Dopo l'apertura del Festival ExPolis (14-29 maggio), organizzato dal Teatro della Contraddizione, con la “vita danzata” della Balerhaus, il viaggio del TdC prosegue con la prima Camminata Archemica, dedicata “Alla Vita Invisibile”.

Un modo creativo per accorciare le distanze, poiché forse è diventato necessario avvicinarci. Ma avvicinarsi tra chi? Dove? E soprattutto, in che modo? Il Teatro della Contraddizione di Milano il 18 novembre ha presentato La Camminata Archemica - “Deviazioni”, una passeggiata nel quartiere di Porta Romana dedicata ad un massimo di 30 partecipanti (progetto che riprenderà il prossimo maggio con il Festival ExPolis 2015). Ad avvicinarsi qui sono gli artisti, gli spettatori, gli abitanti, la città. Si avvicinano mentre camminano per la strada, tra i luoghi urbani di ogni giorno; mentre sostano davanti e dentro ai negozi, in metro, per le scale, all’interno di un appartamento sconosciuto, sotto un arco all’aperto. Percorrendo insieme gli spazi. Creando un’altra città solo attraverso un nuovo sguardo: in fondo è sufficiente quello per cambiare le cose.

TOP