Teatro Sette: “Chi non ride mai non è una persona seria”, la stagione 2016/2017

Scritto da  Venerdì, 16 Settembre 2016 

Dopo le citazioni legate a Marziale e a San Paolo, quest’anno il Teatro 7 ha scelto di fare appello ad un aforisma di Chopin per connotare la sua nuova programmazione. A succedersi sul palcoscenico, saranno Massimo Wertmuller, Michele La Ginestra, Nicola Pistoia, Claudio Gregori, Sergio Zecca, Giulia Ricciardi, Federica Cifola, Beatrice Fazi, Fabio Avaro, Marco Falaguasta, Gianni Ferreri e Daniela Morozzi. La presentazione della stagione e l’intervista al direttore artistico Michele La Ginestra.

 

Sono trascorsi vent’anni da quando il Teatro Sette ha aperto per la prima volta le tende del sipario davanti al pubblico e da allora molta strada è stata fatta. Così quella realtà, da piccola che era, si è trasformata in un punto di riferimento nel panorama artistico romano attirando anche nomi di grandi esponenti del settore come quello di Massimo Wertmuller e Nicola Pistoia, tanto per citarne alcuni.

Grazie all’impegno, alla dedizione e, perché no, all’intuito del direttore artistico Michele La Ginestra, la scelta di prediligere l’allestimento di testi conditi da venature umoristiche mai banali, che fanno appello all’immaginazione pur richiamandosi sempre e comunque alla quotidianità, ha consentito alla struttura di fidelizzare tanti spettatori e di oltrepassare, già nel corso della passata stagione, l’ambiziosa meta dei mille abbonati.

Per quanto riguarda la programmazione 2016-2017, la cui presentazione è stata di per sé un piccolo spettacolo di improvvisazione messo su da Michele La Ginestra e da Sergio Zecca, l’avvio è affidato a «B.L.U.E (musical completamente improvvisato)», a partire dal 20 settembre, con la compagnia «I Bugiardini», diretta da Fabrizio Lobello. Il 27 sarà la volta di Gabriele Carbotti, Fabrizio D’Alessio e Andrea Dianetti alle prese con «Claustrofobia» di Gianni Quinto, e diretti da Alberto Ferrari. «Prendo in prestito tua moglie» arriverà l’11 ottobre, e vedrà in scena Roberta Scardola, Daniele Locci, Marco Russo, Filippo Valastro, Emiliano Lana e Monica Falconi.

Il 18 ottobre tornerà quel gioiello di scrittura e di interpretazione che è «Il Pellegrino», uscito dalla penna di Pierpaolo Palladino e proposto allo spettatore da un incredibile Massimo Wertmuller, fluidamente impegnato a vestire con maestria ed abilità i panni di ben 26 personaggi diversi per sesso, cultura, livello sociale ed orientamento politico.

Frequentatore abituale delle precedenti stagioni è Marco Zadra che, questa volta, allestirà «Ladri di battute» (dal 1° al 27 novembre). La new entry dell’anno è Marco Falaguasta che, accompagnato da Marco Fiorini e Mimmo Ruggiero, sarà impegnato con «Come tre aringhe», dal 29 novembre al 23 dicembre.

A sedici anni di distanza dalla prima volta in cui lo propose, il padrone di casa Michele La Ginestra assieme al bravissimo Sergio Zecca, ha deciso di ripresentare un testo di Massimiliano Bruno, «Due di notte», con repliche dal 27 dicembre al 22 gennaio.

Arriverà poi, a partire dal 24 gennaio, «Le bisbetiche stremate», terzo capitolo di una sorta di ideale trilogia dopo «Parzialmente stremate» e «Stremate dalla Luna». Michele La Ginestra dirigerà l’esuberante trio composto da Giulia Ricciardi, Beatrice Fazi e Federica Cifola.

Andrea Perrozzi e Alessandro Salvatori saranno i protagonisti di «Io non posso entrare» di Manuela D’Angelo, per la regia di Paola Tiziana Cruciani (dal 14 a 26 febbraio), mentre Nicola Pistoia - accompagnato da Francesco Stella, Ariele Vincenti e Giordana Morandini -, sarà sul palco con «Cose popolari», a partire dal 28 febbraio.

Dopo il grande successo ottenuto al Golden, la divertente pièce «Chiamalo ancora amore» - scritta dal consolidato gruppo autoriale composto da Toni e Augusto Fornari, Andrea Maia e Vincenzo Sinopoli -, trasloca al Sette dove verrà interpretata dall’affiatata coppia composta da Daniela Morozzi e Gianni Ferreri (noti al grande pubblico televisivo per aver ricoperto i ruoli di Vittoria Guerra e Giuseppe Ingargiola nella fiction "Distretto di Polizia").

Federica Cifola, diretta da Marco Terenzi, arriverà il 4 aprile con «Mamma…zzo…due anni dopo!», mentre Claudio Gregori, in arte Greg, si cimenterà a partire dal 18 aprile con «L’accendino magico». Infine, in chiusura di stagione, dal 2 al 14 maggio, Fabio Avaro ed Enzo Casertano proporranno «Un per cento», di Francesco Stella, con la regia di Francesco Apolloni.

Nel corso dell’anno, ogni sabato pomeriggio ci sarà una rassegna dedicata ai più piccoli, curata da Tiko Rossi Vairo. Sei i lavori che verranno allestiti: «La storia di Roma»«Odissea», «Tutti i colori di Babbo Natale», «La famiglia Transilvanya», «Il mio nome è…uomo ragno» ed un ultimo testo il cui titolo è ancora da definire. Infine, proseguiranno anche nel corso della stagione 2016-2017 i laboratori diretti da Sergio Zecca.

Per capire un pochino meglio i pregi del palco del Sette, abbiamo rivolto qualche domanda al suo direttore artistico, Michele La Ginestra.

Allora, com’è cresciuto il tuo teatro in questi venti anni di attività?
«In modo esponenziale! Eravamo solo io e un paio di volontari, ora vantiamo nove dipendenti a tempo indeterminato, ed un'organizzazione che fa sì che il Teatro 7 sia una delle strutture più interessanti del panorama romano, nonostante i suoi soli 150 posti. Abbiamo ristrutturato tre volte lo spazio, abbiamo corteggiato l'innovazione tecnologica, per stare al passo coi tempi...e si vede!».

Il Teatro 7 sta diventando sempre di più una realtà di riferimento a Roma: oltre ad avere in cartellone degli habitué (vedi Marco Zadra), oggi offri lo spazio ad attori come Massimo Wertmuller, Nicola Pistoia - che comunque sono già di casa -, Marco Falaguasta, Greg, Gianni Ferreri, Daniela Morozzi. Come si arriva a questo risultato?
«Mi sono reso conto che la nomea che accompagna il Sette è quella di un teatro giovane, attivo, familiare, dove si possa portare avanti un discorso di drammaturgia brillante ed intelligente, dando spazio a generi teatrali differenti. I miei amici artisti lo hanno constatato personalmente e mi hanno onorato, chiedendomi di far parte della nostra realtà. Penso che sia uno dei più grandi attestati di stima che abbia ricevuto in questi anni di attività; logicamente, tutto ciò non sarebbe accaduto se non fossimo stati premiati principalmente da parte di un pubblico affezionato, che ci sostiene da anni e che continua a crescere sempre di più».

Lo scorso anno avete raggiunto il traguardo prefissato, quello dei mille abbonamenti. Qual è la sfida per il prossimo futuro?
«Aspiro ai 1300...dopo il consenso della scorsa stagione e con un cartellone ricco come quello di quest'anno, una crescita del 30% me l'aspetterei...mi volete deludere?»

Dopo sedici anni riporti in scena, assieme a Sergio Zecca, «Due di notte», lo spettacolo che in qualche modo ti ha permesso di farti conoscere da Pietro Garinei e di arrivare a vestire i panni di Rugantino. Quest’anno lo stesso lavoro anticiperà il tuo ritorno al Sistina. Se potessi allestirlo nuovamente in un tempo non meglio precisato, a quale ambizioso sogno legheresti questa rappresentazione?
«Sinceramente, io sono molto soddisfatto di quello che già faccio...passo dopo passo ho realizzato i miei sogni nel cassetto, soprattutto, quello di poter dire qualcosa di mio da palcoscenici via via sempre più grandi. Mi reputo "teatralmente appagato"...l'unico gioco potrebbe essere quello di "Aggiungi un posto a tavola": appagherei, più che un sogno, una caparbia impuntatura...ma abbiamo tempo, il personaggio di don Silvestro non ha età».


Teatro Sette - via Benevento 23, 00161 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06.44236382, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario botteghino: dal lunedì al sabato 10.30-21.00; domenica 16.00-18.00

Articolo di: Simona Rubeis
Grazie a: Andrea Martella, Ufficio stampa Teatro Sette
In foto: Gabriele Carbotti, Fabrizio D’Alessio e Andrea Dianetti, protagonisti di "Claustrofobia", in scena dal 27 settembre
Sul web: www.teatro7.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP