Alessandro Fabrizi

Articoli di Alessandro Fabrizi

Principalmente è un libro formato da belle fotografie che ripercorrono la storia di questo importantissimo musicista italiano: soltanto nelle ultime pagine si possono trovare racconti su come sono nati molti suoi cd e canzoni. Non è una biografia e quindi non si può avere da questo libro nessun tipo di aspettativa al riguardo.

Mancano pochissimi giorni a Natale e la maratona degli ultimi acquisti è alla fase finale. Se siete disperati e non sapete cosa regalare a parenti, amici o zii? Potreste entrare in qualche bella libreria e regalare un libro.

Non sono molti i libri che durante la lettura mi hanno provocato forti emozioni che siano esse di gioia, paura, felicità o angoscia: tra questi romanzi vi è sicuramente da annoverare “La strada” di McCarthy.

Martedì, 02 Dicembre 2014 19:46

"I Tre moschettieri" di Alexandre Dumas

La collana "Fiabe e storie" della Donzelli editore si arricchisce con una interessantissima ristampa del famosissimo libro di Alexandre Dumas "I tre moschettieri".
Sull'autore del volume e sulla sua opera tutto quello che si doveva e poteva dire è stato detto e aggiungere una parola in più risulterebbe un semplice esercizio di stile a cui vorrei assolutamente sottrarmi.

Sette tipi di ambiguità di Elliot Perlman è un libro che bisognerebbe leggere e non fidarsi della sensazione, iniziale, e assolutamente errata, di trovarsi di fronte all'ennesima mattonata di settecento pagine. Se si legge il romanzo di Perlman si avrà l'opinione opposta e cioè quella di trovarsi di fronte ad un'opera che al di là della sua mole ha una fluidità invidiabile: la storia viene costruita e narrata per essere divorata del lettore senza avere mai la percezione di avere fra le mani il solito lavoro stirato e allungato con il mattarello.

"L’eterna clessidra dell’esistenza viene sempre capovolta, e tu con essa, granello di polvere”. Cit. Nietzsche

Il consiglio di questa settimana potrà risultare come un suggerimento scontato poiché questa volta si vola in Portogallo per parlare di uno dei libri capolavoro del premio Nobel per la letteratura José Saramago.

La lettura è il passaporto che ci permette di andare dove vogliamo, di conoscere paesi lontani e di superare qualsiasi frontiera: i libri sono uno strumento formidabile di conoscenza di culture diverse dalla nostra.

Ci sono degli autori italiani, viventi e non, che devono essere letti almeno una volta nella vita, anche solo per dire: “Questo scrittore non mi piace, abbandono il libro”. Ribadire fortemente il sacrosanto diritto di ogni lettore di non finire un romanzo: "sprecare tempo a leggere un libro che non piace, quando potremmo impiegare lo stesso tempo a leggerne uno migliore?” non poteva essere più chiaro Pennac a esplicitare tale concetto. Però, da bravi lettori incalliti quali siamo, non possiamo non sperimentare, spaziare o andare alla ricerca di scrittori nuovi che non sono sempre vicini ai nostri gusti.

Alzi la mano chi non ha mai sentito parlare del Don Chisciotte, la monumentale opera dello spagnolo Miguel de Cervantes uno dei padri della letteratura europea.

Pagina 3 di 5
TOP