Isabella Polimanti

Articoli di Isabella Polimanti

Anche questa settimana il panorama teatrale romano offre la possibilità di una scelta ricca e variegata che va dalla drammaturgia contemporanea ai classici rivisitati, dalla commedia brillante sino al musical e agli spettacoli di improvvisazione.

Siamo giunti al secondo appuntamento con l’Agenda Teatrale di SaltinAria. Anche questa settimana la scena romana offre grandissima varietà di appuntamenti, con debutti e novità davvero interessanti. Prima di passare ai consigli teatrali della nostra rubrica SaltaInTeatro, vogliamo ringraziare tutti i lettori che hanno accolto con curiosità questo nuovo progetto, esprimendo un caloroso apprezzamento. Grazie a tutti!

A ideale completamento del progetto “Roma per Pasolini”, percorso iniziato dal Teatro di Roma per celebrare la ricorrenza del quarantennale della morte del grande poeta e drammaturgo, andrà in scena sul palco del Teatro Argentina dal 26 ottobre, in prima nazionale, “Ragazzi di Vita” con la regia di Massimo Popolizio.

Una settimana teatrale densa di appuntamenti imperdibili. La scena romana offre, nella settimana in cui inauguriamo questa nuova rubrica, una sorprendente varietà di spettacoli. Abbiamo selezionato, per voi lettori di SaltinAria, un insieme di proposte che riteniamo particolarmente interessanti e che vi raccontiamo in questo primo capitolo di SaltaInTeatro.

Quanto sono importanti le parole in una relazione sentimentale? Rappresentano “il terminale sonoro dell’anima, della mente e dei sentimenti”, secondo la significativa definizione che Gigi Proietti, regista dello spettacolo “Parole Parole Parole” in scena in questi giorni al Teatro Sala Umberto, fornisce nelle sue note di regia. Ma cosa succede quando una relazione amorosa nasce tra un giovane balbuziente logorroico e una ragazza bella e disinvolta che invece fa della parola un uso abile e articolato? Ne vien fuori una commedia godibilissima, dai toni delicati, che alterna momenti di leggerezza a sprazzi di riflessione più intimistica.

"Bellezza è verità, verità bellezza, questo solo sulla Terra sapete, ed è quanto basta”. Cita John Keats il direttore del Teatro di Roma Antonio Calbi, pronto ad introdurre le novità della stagione 2016-2017. “Un verso che mi pare si adatti bene al Teatro, che è il luogo della verità e insieme della bellezza, dell’invenzione, della poesia”. Si rivolge subito alle istituzioni presenti sul palco, esortando il Sindaco Virginia Raggi e l’Assessore alla Cultura della Regione Lidia Ravera a marcare l’attenzione in una visione pubblica del Teatro di Roma, una realtà artistica che intende proseguire il suo percorso di rinascita culturale di Roma.

Presentata la nuova stagione con grandi protagonisti, un’offerta ampia, una contaminazione di generi tra proposte innovative e grandi classici. Un mix vincente di teatro, musica, e danza creato dallo spirito visionario del direttore artistico Massimo Romeo Piparo.

Declina i titoli dei film di 007 la campagna grafica della stagione 2016/2017 del Teatro Sala Umberto e, al motto di “Licenza di Ridere”, il direttore artistico Alessandro Longobardi accoglie pubblico e stampa per la presentazione di una stagione che si preannuncia ricca, variegata, e di grande spessore.

E se fosse possibile riavvolgere la bobina del nostro tempo e tornare a quel decennio rivoluzionario che sono stati gli anni '70? Se potessimo tornare indietro, e fermare la macchina del tempo prima di quel confine temporale che ha segnato il preludio all’era del digitale? Rivivere quelle stesse atmosfere, ricordarne le tradizioni, rievocarne usi e costumi, e sorprendersi a scoprire che non si stava poi così tanto male? Con Michela Andreozzi“A Letto dopo Carosello… Deluxe”, lo spettacolo in scena al Teatro Sala Umberto fino al 22 maggio, si può.

Torna dopo due stagioni, e dopo lo straordinario successo riscosso nelle tre edizioni televisive, nel Teatro che ormai considera un po’ suo. Massimo Ranieri incanta il Teatro Sistina con “Sogno e Son Desto... in Viaggio”, lo spettacolo ideato e scritto con Gualtiero Peirce che resterà in scena fino al 24 aprile.

TOP