Teatro Eliseo e Piccolo Eliseo: “Tutta un’altra città”, la stagione teatrale 2019/2020

Scritto da  Giovedì, 30 Maggio 2019 

Un’apertura da Oscar: è sulle suggestive note della musica di Nicola Piovani, colonna sonora de “La vita è bella”, che ha inizio la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione del Teatro Eliseo e del Piccolo Eliseo. Un incantevole prologo, eseguito da Europa InCanto - orchestra di giovani e talentuosi musicisti diretti dal Maestro Germano Neri - che apre con atmosfere soavi lo sguardo sugli spettacoli e sugli eventi in programma per la stagione 2019-2020.

 

Il sorriso leggiadro del Maestro Neri lascia lo spazio alla passione e alla consueta adesione emotiva di Luca Barbareschi che, raggiunto il palco, dà inizio a quello che sarà un susseguirsi di anticipazioni, aneddoti, considerazioni e ricordi con alcuni dei protagonisti degli spettacoli in programma. Attori e registi di alto profilo, e autori scelti tra coloro che hanno scritto i capolavori del Novecento, tra classici intramontabili e i migliori testi della drammaturgia moderna: Bergman, Miller, Prévert, Ibsen, Goethe, Molière e l’immancabile Shakespeare (con due opere) solo per citarne alcuni. Drammaturgia contemporanea, con prevalenza di autori italiani, è prevista invece nel cartellone del Piccolo Eliseo.

Fa subito appello al senso di comunità Luca Barbareschi, parlando del “suo” teatro. Un teatro che, grazie anche alla posizione geografica che lo colloca nel cuore di Roma, ne diviene attrazione, polo culturale, luogo di aggregazione capace di sollevare curiosità, ospitare dibattiti, dare voce alle tradizioni, alla storia, al pensiero. Cita in proposito Jefferson: “We, people”, per sottolineare con forza e convinzione l’importanza del “noi”: “Riportare il noi al centro fa di questo teatro, della nostra vita, un’altra città. Un’altra città perché fatta da noi, noi che ci ritroviamo qui, noi che vedremo questi film, che ascolteremo le parole delle persone che dedicano la vita al pensiero.

Tutta un’altra città è infatti il claim scelto per la stagione 2019-2020, che è insieme un impegno e un auspicio.

I risultati della stagione che sta per concludersi sono più che soddisfacenti: più di 100.000 spettatori hanno frequentato la sala dell’Eliseo, 20.000 quella del Piccolo Eliseo e più di 30.000 hanno partecipato agli eventi culturali. Tutti sold out per gli eventi di Eliseo Off e per “La Storia a Processo”, format curato da Elisa Greco. Seicento alzate di sipario in tutto, ma il tentativo è di portare la stagione ancora più avanti, “perché questa è l’unica capitale europea che chiude a maggio e riapre ad ottobre” spiega Barbareschi, e poi ironizza: “Siamo rimasti agli anni scolastici”.

Non manca poi di fare riferimento esplicito all’avviso di garanzia ricevuto per la nota vicenda del finanziamento-extra da 4 milioni di euro: “Traffico di influenze, non so cosa voglia dire, mi sono presentato al Magistrato e ho detto: sto ricominciando, se mi vuole arrestare lo faccia, perché io continuo a rompere le scatole a chiunque per cercare soldi”. E aggiunge, ritenendo troppo esigue le risorse ordinariamente destinate: “Dovremo almeno somigliare ai teatri importanti, e ci batteremo per questo”.

Si comincerà nell’ultima decade di settembre con il “Prologo di Stagione”, una composizione molto interessante di quindici appuntamenti tra i quali vale la pena segnalare la seconda edizione del “Premio Eliseo Scuole” in collaborazione con il MIUR. Interviene la dott.ssa Michela Corsi in rappresentanza del Ministero, a sottolineare che, a seguito del protocollo d’intesa firmato nel 2017, sono stati più di 10.000 i ragazzi che hanno partecipato alle attività teatrali come spettatori o coinvolti direttamente nelle iniziative previste dall’alternanza scuola/lavoro. Il 19 giugno ci sarà la premiazione dei progetti presentati, e lo spettacolo vincitore avrà l’onore di essere rappresentato al Piccolo Eliseo.

Un progetto molto interessante, che rientra anch’esso nel prologo di stagione, è stato presentato da Gianni Spezzano che con “Non Plus Ultras” offre uno spettacolo, articolato in un documentario e nella messa in scena vera e propria, che indaga su un fenomeno di costume molto diffuso ma di cui si conosce poco, malgrado una percezione mediatica molto forte. Una indagine teatrale durata quattro anni all’interno delle tifoserie per comprendere le dinamiche e i meccanismi che agitano un certo tipo di “mentalità”, così definita perché si avvale di un proprio codice etico, estetico, filosofico, morale.

Il Prologo vedrà anche il ritorno, dopo lo straordinario successo per l’interpretazione di “Novecento”, di Eugenio Allegri con “Di suoni e d’asfalto”, e con la regia di “Mistero buffo” di Dario Fo. Completano la programmazione del Prologo: “Oleanna” di David Mamet, regia di Emiliano Bronzino; “Fatti Veri”, amarcord letterario di Ivano Marescotti; “N.E.R.D.S. - Sintomi”, scritto e diretto da Bruno Fornasari; “Al di là del muro” con Arcangelo Iannace, co-autore anche del testo e la regia di Silvia Marcotullio; “Faccio la mia cosa”, atto unico di e con Frankie hi-nrg mc; “L’orso ‘nnammurato”, concerto accompagnato da parole e poesia di Sollo & Gnut; “Interiors”, ideazione e regia di Matthew Lenton; “La morte della Pizia” di Friedrich Dürrenmatt nella versione curata e interpretata da Daniele Pecci; “Stranieri” di Antonio Tarantino, per la regia di Gianluca Merolli; “La Strada” di Cormac McCarthy con Guglielmo Poggi, video e regia di Stefano Cioffi.

È giunto ormai alla quinta stagione il “Progetto Periferie”, intensa collaborazione e scambio di sinergie con il Teatro Tor Bella Monaca diretto da Alessandro Benvenuti e Filippo D’Alessio che ha registrato, dalla riapertura del 2016, più di 200.000 presenze.

Per la programmazione e il calendario completo della stagione vera e propria, rimandiamo all’elenco in calce, non senza citare alcuni degli interventi dei protagonisti in scena.

Una raffinata Lucrezia Lante della Rovere sarà protagonista insieme a Barbareschi, che curerà anche la traduzione, l’adattamento e la regia, de “Il cielo sopra il letto” di David Hare. L’occasione è ghiotta per lasciarsi andare ad un siparietto, che diverte molto il pubblico in sala, su sottili parallelismi che raccontano le identità dei protagonisti, due ex amanti divisi da diverse visioni della vita.

Riempie letteralmente la scena di vitalità ed entusiasmo l’intervento del grande Glauco Mauri, che con trascinante ironia e grande carisma si lascia andare ad aneddoti sul suo percorso di vita teatrale verso uno dei personaggi più grandiosi di Shakespeare. Una vivacità d’animo sorprendente che cattura l’intera platea. Sarà un maestoso “Re Lear”, diretto dalla regia di Andrea Baracco che con grande ammirazione, grato e lusingato al tempo stesso, definisce il fatto di lavorare con Mauri “un’avventura dell’anima”.

Si avvicendano sul palco le testimonianze di Lunetta Savino, Elena Sofia Ricci, Alessandro Haber, Gaia Aprea, Anna Bonaiuto, Elena Radonicich, Anna Della Rosa, Veronica Cruciani, Massimiliano Bruno, Laura Angiulli; Gabriele Lavia, Emilio Solfrizzi e Arturo Cirillo danno il loro contributo in video; Umberto Orsini con uno scritto, letto da Barbareschi. Ognuno con un apporto sulle suggestioni dello spettacolo che sono chiamati a rappresentare, e tutti con parole di gratitudine verso Barbareschi, che ha certamente composto un cartellone di grande rilievo artistico e culturale.

La sua determinazione, supportata da un solido intento, è di fare del Teatro Eliseo un collante, perché “la cultura è l’unica cosa che unisce: da una parte l’economia, la praticità, e dall’altra la fantasia. Abbiamo la possibilità di diventare il collante, di provare a riunire queste due cose, e ridare una dignità a quello che è il pensiero europeo”.

L’augurio e l’auspicio è che le iniziative in programma possano condurre anche questa nuova stagione nel percorso di quel circolo virtuoso che si è ormai consolidato con tutte le proposte culturali che affiancano la stagione di prosa vera e propria: Eliseo Cultura, Eliseo Off, Eliseo Cinema, Eliseo Musica, Eliseo Ragazzi. Un’offerta multidisciplinare che possa dar vita a flussi di emozione e creatività, spunti per nuove idee ed approfondimenti. Iniziative di qualità che fanno dell’Eliseo uno dei più importanti teatri di Roma, considerando anche l’eleganza dei suoi spazi e l’elevato spessore delle presenze artistiche in cartellone.

 

Calendario Teatro Eliseo
2019 | 2020

5 - 17 novembre 2019
SCENE DA UN MATRIMONIO
Di INGMAR BERGMAN
Con JULIA VYSOTSKAYA e FEDERICO VANNI
Regia Andrei Konchalovsky
Produzione TEATRO STABILE DI NAPOLI - TEATRO NAZIONALE
FONDAZIONE CAMPANIA DEI FESTIVAL – NAPOLI TEATRO FESTIVAL ITALIA

19 novembre - 1 dicembre 2019
LA TEMPESTA
di WILLIAM SHAKESPEARE
Traduzione Gianni Garrera
Adattamento e regia di Luca De Fusco
Con EROS PAGNI e GAIA APREA
Produzione TEATRO STABILE DI NAPOLI - TEATRO NAZIONALE
TEATRO NAZIONALE DI GENOVA
FONDAZIONE CAMPANIA DEI FESTIVAL – NAPOLI TEATRO FESTIVAL ITALIA
Debutto nazionale 20 giugno 2019 - Pompei, Pompeii Theatrum Mundi

3 - 15 dicembre 2019
L’ONORE PERDUTO DI KATHARINA BLUM
dal romanzo di HEINRICH BÖLL
Adattamento Letizia Russo
Con ELENA RADONICICH - PEPPINO MAZZOTTA
e la COMPAGNIA DEL TEATRO STABILE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA
Regia Franco Però
Produzione TEATRO STABILE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA
TEATRO STABILE DI NAPOLI - TEATRO NAZIONALE
TEATRO STABILE DI CATANIA
Debutto nazionale 22 ottobre 2019 - Trieste, Politeama Rossetti

17 dicembre 2019 - 5 gennaio 2020
IL CIELO SOPRA IL LETTO
Skylight
di DAVID HARE
Traduzione, adattamento e regia Luca Barbareschi
Con LUCA BARBARESCHI e LUCREZIA LANTE DELLA ROVERE
Produzione TEATRO ELISEO
Debutto nazionale 17 dicembre 2019 - Roma, Teatro Eliseo

7 - 19 gennaio 2020
LA SCUOLA DELLE MOGLI
di MOLIÈRE
Con ARTURO CIRILLO, VALENTINA PICELLO, ROSARIO GIGLIO, MARTA PIZZIGALLO, GIACOMO VIGENTINI
Regia Arturo Cirillo
Produzione MARCHE TEATRO
TEATRO DELL’ELFO
TEATRO STABILE DI NAPOLI

21 gennaio - 2 febbraio 2020
RE LEAR
di WILLIAM SHAKESPEARE
Con GLAUCO MAURI e ROBERTO STURNO
Regia Andrea Baracco
Produzione COMPAGNIA MAURI STURNO
FONDAZIONE TEATRO DELLA TOSCANA
Debutto nazionale 14 gennaio 2020 - Firenze, Teatro della Pergola

4 - 16 febbraio 2020
VETRI ROTTI
di ARTHUR MILLER
Con ELENA SOFIA RICCI, MAURIZIO DONADONI e DAVID COCO
Regia Armando Pugliese
Produzione ERRETITEATRO30

18 febbraio - 1 marzo 2020
I RAGAZZI CHE SI AMANO
di JACQUES PRÉVERT
Uno spettacolo di e con GABRIELE LAVIA
Produzione FONDAZIONE TEATRO DELLA TOSCANA

3 - 22 marzo 2020
IL COSTRUTTORE SOLNESS
di HENRIK IBSEN
Con UMBERTO ORSINI
Regia Alessandro Serra
Produzione COMPAGNIA ORSINI
TEATRO STABILE DELL’UMBRIA

24 marzo - 9 aprile 2020
MORTE DI UN COMMESSO VIAGGIATORE
di ARTHUR MILLER
Traduzione Masolino D’Amico
Con ALESSANDRO HABER e ALVIA REALE
Regia Leo Muscato
Produzione GOLDENART
In coproduzione con TEATRO STABILE VENETO
TEATRO STABILE DI BOLZANO

14 - 26 aprile 2020
LE AFFINITÀ ELETTIVE
di JOHANN WOLFGANG VON GOETHE
Adattamento Maria Teresa Berardelli
Con ELENA ARVIGO, SILVIA D’AMICO, DENIS FASOLO, GABRIELE PORTOGHESE, OSKAR WINIARSKI
Regia Andrea Baracco
Produzione TEATRO STABILE DELL’UMBRIA
Debutto nazionale ottobre 2019 - Umbria

ORARIO SPETTACOLI:
martedì, giovedì, venerdì e sabato ore 20.00
mercoledì e domenica ore 17.00
doppio spettacolo ore 16.00 e ore 20.00 il primo sabato di programmazione per tutti gli spettacoli ad eccezione di Scene da un matrimonio, La tempesta, Re Lear

Calendario Piccolo Eliseo
2019 | 2020

14 – 24 novembre 2019
ACCABADORA
dal romanzo di MICHELA MURGIA (edito da Giulio Einaudi Editore)
drammaturgia Carlotta Corradi
con ANNA DELLA ROSA
Regia Veronica Cruciani
Produzione COMPAGNIA VERONICA CRUCIANI, TEATRO DONIZETTI DI BERGAMO, TPE - TEATRO PIEMONTE EUROPA, CRANPI CON IL CONTRIBUTO DI REGIONE LAZIO - DIREZIONE REGIONALE CULTURA E POLITICHE GIOVANILI – AREA SPETTACOLO DAL VIVO

28 novembre - 8 dicembre 2019
NON FARMI PERDERE TEMPO
Tragedia comica per donna destinata alle lacrime
scritto e diretto da MASSIMO ANDREI
con LUNETTA SAVINO
Produzione COMPAGNIA Maurizio Marino per ARTETECA PRODUZIONI, Stefano Sarcinelli per LAPRIMAMERICANA, Massimo Andrei per MATER
Debutto nazionale 27 giugno 2019 - Napoli Teatro Festival

12 - 22 dicembre 2019
L’OPERAZIONE
testo e regia ROSARIO LISMA
con ROSARIO LISMA, FABRIZIO LOMBARDO, ANDREA NARSI, ALESSIO PIAZZA
e con GIANNI QUILLICO
Produzione ELSINOR CENTRO DI PRODUZIONE TEATRALE

9 - 19 gennaio 2020
ZERO
scritto e diretto da Massimiliano Bruno
Regia Furio Andreotti
Produzione CORTE ARCANA | ISOLA TROVATA

23 gennaio - 9 febbraio 2020
LE BRACI
dall’opera di SÁNDOR MÁRAI
adattamento Fulvio Calise
con RENATO CARPENTIERI e STEFANO JOTTI
Drammaturgia e regia Laura Angiulli
Produzione IL TEATRO COOP. PRODUZIONI GALLERIA TOLEDO

13 febbraio - 1 marzo 2020
GIUSTO LA FINE DEL MONDO
di JEAN-LUC LAGARCE
traduzione Franco Quadri
con ANNA BONAIUTO, ANTONIO FOLLETTO, VANESSA SCALERA, BARBARA RONCHI e VINCENZO DE MICHELE
Regia Francesco Frangipane
Produzione ARGOT PRODUZIONI
Debutto nazionale 25 gennaio 2020 - Macerata, Teatro Lauro Rossi

5 - 29 marzo 2020
ROGER
scritto e diretto da UMBERTO MARINO
con EMILIO SOLFRIZZI
Produzione ARGOT PRODUZIONI

31 marzo - 5 aprile 2020
PAOLO BORSELLINO
ESSENDO STATO
scritto e interpretato da RUGGERO CAPPUCCIO
Produzione TEATRO SEGRETO

16 - 26 aprile 2020
OGNI BELLISSIMA COSA
Every brilliant thing
di DUNCAN MACMILLAN
traduzione di Monica Nappo
con CARLO DE RUGGIERI
Regia Monica Nappo
Produzione NUTRIMENTI TERRESTRI

ORARIO SPETTACOLI:
Martedì, mercoledì, giovedì, venerdì e sabato, ore 20.00 - domenica ore 17.00
Giorno di debutto: giovedì ore 20.00

 

Teatro Eliseo - Via Nazionale 183, 00184 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/83510216, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Per tutti i dettagli sulle tipologie di abbonamento: CLICCA QUI

Articolo di: Isabella Polimanti
Grazie a: Maria Letizia Maffei e Antonella Mucciaccio, Ufficio Stampa Teatro Eliseo
Sul web: www.teatroeliseo.com

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP