Arriva allo Spazio Diamante di Roma la comicità esistenzialista di Francesco Arienzo, il comico napoletano, autore e attore che deve la sua notorietà a Italia’s Got Talent 2017. Nel monologo Disagistica Contemporanea, in scena il 12 e 13 gennaio, il comico descrive il suo mondo nel quale si diverte a ribaltare l’ovvio e a esaltare gli stati d’animo, anche quelli negativi.

Dal 10 al 21 gennaio al Teatro India in scena Giuseppe Cederna con MOZART, IL SOGNO DI UN CLOWN, brillante monologo con musica dal vivo sul celebre e immortale artista austriaco, un viaggio impervio ed esilarante tra la vita del genio e il miracolo della sua musica, che contiene anche la possibilità del fallimento, ma che è in ogni caso un successo intraprendere.

Debutterà in prima nazionale a Carrozzerie n.o.t. - dal 11 al 14 gennaio 2018 - Vertenze Politiche su una Versione Pornografica del Mito di Pasìfae, scritto e diretto da Johannes Bramante. Protagonisti: Francesca Accardi, Davide Paciolla, Guido Targetti.

Al Teatro de’ Servi il disorientamento della generazione di “galleggianti” si scontra con la volontà di farsi una famiglia… anche con modalità non proprio convenzionali. Dal 9 al 28 gennaio va in scena PRESTAZIONE OCCASIONALE di Francesco Brandi, con Antonella Questa, Massimo Brizi, Corrado Giannetti e Federico Vanni.

Dopo il debutto della scorsa estate nella suggestiva cornice del Teatro Romano di Verona, approda al Teatro Eliseo la rilettura dell’immortale “Sogno di una notte di mezza estate” shakespeariano a cura di Massimiliano Bruno. In scena un cast d’eccezione che annovera tra le proprie fila Stefano Fresi, Giorgio Pasotti, Violante Placido e Paolo Ruffini. Lo spettacolo sarà in scena all’Eliseo dal 9 al 28 gennaio.

Dal 9 al 14 gennaio al Teatro India in scena REPARTO AMLETO scritto e diretto da Lorenzo Collalti, vincitore del Premio Miglior Spettacolo della rassegna “Dominio Pubblico - La città agli under 25”, che il Teatro di Roma accoglie e propone come produzione, impreziosendo il cartellone della stagione e consolidando «una più diretta collaborazione fra il festival under 25 e l’istituzione Teatro di Roma - dichiara il direttore Antonio Calbi - accogliere questa proposta è un ulteriore elemento per sostenere la fucina di nuove creatività e rinforzare l’identità del Teatro India come fabbrica del teatro di domani».

TOP