Teatro Eliseo...senza non si può stare! - la stagione 2014/2015

Scritto da  Giovedì, 12 Giugno 2014 

Anche la nuova stagione del Teatro Eliseo di Roma è stata annunciata. Tra intramontabili classici e nuove drammaturgie, per il 2014/2015 ci aspettano, tra sala grande e Piccolo Eliseo, 27 spettacoli di cui ben 14 prime assolute, con una programmazione all'insegna della leggerezza intelligente, di opere dal respiro internazionale e di nomi storici del teatro. Continua e si arricchisce anche la collaborazione con Romaeuropa Festival i cui spettacoli da quest'anno saranno a disposizione degli abbonati. Tante anche le altre iniziative collaterali, dai concerti di musica sinfonica per Eliseo Classica alla ricca programmazione di Eliseo Scuola, alla partnership con l'Accademia Silvio D'Amico: tante iniziative per affrontare e superare il grave momento di crisi del teatro.

 

È questa la stagione più difficile, ha ribadito più volte il Direttore del Teatro Eliseo Massimo Monaci durante la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione. La situazione teatrale di Roma e provincia vive una crisi violenta: gli incassi complessivi dei teatri romani sono calati del 20%, le Istituzioni locali latitano, le nuove regole di distribuzione del FUS, in via di riscrittura, impedirebbero al Teatro Eliseo (e praticamente a tutti i teatri romani) di rientrare nella categoria di teatri di elevato interesse culturale, in quanto uno dei parametri richiederebbe un contributo da parte degli enti locali pari almeno al 50% del contributo statale. E se nel 2013 il contributo dello Stato è stato di 1.337.705 euro, quello degli Enti è stato pari a zero. Si è parlato quindi di crisi e di difficoltà, con toni accesi, ora polemici, ora amareggiati. Nonostante tutto però l'Eliseo non molla. La scorsa stagione ha contato comunque 7600 abbonati e quasi 150.000 spettatori tra grande e Piccolo Eliseo, 35 spettacoli di cui 5 prime assolute, 482 alzate di sipario e 50.000 contatti tra mailing-list e social network. 

La nuova stagione ripartirà da questi dati e inizierà a ottobre con la collaborazione, che si fa sempre più stretta e che da quest'anno va ad integrare anche la scelta degli abbonati, con Romaeuropa Festival. Otto spettacoli che tra teatro, danza e musica, esploreranno il mondo delle arti performative. “Darling”, la nuova creazione di ricci/forte che porterà in scena i simboli della deriva dell'uomo contemporaneo, “Gospodin” di Giorgio Barberio Corsetti in cui Claudio Santamaria sarà un anti-eroe tragicomico e ribelle e “Operetta burlesca”, il nuovo attesissimo lavoro di Emma Dante. La musica sarà rappresentata da “Cabaret Song” e da “NUDE: Viscere” il nuovo live dei The Irrepressibles, mentre la danza sarà protagonista di “Usually Beauty Fails” sul tema della bellezza e di due serate a novembre di DNA2014 - Danza Nazionale Autoriale al Piccolo Eliseo. 

Ampio spazio nella stagione sarà riservato ai testi classici che per l'occasione saranno diretti o interpretati da nomi che hanno segnato la storia del teatro: si comincerà il 21 ottobre con "La professione della signora Warren" di George Bernard Shaw, una produzione del Teatro Eliseo in collaborazione con Francesco Bellomo e la regia di Giancarlo Sepe. Giuliana Lojodice, che festeggia quest'anno i 60 anni di teatro, offrirà una versione più sulfurea e moderna della protagonista di Shaw. A gennaio sarà la volta di Cechov con "Il giardino dei ciliegi": nell'allestimento di Luca De Fusco assisteremo a un originale approccio mediterraneo/napoletano al capolavoro dello scrittore russo. Immancabili Shakespeare con "La dodicesima notte" diretta e interpretata da Carlo Cecchi con musiche di Nicola Piovani e Pirandello con "Il berretto a sonagli" diretto e prodotto da Francesco Bellomo con Pino Caruso come protagonista. La commedia di Carlo Goldoni "L'impresario delle Smirne", divertente affresco su teatranti e ambiente teatrale in difficoltà e senza adeguate risorse finanziarie - tema quanto mai attuale, al terzo anno di tournée, sarà in scena ad aprile proprio mentre al Piccolo Eliseo sarà invece la volta di Oscar Wilde con "La ballata dal carcere di Reading" per la regia di Elio De Capitani, musiche composte e interpretate dal vivo da Giovanna Marini e il ritorno all'Eliseo di Umberto Orsini nel ruolo dello stesso Wilde. Ancora classici del Novecento poi con l'Arthur Miller di "Erano tutti miei figli", testo civile e di denuncia interpretato da Mariano Rigillo e "Danza macabra" di Strindberg per la regia di Luca Ronconi con Adriana Asti, scelto anche per aprire il prossimo 27 giugno il 57^ Festival dei 2mondi di Spoleto. "Amerika" di Kafka, dopo la prima fortunata edizione del 2000, tornerà in scena al Piccolo Eliseo con l'adattamento e la regia di Maurizio Scaparro, mentre a marzo sarà la volta di "Prima del silenzio" di Giuseppe Patroni Griffi con cui proseguirà il rapporto tra Leo Gullotta e Fabio Grossi. 

Accanto a testi classici e ai nomi più tradizionali e importanti del teatro, non mancheranno le nuove generazioni. Ecco quindi, sempre tra sala grande e Piccolo Eliseo, gli spettacoli di autori contemporanei: a Natale Massimiliano Bruno porterà in scena il suo nuovo testo, una commedia amara dal titolo provvisorio “Beata ignoranza”; subito dopo Lella Costa e Paolo Calabresi con la regia di Emanuela Giordano saranno i protagonisti di “Nuda proprietà”, tratto dal romanzo di Lidia Ravera “Piangi pure”, mentre Marco Costa aprirà la stagione del Piccolo affrontando le dinamiche sentimentali delle nuove generazioni in “Storie d'amore con pena di morte”. Iaia Forte sarà regista e interprete di “Hanno tutti ragione”, adattamento dell'omonimo romanzo del premio Oscar Paolo Sorrentino e prossimo al debutto a New York. “I vicini”, nuovo testo di Fausto Paravidino, presentato in prima mondiale a Bolzano, sarà uno spettacolo sulle nostre paure reali e immaginarie mentre “Vi presento John Doe” diretto da Francesco Bellomo sarà una commedia surreale e romantica ispirata a un personaggio cult del mondo dei fumetti. In particolare, la stagione del Piccolo Eliseo avrà un gusto femminile: lo testimoniano “Inutilmentefiga”, l'ironico spettacolo di Elda Alvigini (prodotto dal teatro Eliseo) sulla situazione delle donne 40enni di oggi, problematiche e figlie di ex-sessantottini; “Berlusconi e Marquez” di e con Francesca Garcea che accosterà la grande letteratura latinoamericana alla politica berlusconiana e “Una donna nuova” in cui Raffaella Azim si cimenterà con frammenti tratti dagli scritti di Dario Fo e Franca Rame sulla Donna. 

Infine, due omaggi al cinema: al Piccolo Eliseo Pino Insegno e Alessia Navarro saranno di nuovo in scena con “Frankie e Johnny”, tratto dal film “Paura d'amare” con Al Pacino e Michelle Pfeiffer, mentre Massimo Venturiello e Tosca chiuderanno la stagione dell'Eliseo a maggio con “Il grande dittatore”, bell'esempio di teatro musicale, adattamento del celebre film con Charlie Chaplin. 

Tante le formule d'abbonamento tra cui scegliere con proposte a giorno e posto fissi, abbonamenti liberi e trasversali, selezione nell'ambito di uno o entrambi i cartelloni e possibilità di opzionare in abbonamento anche gli spettacoli del Romaeuropa Festival. 

Infine le tante interessanti proposte collaterali, a partire da “ELISEO CLASSICA” con eventi monografici, arie d'opera e appuntamenti di musica sinfonica. Grande attenzione all'universo dei più giovani con ELISEO BAMBINI ed ELISEO SCUOLA (gli allestimenti, gli incontri e i laboratori che negli ultimi anni hanno raccolto le 20.000 presenze annuali) e il LABORATORIO TEATRALE IN LINGUA INGLESE rivolto ai bambini tra i 6 e gli 11 anni. Ancora, il corso di storia dell'arte realizzato in collaborazione con il FAI che tra ottobre e marzo proporrà 11 lezioni su “Il ritratto, specchio indiscreto dell'anima”, da Nefertiti a Warhol. Continuerà l'ELISEO TV, la webTV nata nel 2009 (la prima di un teatro italiano) che propone approfondimenti e contributi video in streaming e si avvierà anche una collaborazione con l'Accademia Silvio D'Amico per cui gli spazi del teatro ospiteranno diversi progetti legati ai corsi di formazione. 

Teatro di qualità quindi, e non solo teatro, con l'obiettivo di dimostrare, come sottolineato più volte da Massimo Monaci, che l'Eliseo rimane teatro di elevato interesse culturale e che senza non si può stare! 


Teatro Eliseo - via Nazionale 183, 00184 Roma
Centralino: 06 488 721
Botteghino: 06 4882114 - 06 48872222
Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Campagna abbonamenti: fino al 2 agosto e dal 25 agosto al 19 settembre. Rinnovi entro il 13 settembre 2014. Abbonamenti su web: www.teatroeliseo.it

 

Articolo di: Michela Staderini
Grazie a: Maya Amenduni, Ufficio Stampa Teatro Eliseo e Piccolo Eliseo Patroni Griffi
Sul web: www.teatroeliseo.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP