Dal 28 gennaio al 16 febbraio. Lo spettacolo è tratto dal libro di Nicolai Lilin, Educazione siberiana (edito da Einaudi), crudo resoconto di significativa appartenenza agli Urka siberiani, ultimi discendenti di una stirpe guerriera feroce ma piena di onore. Quando Lilin nasce in Transnistria, regione dell’ex Unione Sovietica oggi Moldova, la criminalità dilagante è l’unica certezza per un bambino come lui, cresciuto nel culto delle armi, che vengono esposte in ogni casa ai piedi delle icone religiose, come fossero anch’esse ammantate di sacralità. Educazione siberiana è un moderno racconto di formazione. Da un lavoro a stretto contatto con Lilin, la compagnia NesT diretta da Giuseppe Miale di Mauro ha tratto uno spettacolo strutturato come una discesa nell’inferno dei dieci comandamenti dell’educazione degli Urka.

TOP