Sono “Romeo e Giulietta - Ama e cambia il mondo”, “Rapunzel” e “Frankenstein Junior” i musical trionfatori della stagione 2014/15. Annunciati ieri, durante la serata-evento per la prima edizione degli OIM - Oscar Italiani del Musical al Teatro Brancaccio di Roma, i migliori musical sono stati selezionati da una giuria di qualità presieduta da Christian De Sica. La serata, condotta da Giampiero Ingrassia e Serena Rossi e prodotta dalla Enpi Entertainment di Niccolò Petitto, è stata arricchita da ospiti famosi, premi alla carriera, estratti di musica e danza dai musical più famosi.

La compagnia di circo/teatro Madame Rebiné presenta il 4 ottobre in anteprima a Roma, nell'ambito della rassegna Attraversamenti Multipli, la versione integrale del nuovo lavoro "Un Eroe Sul Sofà", uno spettacolo tragicomico raccontato attraverso il teatro, il mimo, l’acrobatica, il rumorismo, il tip tap, la musica e il fumetto nell'inconfondibile eclettico stile dei tre artisti torinesi. Madame Rebiné si descrive come una compagnia fondata sull'amicizia, alla ricerca di una condivisione disinibita, intima, coinvolgente, generosa, poetica e divertente. Madame Rebiné racconta storie impregnate di una profonda coscienza ironica che gli permette di giocare con le debolezze dell'essere umano senza mai mancargli di rispetto. Convinta che le più grandi libertà nascano dall'accettazione dei propri limiti, ha fatto della risata il proprio logo e della poesia lo strumento con cui trasmettere la sua piena fiducia in tutto ciò che di bello c'è nel mondo.

Il Teatro cambia: da spazio adibito solo alla fruizione di spettacoli si trasforma in luogo da abitare; la sua offerta si diversifica, la gamma di spettacoli aumenta. E così, succede che una stagione ne racchiuda molteplici, proprio come al Teatro Manzoni di Milano.

In scena martedì 22 e mercoledì 23 settembre presso il "Cantiere di Rigenerazione Urbana" di SpinTimeLabs, la prima incarnazione di "La Signora", lavoro cominciato a gennaio e tratto da "La visita della vecchia signora" di Friedrich Dürrenmatt: tra le opere più conosciute del drammaturgo svizzero, indaga i temi della vendetta, della colpa individuale e collettiva, dell'onnipotenza del denaro e della corruzione morale collettiva. Gabriele Paupini e Francesca Zerilli ne portano in scena un'inedita reinterpretazione, con un cast di giovani e talentuosi interpreti: Marianna Arbia, Silvio Impegnoso, Riccardo Marotta, Benedetta Rustici, Luigi Testoni.

L'Associazione Culturale “Ingranaggi”, in collaborazione con “Avamposto Teatro” e con il patrocinio dell’”Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico”, presenta il progetto “Tradizione - il teatro di domani”: un ciclo di dieci incontri/lezioni tenuti da importanti Maestri del mondo dello spettacolo - tra gli altri Roberto Herlitzka, Gabriele Lavia, Maurizio Scaparro, Michele Monetta, Dacia Maraini, Tato Russo, Mariano Rigillo e Vittorio Matteucci - e la creazione di un gruppo di giovani professionisti che metteranno in scena autonomamente spettacoli sotto forma di studio. SaltinAria ne è media-partner e quindi ve ne raccontiamo con piacere tutti i dettagli...

Dopo la breve pausa estiva sono riprese, con il consueto vigore creativo, le intense attività del progetto “Carissimi Padri - Almanacchi della Grande Pace (1900-1915)". Ideato e diretto da Claudio Longhi, promosso da Emilia Romagna Teatro Fondazione, il progetto culturale prosegue la sua attività con incontri, cene-spettacolo, letture, laboratori e un Atelier che si svolgerà a Cesena presso il Teatro Bonci. Così come fu per “Il Ratto d’Europa”, anche “Carissimi Padri” culminerà in uno spettacolo finale che sarà in scena al Teatro Storchi di Modena dal 7 al 17 gennaio 2016.

TOP