Il Sistina è tornato, il Sistina c'è - la stagione 2014/2015

Scritto da  Giovedì, 05 Giugno 2014 

Al gioioso grido di “Il Sistina è tornato, il Sistina c'è”, il direttore artistico Massimo Romeo Piparo, forte del grande successo della scorsa stagione, ha presentato ieri il nuovo cartellone dello storico teatro romano. Enrico Brignano, Enrico Montesano e Pippo Baudo, Enzo Iacchetti e Marco Columbro, Vittoria Belvedere e Luca Ward, Simona Marchini diretta da Gigi Proietti, Arturo Brachetti: ecco chi saranno i protagonisti del 2014/2015 al Teatro Sistina. 7 spettacoli per grandi interpreti e grandi classici, questa è la formula di una stagione che non osa ma mira al successo puntando su titoli intramontabili, graditi ritorni, volti amati e quella tradizionale leggerezza che ha fatto grande il Sistina.

220.000 spettatori e 10 milioni di incasso per 200 giornate di rappresentazioni, 540 ore di spettacolo e 650 tra artisti e tecnici sul palco: sono solo alcuni numeri a testimonianza del successo registrato dal Teatro Sistina durante la scorsa stagione, la prima sotto la direzione artistica di Massimo Romeo Piparo. Numeri felici e beneauguranti: per la nuova stagione si riparte da qui.

 

Ieri, alla conferenza stampa di presentazione del nuovo cartellone, all'appello non mancava nessuno: Baudo, Belvedere, Brachetti, Brignano, Columbro, Iacchetti, Marchini, Montesano, Ward. Gigi Proietti, regista ma non interprete per questa stagione, si è seduto in mezzo al pubblico per non togliere spazio agli attori ma inevitabilmente è stato citato, ringraziato, applaudito. Piparo ha illustrato la stagione lasciando poi subito la parola ai protagonisti, in un clima goliardico e spontaneo. Per molti, quasi per tutti, si tratta di una conferma su questo palco, di un ritorno a casa, di un atto d'amore verso quello che è il tempio della commedia musicale e verso la memoria di Garinei.

 

Piparo ha scelto di inaugurare la nuova stagione, il 3 ottobre, proprio con un omaggio al Sistina, unico Teatro Stabile della Commedia Musicale in Italia. L'onore del debutto di “Sistina Story” è affidato a due volti storici: Pippo Baudo, nelle a lui ben note vesti di conduttore/narratore, ed Enrico Montesano che “torna a casa” per raccontare, in una carrellata di musiche intramontabili, monologhi e divertimento, le pagine più belle del Teatro Sistina. E chi meglio di lui, che calcò questo palcoscenico in 7 commedie musicali e passò 25 anni al fianco di Garinei, può far rivivere quell'atmosfera magica? E Montesano non solo torna, ma raddoppia: sarà nuovamente in scena anche per due settimane a gennaio con “C'è qualcosa in te”, la sua commedia musicale già andata in scena al Brancaccio.

 

I grandi musical saranno rappresentati da “Tutti insieme appassionatamente” e “Billy Elliott”. Il primo, proposto in versione integrale nel cinquantesimo anno dall'uscita del famoso film con Julie Andrews, sarà lo spettacolo per tutta la famiglia che allieterà le feste di Natale e vedrà ricomporsi la coppia formata da Luca Ward e Vittoria Belvedere, già acclamati protagonisti di oltre 170 repliche di “My Fair Lady”, che per l'occasione saranno accompagnati in scena da sette bambini tra i 4 e i 17 anni. La prima assoluta italiana di “Billy Elliott”, invece, sarà il gran finale di stagione a partire dal 5 maggio. Alla PeepArrowEnt. di Piparo sono serviti sei anni di lavoro per ottenere i diritti ma ora la storia del ragazzino col sogno di diventare ballerino classico è pronta per il palcoscenico del Sistina. Film pluripremiato e poi musical dallo strepitoso successo in tutto il mondo, “Billy Elliot”, accompagnato dalle musiche di Elton John, vedrà danzare sul palco un nuovo talentuoso interprete. A questo proposito, è importante sottolineare la lodevole iniziativa di Piparo di fondare un'Accademia del Sistina rivolta ai bambini, giovani talenti da formare e da portare sul palco nelle numerose produzioni del teatro.
Ancora commedia musicale firmata PeepArrowEnt. con “Il vizietto - La cage aux folles”, in scena da fine ottobre. La coppia Enzo Iacchetti-Marco Columbro, dopo due anni ininterrotti di successi e record in giro per l'Italia, porta un'ultima volta sul palco una delle commedie più amate dal pubblico, divertente e delicata, fedele al film originale con Ugo Tognazzi.

 

Torna al Sistina anche il trionfatore della passata stagione. Enrico Brignano, in partenza per gli Stati Uniti per portare il suo Rugantino anche a Broadway, tornerà al Sistina dal 27 gennaio per presentare il suo nuovo spettacolo. Lavori in corso e titolo in via di definizione, ciò che l'attore anticipa è solo che durante lo spettacolo si cercherà di trovare un senso (in puro stile Brignano) alla nostra evoluzione, il tutto condito da musica e da un forte impatto visivo grazie a un enorme schermo che occuperà l'intero palco.

 

Nuovo spettacolo, dal 10 aprile, per il grande trasformista Arturo Brachetti, stavolta accompagnato dal duo comico Luca&Tino, dal giovane illusionista Luca Bono e dall'eclettico Francesco Scimemi. L'ispirazione per lo spettacolo gli è arrivata dopo aver visto una foto che ritraeva un deposito bagagli abbandonato in India, tanti oggetti, tante valigie, tante storie da raccontare. Con “Brachetti che sorpresa!” ci aspetta quindi uno spettacolo non di solo illusionismo e trasformismo, ma di tante altre performance, dalle ombre cinesi ai disegni su sabbia in un omaggio a Tim Burton. Spazio alla fantasia...

 

Altro atteso ritorno, dal 18 novembre, sarà quello di Simona Marchini con uno spettacolo molto particolare, “da camera”, già andato in scena al Teatro Ambra Jovinelli. Con la preziosa regia di Gigi Proietti, “La Mostra” racconta la colorita vita dell'attrice, una storia curiosa inserita in un contesto particolare (la galleria d'arte fondata da suo padre) che diventa pretesto per parlare d'arte e fare arte.

 

Questi i sette spettacoli in abbonamento. Come di consuetudine però la stagione del Sistina andrà arricchendosi anche, tra uno spettacolo e l'altro, di eventi unici e di genere diverso. Serate comiche con volti televisivi amati dai giovani, Angelo Pintus, Giuseppe Giacobazzi e Andrea Pucci; musica d'autore a dicembre con il pianista e cantautore Paolo Conte; infine, dopo il successo dello scorso anno, una nuova serata-evento in cui il Premio Nobel Dario Fo tornerà a raccontare l'Italia.

 

Non è quindi una stagione che “azzarda”, quella del Sistina, non sperimenta. Volutamente fedele alla tradizione del teatro romano, la scelta di Piparo va ai grandi classici, ai riferimenti cinematografici, ai titoli e ai molti volti di successo amati dal pubblico. E i risultati dicono che non sbaglia.

 

 


Teatro Sistina - via Sistina 129, 00187 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 392/8567896 oppure 06/4200711, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Botteghino: dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 19.00 - domenica dalle 11.00 alle 19.00

 

Articolo di: Michela Staderini
Grazie a: Federica Fresa e Laura Fattore, Ufficio stampa Teatro Sistina
Sul web: www.ilsistina.it - www.ticketone.it - www.boxtickets.it

TOP