Raffaella Roversi

Articoli di Raffaella Roversi

Dal 12 al 29 ottobre, al Teatro Manzoni di Milano, va in scena “L’anatra all’arancia”, scritto nei primi anni '70 dallo scozzese William Douglas Home, con la regia di Luca Barbareschi, anche protagonista con Chiara Noschese. É una produzione Teatro Eliseo e Fondazione Teatro della Toscana. La pièce, proposta nella versione francese di Marc Gilbert Sauvajon, è la classica commedia da vaudeville, con battute talvolta prevedibili, ma sorrette dal dinamismo della macchina teatrale.

“Ci sentiamo di dire che vogliamo stare con il pubblico, e non, viceversa, chiedere al pubblico di stare con noi. Invertire la direzione è importante, ci responsabilizza ancora di più, e ci induce a voler essere sempre vicini al nostro pubblico nei gusti, nelle tematiche, nelle idee. Perché noi siamo quelli diversi da tutti”. La stagione 2017/2018 di MTM Manifatture Teatrali Milanesi è “con te”: 3 teatri, 46 titoli, 270 repliche, 10 produzioni MTM, 11 prime nazionali, 3 progetti speciali.

L’incredibile Vita Di Norman è l'ultimo film di Joseph Cedar, interpretato da Richard Gere; è una commedia dalle pennellate psicologiche sul bisogno di contare agli occhi degli altri.

Domenica, 24 Settembre 2017 13:25

“Appuntamento al Parco” film di Joel Hopkins

Appuntamento al Parco. Per inseguire con lo sguardo un aquilone, tornare a ricordarsi dei propri sogni, capire che si può ricominciare, in barba all'anagrafe, se si ha il coraggio di scegliere.
Il parco è quello di Hampstead, nell’area nord-ovest di Londra.

Il Festival della Mente, dedicato alla creatività e alla nascita delle idee torna per la XIV edizione a Sarzana, dal 1 al 3 settembre. Ed è bello perché lì torna anche l'Italia diversa, quella non urlata né esibita, che crede nella cultura come nutrimento e ha voglia di parlare insieme di filosofia, arte, letteratura, scienza, tecnologia, musica e tanto altro. Ha voglia insomma, di fare “rete”.

Il Teatro Filodrammatici di Milano ha presentato la nuova stagione 2017/2018. In cartellone pièce di drammaturgia contemporanea volte a raccontare la nostra epoca dominata dalla paura, dallo sgomento e dalla pericolosa tentazione di ergere muri per una illusoria sicurezza. Gli spettacoli però, pur raccontando dei conflitti del mondo contemporaneo, offrono attraverso l'arte momenti di dialogo, di pluralità.

Lo Spazio Teatro NO’HMA Teresa Pomodoro di Milano ha presentato il 17 e 18 maggio “Lo strano caso del Dottor Jekyll e Mister Hyde”, adattamento teatrale dell’opera che consacrò Robert Louis Stevenson a grande romanziere dell'epoca vittoriana, di cui denunciò ipocrisia e doppiezza. Marco Rampoldi firma la regia di questo spettacolo che è molto di più di una lettura recitata.

Venerdì, 24 Marzo 2017 20:17

I Malavoglia - Teatro Elfo Puccini (Milano)

Dal 14 al 19 marzo il Teatro Elfo Puccini di Milano ha ospitato la produzione di Progetto Teatrando “I Malavoglia”, tratta dal romanzo di Giovanni Verga. La riscrittura di Micaela Miano mette a fuoco i momenti principali dell’opera verghiana, gli accadimenti nefasti capaci di cambiare la vita della famiglia. La regia di Guglielmo Ferro rispetta la volontà dell’autore di creare una rappresentazione “a ciglio asciutto”; il regista offre infatti uno spettacolo di compatto rigore apprezzato dagli adulti e molto indicato per un pubblico giovane.

Venerdì, 10 Febbraio 2017 22:13

Due partite - Teatro Manzoni (Milano)

Va in scena al Teatro Manzoni di Milano sino al 19 febbraio “Due partite” di Cristina Comencini, una vera e propria lezione di maternità al veleno. Il testo, scritto per il teatro, è agrodolce. La regia di Paola Rota sceglie per la messa in scena un taglio allegro, divertente. Ne scaturisce una commedia di intrattenimento dove la recitazione resta in superficie ma strappa più di una risata.

“Lettera al mio giudice” è un romanzo confessione di George Simenon, andato in scena dal 25 al 29 gennaio allo Spazio Avirex Tertulliano di Milano. Giuseppe Scordio, che ha firmato adattamento e regia, è sul palco con Cristina Sarti. É Charles, il medico che scrive dalla prigione al giudice per confessare i motivi che lo hanno portato ad uccidere Martine, sua amante, l'unica donna capace di farlo sentire per la prima volta vivo, affamato di una vita diversa da quella ordinaria condotta sino a quel momento.

TOP