Teatro Elfo Puccini: una stagione 2016/2017 in costante dialogo con la contemporaneità

Scritto da  Sabato, 18 Giugno 2016 

Nel foyer del Teatro Elfo Puccini di Milano, campeggiano bellissimi poster. Raffigurano il nuovo logo dal tratto “elfico”, creato ed offerto da Mimmo Paladino a questo eclettico teatro meneghino che, come l'artista campano, vede nel teatro qualcosa di arcaico, mitico, ma capace di dialogare con la contemporaneità. E la nuova stagione 206/2017, idealmente dedicata a Paolo Poli, presentata in conferenza stampa giovedì 9 giugno, lo testimonia.

 

Due le nuove importanti produzioni: “Afghanistan, il Grande Gioco”, coprodotto da Emilia Romagna Teatro Fondazione, nasce da un'idea del Tricycle Theatre di Londra, la più grande officina di teatro politico inglese, che ha chiesto a 13 autori di illustrare i rapporti disastrosi che l'occidente ha con questa terra che da sempre riveste un’importanza strategica fondamentale nello scacchiere mondiale. Ne è scaturito “The Great Game”, un affresco teatrale talmente convincente da aver indotto il generale David Richards, capo delle forze armate in Afghanistan, ad obbligare i reduci di quella guerra e i soldati in partenza ad assistere allo spettacolo e ad organizzare due recite per il personale del Pentagono. Se l'avessi visto prima, scrisse sul Times il 3 agosto 2010, sarei stato un generale migliore.

La seconda produzione è “Otello” riletto da De Capitani e Lisa Ferlazzo Natoli con occhi nuovi, spogliato della tradizione teatrale e calato nella nostra contemporaneità intrisa di veleno sociale, paura, odio anche razziale. La scenografia è di Carlo Sala, scenografo di molti degli Shakespeare della compagnia dell'Elfo, come “Sogno di una notte di mezza estate” in cartellone tra novembre e dicembre. Shakespeare torna “a merenda”, in uno spettacolo ideato da Elena Russo Arman, ricco di grazia e passione e capace di svelare la magia teatrale.

Tra produzioni e coproduzioni, alcune già conosciute al pubblico, ricordiamo anche: “Mr Puntila e il suo Servo Matti” di Brecht e “Morte Di Un Commesso Viaggiatore” di Miller, entrambi in tournée; “Alice Underground”; “L'Eclisse”, di Joyce Carol Oates, con la regia di Francesco Frongia, un dramma commovente, raccontato con umorismo graffiante, sulla relazione madre-figlia che si trasforma in scontro; “Stanze di sé”, di Elisabetta Faleni, con Corinna Augustoni, una drammatizzazione del rapporto tra conscio e inconscio; “Road Movie”, che ritorna dopo due anni di tutto esaurito a parlarci di paura, perdita e morte.

A testimonianza dei legami tra la grande comunità degli artisti, ci sono l'ospitalità offerta a teatri milanesi e italiani e i Fuori Programma. Tra i primi ricordiamo: “N.E.R.D.s - Sintomi”, produzione Teatro Filodrammatici (Milano); “Gorla, fermata Gorla”, Teatro della Cooperativa (Milano); i festeggiamenti per i 25 anni del Teatro della Contraddizione; tra i secondi: “Il giuoco delle parti”, di Pirandello con la regia di Roberto Valerio, prodotto da Compagnia Umberto Orsini e Fondazione Teatro della Pergola; “Scandalo” di A. Schnitzler, regia di Franco Però, prodotto da Teatro Stabile Friuli Venezia Giulia. Nell’ambito del filone dei Fuori programma: a metà settembre, Melting Milano, una rassegna di drammaturgia contemporanea: Ludwig, Idiot savant, Eco di fondo, Teatro Ma, Maniaci d’amore; ad ottobre le sale del teatro si riempiono di danza con Festival MilanOltre arrivato alla sua 30ª edizione (www.milanoltre.org); Sentieri selvaggi, che festeggia nel 2017 i suoi venti anni, in residenza all'Elfo Puccini, propone Concerti di musica contemporanea (www.sentieriselvaggi.org) ed anche un progetto speciale jazz a cura di Andrea Dulbecco, vibrafonista e percussionista dell'ensemble. Ancora musica con Gérard Grisey - Intonare la luce, con il 25° Festival di Milano Musica Percorsi di musica d’oggi.

Il Teatro si riempie anche di Storia: sei lezioni magistrali a cura di Editori Laterza, con due cicli di appuntamenti dedicati alla storia.

Insomma, come ha sottolineato l'onnipresente Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo Del Corno, il Teatro Elfo Puccini anche per la prossima stagione ha saputo coniugare l'autonomia progettuale e amministrativa dell'ente privato, con la responsabilità nell'offerta pubblica, capace di generare ed alimentare il dibattito sociale.

La variegata campagna abbonamento è già aperta. Da settembre 2016 poi, sarà disponibile per il pubblico la nuova biglietteria online, sviluppata in collaborazione con Mentelocale per offrire agli spettatori uno strumento moderno e personalizzato con promozioni riservate, contenuti speciali e di approfondimento.

Calendario completo degli spettacoli: la stagione 2016/2017


Teatro Elfo Puccini - corso Buenos Aires 33, 20124 Milano
Per informazioni: telefono 02/00660606, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Articolo di: Raffaella Roversi
Grazie a: Veronica Pitea, Ufficio stampa Teatro Elfo Puccini
Sul web: www.elfo.org

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP