Teatro Franco Parenti: nuove possibilità di stare insieme, nuove identità dei luoghi, la stagione 2015/2016

Scritto da  Venerdì, 09 Ottobre 2015 

La nuova stagione del Teatro Franco Parenti di Milano è fortemente ancorata ai suoi spazi. La fantasia, la capacità di sognare, li attraversa tutti. C'è anche una nuova sala interrata, un buco spazioso che diventerà qualcosa di non ancora progettato; perché il Franco Parenti cambia giornalmente insieme alla città di Milano, creando nuove identità per i propri luoghi e tessendo possibilità di incontri sociali. Questo è possibile grazie al sostegno di partner istituzionali come il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Comune di Milano e la Regione Lombardia; e partner privati che considerano la crescita economica di un paese inscindibile da quella culturale e civile, come Intesa Sanpaolo, Pirelli e AcomeA.

 

Se cultura è anche percepire i segni del cambiamento, qui la sentirete. Nuovi spazi indicano nuove attività: le piscine all'interno del giardino sono quasi ultimate e la loro apertura è prevista per maggio 2016; i laboratori per bambini dai 7 ai 12 anni, di circo, teatro e musica sono da poco iniziati; la rassegna Nuovo Cinema Parenti in collaborazione con Associazione Pier Lombardo presenta 5 capolavori di Stanley Kubrick, Dai romanzi allo schermo, tra cinema, teatro e letteratura, con Corrado Tedeschi, Anna Della Rosa, Filippo Dini, Rosario Lisma, Massimo Loreto. E ancora incontri e lezioni magistrali, danza, musica jazz, un omaggio a Pasolini con due spettacoli ed una lettura di Ragazzi di vita, con la voce vibrante di Fabrizio Gifuni. E poi il teatro, dove il pubblico si specchia per cercare di intuire le nuove identità che la nostra società va assumendo.

Torna Filippo Dini, con Il coraggio di Adele e Ivanov, di Anton Cechov. Casa di bambola, di Ibsen, viene proposto filtrato dalla regia di Andrée Ruth Shammah, che si sofferma sulla solitudine dei personaggi maschili interpretati da Filippo Timi. Corrado Tedeschi, accompagnato da una pianista, una cantante ed una voce narrante, fa rivivere alcuni momenti di L'uomo che amava le donne di Truffaut. Ispirato a “La forza del carattere” di Hillman, Vecchi per niente, con Benedetta Barzini, offre uno spettacolo sulla vecchiaia proposto da Nicola Russo (qui drammaturgo e regista) con serietà ed ironia.

Mephisto, scritto e diretto da Luca Micheletti con Federica Fracassi, è una riflessione sulla volubilità dell'attore, ed anche sulla sua responsabilità da uomo. Si ride con Gianluca Ramazzotti e Antonio Cornacchione, in Ieri è un altro giorno, di Sylvain Meyniac e Jean- François Cros, per la regia di Eric Civanyan. Il giovane drammaturgo inglese Mike Bartlett, classe 1980, vede due suoi lavori in cartellone: Cock e Bull. E ancora tanti stimoli, emozioni, riflessioni: Sonia Bergamasco, ritorna con Il Ballo, Elisabetta Vergani con Medea, dal romanzo della Wolf, Giancarlo Dettori, con Giorgio ed io, quasi una confessione sul mondo teatrale e personale di Strehler; Rosario Lisma, con lo stesso cast di Peperoni Difficili, propone nella sua chiave personale, argomenti contemporanei.

É aperta la campagna Abbonamenti che propone diversi “Abbinamenti”, mini abbonamenti a tema: Serate in allegria, Gioielli di Famiglia, Inquiete energie, Impegno e provocazione, Classici Oggi, Interpreti d'eccezione raccontano il presente.

 

Teatro Franco Parenti - via Pier Lombardo 14, 20135 Milano
Per informazioni e prenotazioni:
telefono biglietteria 02/59995206, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Articolo di: Raffaella Roversi
Grazie a: Francesco Malcangio, Ufficio stampa Teatro Franco Parenti
Sul web: www.teatrofrancoparenti.it

TOP