Isabella Polimanti

Articoli di Isabella Polimanti

Domenica, 31 Gennaio 2016 15:52

Jesus Christ Superstar - Teatro Sistina (Roma)

È un successo travolgente ancora oggi, dopo più di venti anni di rappresentazioni, la mise en scène di Jesus Christ Superstar, leggendaria opera rock nata dalla penna di Tim Rice e Andrew Lloyd Webber. Massimo Romeo Piparo, direttore artistico del Teatro Sistina, ne firma la regia in un’edizione in lingua originale che ha raggiunto la cifra ragguardevole di oltre 1600 repliche. Reduce dal successo conseguito nella tournée che si è conclusa da poco in Olanda, lo spettacolo torna al Teatro Sistina dopo lo straordinario consenso di pubblico e critica riscosso nella passata stagione.

Martedì, 29 Dicembre 2015 18:53

Storie di Claudia - Teatro Quirino (Roma)

Grande attesa e molta curiosità per il ritorno in scena, dopo tredici anni, di Claudia Gerini. Lo spettacolo, che ha debuttato al Teatro Quirino nella serata del giorno di S. Stefano, non delude le aspettative. Scritto dalla stessa Gerini insieme a Giampiero Solari (che ne cura anche la regia), a Paola Galassi e a Michela Andreozzi, “Storie di Claudia” - che, nonostante il titolo, non è uno spettacolo strettamente autobiografico - è un racconto delicato, appassionato, un mix elegantemente composto tra ricordi, desideri, sogni e racconti di vita vera. Resterà in scena al Teatro Quirino di Roma fino al 17 gennaio.

È on line il numero 8 del periodico “IL SONNAMBULO - Almanacco d'inizio Secolo”, il consueto appuntamento mensile con le attività e le iniziative del Progetto Carissimi Padri. Anche per il mese di novembre è previsto un fitto programma di appuntamenti: spettacoli, concerti, laboratori, lezioni-spettacolo, cene-spettacolo e ben tre appuntamenti con la lettura a puntate del capolavoro di Thomas Mann “La Montagna Incantata”. In attesa del debutto dello spettacolo finale il 7 gennaio al Teatro Storchi di Modena, si prevede un periodo natalizio fatto, non di vacanze, ma di prove intense e blindatissime. Nel frattempo, mentre si attendono le “Istruzioni”, vediamo nel dettaglio gli appuntamenti di novembre.

Lunedì, 19 Ottobre 2015 17:41

Tempeste Solari - Teatro Eliseo (Roma)

Dal 13 ottobre al 1 novembre. Al Teatro Eliseo va in scena “Tempeste Solari”, il nuovo spettacolo scritto e diretto da Luca De Bei, che coinvolge e commuove con cifra autorale e raffinatezza registica inconfondibili. Le vicende di una famiglia borghese disintegrata, le angosce individuali dei suoi componenti e la minaccia di un’incombente tempesta magnetica. Divorzi, insoddisfazioni, fallimenti per sei personaggi che si ricongiungono ma non si incontrano mai completamente. La malattia e la prossima morte del padre, interpretato da Ugo Pagliai, portano la famiglia a riunirsi in ospedale, al suo capezzale. C’è l’ex moglie impegnata a combattere l’incedere del tempo, e ci sono i figli con i loro rapporti deteriorati: uno è incapace di costruire relazioni mature, l’altra è alle prese con un matrimonio allo sfacelo. Si incontreranno, chiariranno i loro legami e li faranno esplodere. Come tempeste solari.

La lunga notte dei sonnambuli a Cesena. Instancabili, infaticabili, inarrestabili, gli attori del gruppo di lavoro del progetto “Carissimi Padri” - Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Lino Guanciale, Diana Manea, Eugenio Papalia, Simone Tangolo e Olimpia Greco - orchestrati magistralmente dalla regia di Claudio Longhi e dalla “bacchetta” di Giacomo Pedini, hanno infiammato di energia e di caloroso entusiasmo il Teatro Alessandro Bonci di Cesena. Insieme agli attori, nella piovosa serata del 10 ottobre, 150 impavidi cittadini hanno portato in scena gli esiti dell’Atelier “Il Gran Valzer dei Sonnambuli - Per un esame di (in)coscienza del mondo di ieri”.

Per la movimentata e originale presentazione della stagione 2015-2016, il Teatro dell’Orologio propone al pubblico un’immagine “reale”. Giocando sul doppio senso della parola, sceglie, per la campagna di comunicazione, il claim CAMBIAMENTO REALE.

Dal 17 al 27 settembre. Un’icona della storia dello spettacolo italiano, una donna di profonda sensibilità, arguta, ironica, un’attrice che coniuga sapientemente, determinando la propria riconoscibile cifra stilistica, ironia e riflessione, garbo e incisività, indagine affilata delle dinamiche umane e levità di spirito. Franca Valeri apre la scena della stagione teatrale del Teatro della Cometa con una commedia di cui è anche autrice, "Il cambio dei cavalli". Un gioiello drammaturgico che mette a confronto tre generazioni diverse. Un testo raffinato, scritto con sguardo indagatorio, e distaccato al tempo stesso, verso l’animo irrisolto di un uomo.

Dopo la breve pausa estiva sono riprese, con il consueto vigore creativo, le intense attività del progetto “Carissimi Padri - Almanacchi della Grande Pace (1900-1915)". Ideato e diretto da Claudio Longhi, promosso da Emilia Romagna Teatro Fondazione, il progetto culturale prosegue la sua attività con incontri, cene-spettacolo, letture, laboratori e un Atelier che si svolgerà a Cesena presso il Teatro Bonci. Così come fu per “Il Ratto d’Europa”, anche “Carissimi Padri” culminerà in uno spettacolo finale che sarà in scena al Teatro Storchi di Modena dal 7 al 17 gennaio 2016.

È entrato nel vivo il progetto Carissimi Padri con l’avvio delle prove dello spettacolo finale che debutterà a gennaio 2016 al Teatro Storchi di Modena. Spettacolo di cui non si conosce ancora il titolo, ma si sa già che non sarà certamente lo stesso del progetto. Ed è partita una vera e propria gara a chi lo scoprirà per primo. Quel che è certo, invece, è che le prove sono oggetto di un duro addestramento per i nostri cari “soldattori”. Sotto l’egida del “General Longhi” e in un luogo segreto e blindatissimo, si prova lo spettacolo che sarà la realizzazione di un “triplice” ed entusiasmante viaggio negli anni che hanno preceduto lo scoppio della Prima Guerra Mondiale, la cosiddetta Belle Époque.

Aria di grande rinnovamento alla conferenza stampa di presentazione della Stagione Teatrale 2015/2016 del Teatro Eliseo e del Piccolo Eliseo. In una gremita sala del Palazzo delle Esposizioni un emozionatissimo Luca Barbareschi prende la parola dopo la piacevole introduzione di Franco Di Mare, chiamato a condurre la presentazione. Con la voce spezzata dall’emozione dei ricordi e del prossimo importante traguardo anagrafico (compirà 60 anni l’anno prossimo), introduce - dopo l’intervento dell’Assessore Marinelli e prima di passare alla presentazione degli spettacoli in cartellone - le novità “dirompenti” che renderanno il teatro più glorioso di Roma un polo d’eccellenza. L’obiettivo è creare una “community”, realizzare un punto di aggregazione che possa ampliare la possibilità di offerte culturali. Non solo spettacoli, ma una commistione sinergica tra arte e scienza, tra intrattenimento e servizi di accoglienza, scuola di recitazione e formazione, bar e servizi di ristorazione.

TOP