Alessandra Quintavalla

Articoli di Alessandra Quintavalla

Dal 15 al 26 gennaio al Piccolo Teatro di Milano è andata in scena “La commedia della vanità”, composta nel 1934 dallo scrittore bulgaro Elias Canetti, premio Nobel per la Letteratura nel 1981, per la regia di Claudio Longhi, che porta sul palco ventitre attori e due musicisti, in un’opera che immagina le conseguenze di un mondo in cui viene bandito l’uso di specchi, foto, ritratti e di ogni strumento con cui contemplare se stessi.

Scritta da Vahè Katchà, autore francese di origine armena, la commedia “La cena delle belve (Le repas des fauves)” - in scena al Teatro Carcano di Milano fino al 19 gennaio - nasce da un magnifico testo in cui ironia e dramma dialogano senza sosta. Uno dei maggiori successi delle ultime cinque stagioni parigine, vincitrice anche di tre Premi Molière per il miglior spettacolo, miglior adattamento e migliore regia, in Italia arriva diretta da Julien Sibre e Virginia Acqua e si avvale della traduzione e dell’adattamento di Vincenzo Cerami, scrittore, sceneggiatore e drammaturgo di fama internazionale.

Il Teatro Franco Parenti ha festeggiato l’ultimo giorno dell’anno passato e la prima settimana del 2020 con “Garden Party”: una creazione collettiva della francese Compagnie N°8, diretta da Alexandre Pavlata, e portata in scena da nove meravigliosi interpreti che danno luogo ad una vera e propria festa di linguaggi espressivi a cui manca solo la parola!

Lunedì 11 novembre, al Teatro Carcano di Milano, è andato in scena il primo appuntamento de “Il carattere degli italiani - Lezioni di Storia” a cura di Editori Laterza, un viaggio fatto di racconti attraverso l’analisi di alcuni dei personaggi più importanti che hanno contribuito a formare la cultura collettiva del nostro Paese, così com’è percepita da noi e da chi ci guarda dall’estero. Si parte con “Dante Alighieri. Una patria lontana”, spettacolo/lezione a cura di Chiara Mercuri, insegnante di Esegesi delle fonti medievali all’Istituto Teologico di Assisi, e autrice di diversi studi scientifici.

Domenica, 13 Ottobre 2019 20:35

Raoul - Piccolo Teatro Strehler (Milano)

Magiche vibrazioni, creature fantastiche, lucciole, voli pindarici e desideri lontani si fanno spazio nei sogni e negli incubi di “Raoul”, il raffinato e fantastico spettacolo di James Thierrée, artista a tuttotondo, andato in scena al Piccolo Teatro di Milano dal 9 al 13 ottobre.

Odore di legno, di farina, di campo, di fieno e di cavalli, si respira sotto il cielo stellato del villaggio dove prende vita “Coltelli nelle galline”, il nuovo spettacolo di Andrée Ruth Shammah, tratto dal testo del pluripremiato autore scozzese David Harrower, con i bravi Eva Riccobono, Maurizio Donanoni e Pietro Micci. Presentato al Napoli Teatro Festival e al Festival Dei 2Mondi di Spoleto, oggi è in scena al Teatro Franco Parenti fino al 20 ottobre.

Lunedì 21 gennaio il Piccolo Teatro Strehler ha ospitato “Symphonic Bop”, primo appuntamento della XXI edizione di Orchestra Senza Limiti, organizzato dall’Associazione Culturale Musica Oggi in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano - Teatro d’Europa. La prima italiana di un evento di grande rilievo musicale, realizzato dal Trio Vein con la Civica Jazz Band, guidata da un carismatico Enrico Intra, direttore dell’orchestra.

Sabato, 09 Dicembre 2017 21:45

EsotericArte - Teatro Vittoria (Roma)

Dal 27 al 29 novembre è andato in scena, al Teatro Vittoria di Testaccio, “EsotericArte”, uno spettacolo che racconta in maniera non convenzionale la storia dell’arte medievale, con Elio Crifò e la partecipazione del professor Vittorio Sgarbi. Nato da un’idea di Stefano Baldrini, scritto e diretto dallo stesso Crifò, il testo si avvale della supervisione della professoressa Annamaria D’Achille, docente di Storia dell’Arte Medievale presso La Sapienza di Roma.

“The Conductor”, presentato dalla compagnia inglese “La compagnie des divins animaux” al Roma Fringe Festival il 13, 14 e 15 settembre e vincitore della Menzione Speciale Laici.it, è un adattamento teatrale di Mark Wallington e Jared McNeill, diretto dallo stesso McNeill. Il lavoro si ispira al romanzo di Sarah Quigley, da cui prende anche il titolo. Interpretato da Joseph Skelton e Deborah Wastell e impreziosito dalle musiche di Dmitrij Šostakovič suonate dal vivo da Daniel Wallington, lo spettacolo racconta la storia che si nasconde dietro la creazione della Sinfonia n.7 (in DO maggiore, Op.60, 'Leningrado') scritta dal famoso compositore russo nel 1941 durante l’assedio di Leningrado. Una storia vera ma poco conosciuta che mostra come, nonostante i bombardamenti e tutte le atrocità della guerra, la musica di Šostakovič permise alla gente di salvare la propria speranza.

Volge quasi al termine il Roma Fringe Festival 2017, la grande festa del Teatro indipendente di Roma, arrivata alla VI edizione, che quest’anno è tornata dal 30 agosto al 23 settembre a Villa Mercede (San Lorenzo). In programma oltre 150 appuntamenti tra prime italiane e internazionali, nuove drammaturgie, stand up comedy, teatro civile, performance art e provocatori riadattamenti di grandi classici. È proprio all’intersezione di queste ultime due tipologie di proposte che incontriamo “Metamorfosys.0”, un lavoro di Vittoria Faro, che ci mostra una nuova umanità, l'inizio di un altro mondo libero ma schiavo, non più così umano, guidato da un dio/macchina chiamato MEMORIA.

Pagina 1 di 4
TOP