Raffaella Roversi

Articoli di Raffaella Roversi

Giovedì, 14 Aprile 2016 20:05

Quei due - Teatro Manzoni (Milano)

Sino al 17 aprile al Teatro Manzoni di Milano, Massimo Dapporto e Tullio Solenghi recitano per la prima volta insieme nella brillante commedia “Quei due (Il sottoscala)”, di Charles Dyer, drammaturgo inglese classe 1923. La regia è di Roberto Valerio, la produzione, indipendente, di Angelo Tumminelli. La scena, che resta invariata per i due atti, è un sottoscala dove una coppia omosessuale, insieme da trent'anni, ha allestito il suo negozio da barbiere.

Domenica, 27 Marzo 2016 13:59

Quasi Perfetta - Teatro Leonardo (Milano)

É tornato, purtroppo solo per tre giorni, dal 18 al 20 marzo al Teatro Leonardo di Milano, “Quasi Perfetta”, uno spettacolo forte e delicato, che parla agli adolescenti e con la loro stessa lingua, della magnifica illusione dell'anoressia e delle conseguenze letali che questa può avere. Scritto da Valeria Cavalli e Claudio Intropido, con la consulenza scientifica della dottoressa Maria Barbuto, una produzione Manifatture Teatrali Milanesi. In scena Giulia Bacchetta, bravissima, interpreta Alice, l'adolescente che sogna di diventare leggera come un gabbiano, e i personaggi che entrano nel suo mondo.

Il Teatro Arsenale di Milano ha presentato il 19 e 20 marzo “Gli angeli sopra Duino”, tre quadri di teatro musicale dalle “Elegie duinesi” di R. M. Rilke. Valentina Colorni firma la regia, con l'adattamento di Giuliano Corti. In scena Giovanni Di Piano e Lorena Nocera ripercorrono la biografia del poeta tedesco, narrano del suo misticismo nel castello di Duino e declamano alcune delle elegie. La recitazione è interrotta da momenti musicali creati da Walter Prati e da intermezzi elettronici di Jacopo Biffi e Guglielmo Prati.

Il Giardino In Tasca è un libro delicato per bambini, una favola illustrata, una di quelle che può crescere sui muri. I suoi autori, Luca Indemini (testi) e Ale Puro (illustrazioni), sono infatti street artist.

Il Teatro Elfo Puccini di Milano, sempre attento alla nuova drammaturgia, presenta sino al 20 marzo “Gyula”, scritto e diretto da Fulvio Pepe, alla sua prima regia teatrale. Se il sottotitolo è “una piccola storia d'amore”, lo spettacolo è un atto creativo di grande indipendenza, profondità e leggerezza. Lo spaccato di una comunità semplice, popolare con i suoi sentimenti, concreta e tuttavia sospesa, talvolta, in un'atmosfera fiabesca. Un omaggio alla bellezza imperfetta.

La XVIII edizione di Jazz al Piccolo - Orchestra Senza Confini, organizzata dall'Associazione Culturale Musica Oggi in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano, lunedì 7 marzo ha presentato il suo quinto appuntamento presso il Piccolo Teatro Strehler, per rendere omaggio a Frank Sinatra nel centenario della sua nascita (12 dicembre 1915).

Dal 18 al 28 febbraio, al Teatro Leonardo di Milano, Claudio Orlandini ha portato in scena “Teste tonde e teste a punta, ovvero ricco e ricco van d’accordo”, una produzione Comteatro. Iniziata da Bertolt Brecht nel 1931 e terminata nel 1934, durante l'esilio, la commedia è una parabola intrisa di amara consapevolezza: descrive, in un mondo mirabolante e surreale, l'avvento al potere di Hitler e i meccanismi da lui usati per mantenerlo, primo fra tutti quello della razza. Sullo sfondo restano granitiche la differenza tra ricco e povero e l'inutilità delle rivolte da parte dei poveri.

Manifatture Teatrali Milanesi presenta al Teatro Litta di Milano, sino al 6 marzo, in prima nazionale, “L'amica degli uomini importanti (Vinzenz)”, di Robert Musil. Scritta nel 1923, è l'unica commedia teatrale dello scrittore austriaco esiliato in Svizzera dopo l'annessione dell'Austria; in essa si delinea, tra gli altri, il tema di “L'uomo senza qualità”. L'adattamento e la regia sono di Antonio Syxty che torna a lavorare su un testo di Musil dopo che nel 1996 aveva presentato, in versione integrale, l'altro suo testo teatrale, il dramma “Die Schwärmer” (I fanatici) del 1921.

Al Teatro Manzoni di Milano, dall’11 al 28 febbraio, la Compagnia Gli Ipocriti presenta “La gatta sul tetto che scotta” di Tennessee Williams, una pièce incentrata sulla menzogna e l' ipocrisia all'interno di una famiglia “ricca e felice”. La regia di Arturo Cirillo vi si posa come una lente di ingrandimento e consente allo spettatore di vederle annidate come vermi in qualsiasi gesto, parola, sorriso. Il regista inoltre, mettendo l'accento su dialoghi taglienti e velenosi, lascia molto spazio agli interpreti. In scena, i bravissimi Vittoria Puccini e Vinicio Marchioni, accompagnati da un bel cast di attori.

L’Associazione La Città del Sole/Amici del Parco Trotter, l’ISC “Casa del Sole”, il comitato genitori e la Casa della Poesia al Trotter hanno organizzato, in occasione della Giornata della Memoria, una serie di iniziative durante una intera settimana, dal 18 al 26 gennaio, nell'ex Chiesetta del Trotter a Milano. Si sono svolti incontri con Moni Ovadia, Milena Santerini, Leo Visco Gilardi e Salvatore Pennisi; è stato proiettato il film “Train de vie” e cortometraggi di animazione contro la guerra; si è dato spazio alla musica con interventi musicali di Paolo Botti e Mariangela Taddoi; sono stati letti pensieri e brani su Auschwitz degli alunni delle terze medie del Trotter.

TOP