Redazione Teatro

Articoli di Redazione Teatro

Continua la ricerca teatrale della compagnia siciliana Vuccirìa Teatro, che, dopo i successi di stampa e pubblico dei primi due spettacoli, debutta ora, con una nuova opera "Yesus Christo Vogue" al debutto nazionale a Roma, Teatro Dell’ Orologio dal 16 al 26 marzo 2016.

Claudia Fonti e Giulia Barra iniziano la loro collaborazione nel 2011, creando e partecipando ad eventi teatrali e performativi. Nel 2013, utilizzando la tecnica dell'intervista, scrivono e mettono in scena "Curati di me", una performance sulle relazioni tra le badanti, gli anziani e le loro famiglie. In seguito hanno iniziato le loro ricerche sull'utilizzo del corpo come medium espressivo e sulle relazioni con la percezione che si ha di sé. Nel 2015, durante il loro percorso formativo, hanno frequentato il laboratorio "Il Corpo Performativo", diretto dal regista e performer Lorenzo Giansante che, con il suo Lab Officinateatrale, offre qui a Roma un luogo di incontro e sperimentazione artistica.

Sarà in scena al Teatro Ambra Jovinelli dal 18 al 28 febbraio – dopo aver calcato il palcoscenico del Teatro Ariston in occasione del Festival di Sanremo, l’irresistibile Virginia Raffaele, protagonista assoluta del suo spettacolo "Performance", scritto dalla stessa protagonista insieme a Giampiero Solari, Piero Guerrera, Giovanni Todescan. La regia è di Giampiero Solari che nelle passate stagioni è stato applaudito ed apprezzato dal pubblico dell’Ambra Jovinelli per aver curato la regia di “Penso che un sogno così” con Giuseppe Fiorello.

Domenica, 14 Febbraio 2016 14:36

Lose Your Labels: intervista ad Antonio Savoia

Antonio Savoia è nato a Brindisi nel 1987. Dopo aver studiato varie tecniche di danza, si è concentrato esclusivamente sulla danza contemporanea e in particolare sull'improvvisazione, lavorando con ballerini come Elisabetta Rulli, Davide Sportelli, ESPZ, Biagio Caravano e Claudia Castellucci. E' sempre stato interessato alla performance artistica, e ha collaborato come performer con artisti come Marinella Senatore, Italo Zuffi, Amalia Pica e Mitxell Campos Olivé. Nel frattempo ha studiato Storia dell'Arte Contemporanea all'Università "La Sapienza" e oggi lavora con diverse istituzioni di arte contemporanea a Roma, dove attualmente vive.

Giovedì, 11 Febbraio 2016 21:57

Lose Your Labels: intervista a Sara Basta

Sara Basta è un’artista che vive e lavora a Roma; utilizza nei suoi lavori diversi tipi di media tra cui la fotografia, il video, il disegno e il cucito per lo sviluppo di progetti sia personali che collettivi. Attraverso l'attiva partecipazione di adulti e bambini, Sara Basta cerca di rompere le barriere tra l'opera d'arte e il pubblico e di enfatizzare l'importanza del processo creativo. Alcuni dei temi che l’artista affronta nel suo lavoro includono lo spazio, l'identità personale e sessuale e l'educazione. Sara Basta ha partecipato a diverse mostre a Roma, Milano, Buenos Aires e Helsinki; nel 2011 era esposta alla 54° Biennale di Venezia nel Padiglione Accademie.

"I tre moschettieri" di Alexandre Dumas conquistano il palcoscenico, grazie all’associazione culturale MAG - Movimento Artistico Giovanile, con l'adattamento di Flavio Marigliani e la regia di Valeria Nardella. Uno spettacolo adatto a grandi e piccini, che vedrà come indomiti protagonisti di questa avventura "cappa e spada" Luca Laviano, Valeria Nardella, Vincenzo Paolicelli, Fabio Vasco e Giovanni Scognamiglio.

Uno spettacolo che intende ammazzarvi...dal ridere! In scena al Teatro L'Aura, dal 4 al 14 febbraio, "Ammazza che...coppia!", diretto e interpretato da Giulio Cancelli, con Giulio Neglia e Danila Stalteri.

Una sfida al labirinto: è così che Italo Calvino definisce il rapporto tra il lettore e la lettura. Un viaggio, un tragitto dell’individuo all’interno della storia, abbandonando il filo di Arianna, ma lasciandosi trasportare dall’emozione e dall’energia dell’intreccio. La lettura in questo senso non rivela la chiave per oltrepassare il labirinto, ma solo l’atteggiamento con cui affrontarlo. Da questa suggestione prende vita il festival LABIRINTO, organizzato dal Gruppo della Creta presso il Teatro Furio Camillo dal 4 al 21 febbraio, in cui tutti gli spettacoli e gli appuntamenti apriranno allo spettatore una vasta scelta di percorsi, nessuno obbligato, ma tutti aperti alla scoperta di nuova drammaturgia e tematiche attuali.

Nell’ambito dei percorsi monografici della stagione Cambiamento Reale 2015 – 2016 del Teatro dell’Orologio, va in scena la Trilogia del Gioco, della compagnia Maniaci d’Amore, che si apre con lo spettacolo Il nostro amore schifo, di e con Francesco d’Amore e Luciana Maniaci, per la regia di Roberto Tarasco, da venerdì 29 a domenica 31 gennaio, continua con Biografia della peste, dal 2 al 4 febbraio, e si conclude con Morsi a vuoto, spettacolo inserito all’interno di Dominio Pubblico | Rassegna 2016, dal 5 al 7 febbraio.

Dopo il successo della scorsa stagione al Teatro dell' Orologio di Roma, il "Molière Immaginario" di Ivan Bellavista, Sandra Conti e Matteo Di Girolamo torna in scena alla Galleria Toledo di Napoli dall'11 al 14 febbraio e al Centro Sociale CasaLoca di Milano il 22 febbraio.

TOP