Saltarelli

 


Da Martedì 4 Dicembre 2012 a Domenica 6 Gennaio 2013, il teatro Vascello di Roma ospita l’ attesissimo debutto di Fratto_X , il nuovo spettacolo della coppia artistica RezzaMastrella.
Si può parlare con qualcuno che ti dà la voce?
Si può rispondere con la stessa voce di chi fa la domanda?
Due persone discorrono sull’esistenza.
Una delle due, quando l’altra parla, ha tempo per pensare: sospetta il tranello ma non ne ha la certezza.
Mentre l’ansia del presente sconvolge il passato, mentre uccelletti improbabili tracciano traiettorie azzardate, lo specchio parlante costringe a pensare chi era lì per vedere, chi era lì per sentire, chi era lì per subire la tirannia di chi si fa pagare per strappare l’arbitrio. Mai così poco libero.
Siamo sotto un fratto che uccide, si muore per eccessiva semplificazione. La manipolazione è alla base di un corretto stile di vita. Per l’ennesima volta la forma cambia attraverso la violenza espressiva. Mai come in questo caso o, per meglio dire, ancora come in questo caso, l’odio verso la mistificazione del teatro, del cinema, della letteratura, è implacabile.
L’Habitat Fratto_X è una distesa di carne calda che genera figure antropomorfe. L’uomo porta sempre con sé il colore del tempo visibilmente trionfante sulla pelle. Il cervello è l’orpello che impedisce vigorosamente l’omologazione; la X, con destrezza nel tratto, sottolinea la centralità di esseri completamente inutili. Mastrella, con fantasia plastica, crea come un impeto da suggestioni fotografiche. Gli oggetti di scena raccontano la strada che corre e l’impossibilità di agire. Scie luminose si materializzano con l’inquietante delicatezza dei fiori visti da vicino.
«Qualcuno poteva forse pensare che, col trascorrere degli anni, il fenomeno Antonio Rezza-Flavia Mastrella fosse destinato a trovare un po’ di pace, se non il senso della ragione; e invece questa ragione ha sviluppato i suoi artigli fino a raggiungere la follia pura, ma elaborando il pensiero con un’acutezza così forsennatamente logica da fare a pezzi la sedicente realtà, assunta e cavalcata con criteri rigorosamente matematici».
Franco Quadri

 

Da Martedì 4 Dicembre 2012 a Domenica 6 Gennaio 2013 il 31 Dicembre Speciale Capodanno 2013 con Fratto_X e di seguito Asta al Buio
Teatro Vascello _ Via Giacinto Carini 78 _ Zona: Monteverde _ ROMA
biglietti: intero 20,00 euro, ridotto 15,00 euro _ studenti, promozioni gruppi di almeno 10 persone 12,00 euro
vendita on-line sul sito
www.teatrovascello.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. orari: dal martedì al sabato ore 21 domenica ore 17.00

 

Fonte: Ufficio stampa ArtinConnessione

 

Marta Bifano

KEIROS TEATRO
dal 14 al 19 novembre
MARTA BIFANO

IN
“Ventiquattr’ore di una donna sensibile”
Scene Gaetano Russo
Costumi Sabrina Beretta
Musiche Giuseppe Zambon
Disegno Luci Antonio Tavassi
Fotografo di Scena Guido Laudani
Aiuto scene Valerio Ruscio & Valeria Pantone
traduzione, adattamento e regia di Daniele Valmaggi & Giuseppe Bevilacqua
con la partecipazione straordinaria del
MAESTRO Enzo Musumeci Greco
nel ruolo del Conte R
Una Produzione Teatro Studio Keiro (organizzazione Sabine Frantellizzi)

 

La gelosia è un male talmente comune tra le donne,influisce cosi tanto sulla loro felicità.. .che metterle di fronte a una serie di eventi in grado di mostrare loro come la passione possa sconvolgerle, non può che trasformarsi in una grande e utile lezione”. Constance de Salm
Sarà in scena al Teatro Keiros dal 14 al 19 novembre lo spettacolo “Ventiquattr’ore di una donna sensibile”, tratto dal romanzo di Constance de Salm, traduzione,adattamento e regia di DANIELE VALMAGGI  & GIUSEPPE BEVILACQUA. Lo spettacolo vede il ritorno al teatro di MARTA BIFANO. Uno spettacolo sulla "gelosia" rappresentato con la coscienza della sua  futilità e con un finale a sorpresa da rendere il tutto come una gioisa "beffa".Il matriale è desunto da un meraviglioso e dimenticato romanzo di Costance de Salme...
Nel ruolo del Conte R, ci sarà la partecipazione straordinaria del Maestro Enzo Musumeci Greco.
È una sera della prima metà del XIX secolo e Madame de **', attraente vedova costretta da una crudele segretezza» a intrattenere una relazione clandestina col giovane Principe di***,si reca all'opera di Parigi per assistere a un concerto.
Alla fine del concerto, il suo cuore è spezzato nel più miserabile dei modi. 1l suo giovane amante le rivolge, infatti, un saluto frettoloso e indifferente ed esce dall' opera al braccio della bella e civettuola Madame de B*** l’ accompagna alla carrozza e con aria di mistero, monta in vettura insieme a lei.
Madame de *** assiste alla scena in piedi, immobile.
Una volta a casa, i pensieri più disordinati si impadroniscono della sua mente. Immagina Madanie de B***e il suo giovane amante soli su quella vettura a respirare la stessa aria, gli abiti che si sfiorano, le mani che s'incontrano.. .
E, dopo una notte insonne, non trova altro modo di lenire la sua sofferenza che scrivere al giovane Principe quarantasei lettere per ventiquattr'ore febbricitanti, di dubbio e disperazione, quarantasei struggenti documenti a testimoniare il vortice di passioni e stati d'animo che hanno assalito il suo cuore e a «raffigurare la gelosia, non nei suoi furori quanto nel dolore che opprime un’anima ardente e sensibile».
Scritto con l'intento di «non dire una parola che non fosse dettata dal sentimento o dalla passione; facendo provare nel breve spazio di ventiquattr’ore  a una donna viva e sensibile tutta l’ebbrezza dell’amore. i turbamenti e, soprattutto, la gelosia.
Ventiquattr’ore di una donna sensibile apparve per la prima volta nel 1824 e da allora ha attratto e ammaliato intere generazioni di lettori e scrittori (Stefan Zweig non mancò, ad esempio, di confessare il suo debito nei confronti di quest'opera).
Durante lo spettacolo, contestualmente alla vicenda rappresentata, ci sarà una degustazione di vini.
Constante Marie de Théis, principessa de Salm Reifferscheid-Dyck. nacque a Nantes il 7 Novembre 1767 e mori il 13 aprile 1845. Poetessa e drammaturga. soprannominata dai suoi contemporanei la "Musa della Ragione", Constante de Thiés difese ardentemente la causa femminile e tenne un brillante salon littéraire frequentato, tra gli altri, da Alexandre Dumas,Paul-Louis Courier, La Fayette e Alexander von Humboldt.

 

KEIROS TEATRO
ROMA- via Padova 38 a CAP 00162
Info: 06 44238026 -
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - www.teatrokeiros.it
Orari spettacolo ore 21,00 – domenica ore 18,00
Costo biglietti: intero 12 euro – ridotto 9 euro – Tessera 3 euro

 

Fonte: Maya Amenduni, Ufficio stampa Compagnia

 

TOP