Marirosa Fedele

Articoli di Marirosa Fedele

Domenica, 30 Settembre 2018 11:59

Einstein & me - Teatro Sala Umberto (Roma)

Dopo il successo del suo “Monologo Quantistico”, Gabriella Greison porta in scena in anteprima, al Teatro Sala Umberto di Roma, il suo nuovo progetto teatrale dal titolo “Einstein & me”, per raccontare dal punto di vista della moglie dello scienziato scopritore della teoria della relatività, Mileva Maric, la storia d’amore che ha rivoluzionato la fisica e il mondo. Con la partecipazione amichevole di Giancarlo Giannini ad interpretare la voce di Albert Einstein, il monologo narra di ambizioni precluse, sacrifici profusi e scoperte scientifiche sconvolgenti.

Un oggetto al centro di un palco può non significare nulla, ma una serie di oggetti, anzi di scarti, acquista valore, diventa racconto, percorso. Il 14 settembre, in prima nazionale al Macro Testaccio La Pelanda, durante la XIII edizione del festival Short Theatre, è andato in scena “Oblivion”, performance teatrale dell’artista belga Sarah Vanhee.

Riscritta dal regista ed autore portoghese Tiago Rodrigues e caratterizzata da un intenso dialogo interiore che coinvolge entrambi i protagonisti, ma che in fondo risulta essere sempre condiviso con l’altro e mai realmente introiettato, “António e Cleópatra” di Shakespeare è una tragedia d’amore che, in questa sua nuova incarnazione, si prefigge di osservare il mondo attraverso la sensibilità delle anime del condottiero e triumviro Marco Antonio e della regina egizia Cleopatra.

A Palazzo Venezia, lo scorso 24 luglio, è andata in scena, per la prima volta a Roma, una sapiente reinterpretazione della commedia di Molière “La scuola delle mogli”, diretta e interpretata da Arturo Cirillo, nell’ambito della rassegna “Il Giardino Ritrovato”.

Infiniti applausi per Giulio Scarpati al Cortile delle Fucilazioni di Castel Sant’Angelo con il concerto/racconto “Memorie di Adriano. Scarpati legge Yourcenar”. L’attore romano ha dato “voce” all’imperatore Adriano e alle sue memorie in un racconto malinconico sotto forma di lettera autobiografica indirizzata al giovane Marco Aurelio.

TOP