Teatro di Villa Torlonia: spettacoli, conferenze, visite guidate per un centro culturale a 360 gradi

Scritto da  Giovedì, 29 Ottobre 2015 

Il Teatro di Villa Torlonia, riaperto al pubblico dal dicembre del 2013, è, dal 25 di settembre, di nuovo pienamente in attività. È stata infatti presentata una nuova, ricchissima, stagione che non mira solo a valorizzarne il lato “scenico”, ma anche a rendere questa splendida villa un centro culturale a 360 gradi.

 

“Un parco culturale aperto alla città” l'ha definito l'Assessore Giovanna Marinelli; si presenta, quindi, al Teatro di Villa Torlonia, una programmazione di spettacoli sì, ma anche di conferenze, visite guidate, mostre e incontri culturali che hanno come leit motiv l'arte in senso ampio. Ampio come il progetto di Maurizio e Tiziano Panici denominato “Epifanie”, un'interazione tra arti, storia e tradizione performativa dal punto di vista di una trentennale esperienza artistica romana come quella dell'Argot. Ne nasce una mostra, visitabile fino al primo novembre, divisa in quattro sezioni: una dedicata all'audiovisivo e alla memoria delle produzioni dell'Argot, una prettamente fotografica, una dedicata a sculture, maschere, costumi e bozzetti di scena allestita nella serra del Teatro e infine una galleria di manifesti, locandine e illustrazioni testimonianza degli ultimi tre decenni di teatro italiano.

A dare maggior valore agli intenti dell'amministrazione, un calendario che fino al primo novembre offre eventi gratuiti accessibili su prenotazione. Per il progetto “Epifanie” avremo appunto in scena, l'1 novembre alle 18, “Vaiolo” di Edoardo Erba con Massimiliano Franciosa e Lorenzo Gioielli, con la regia di Maurizio Panici.

Al Teatro di Villa Torlonia grande spazio si è deciso di dare quest'anno anche alla musica.
Il programma prevede:
• il 30 ottobre: Roma Tre Orchestra con Intorno a Ophelia
• il 31 ottobre: La Doriclea di Alessandro Stradella nell’ambito del progetto Stradella Consaq
• dal 3 novembre: XIV edizione del Concerto Lirico Internazionale “Ottavio Ziino” che promuove la cultura lirica tra i giovani
• dal 15 novembre: alcuni appuntamenti con piano solo del Roma Jazz Festival (Domenico Sanna il 15 novembre, Enrico Zanisi il 22 novembre, Fabio Giachino il 29 novembre)
• il 20 novembre: Still. Una nuova romantica serata di Lieder con opere di Goethe, Schubert, Liszt, Brahms, Celan, Bachmann, Bladt e altri, a cura dell’Accademia Tedesca Roma Villa Massimo
• il 21 novembre: in occasione del 70° anniversario dalla scomparsa di Pietro Mascagni, va in scena l’incontro-spettacolo Pietro Mascagni (1863-1945): la grande Musica incontra la grande Letteratura Italiana per evidenziare lo stretto rapporto tra il musicista ed i tre scrittori coevi: Verga, Leopardi e D’Annunzio
• il 24 novembre: concerto Dall’Ecuador per accarezzare l’anima a cura dell’Ambasciata della Repubblica dell'Ecuador in Italia
• il 26 novembre: La Musica Rioplatense e la Grande Orchestra Tipica a cura dell’Ambasciata dell’Uruguay in Italia in collaborazione con il Centro del Bandoneón di Roma
• il 27 e 28 novembre: le Serate di musica classica albanese in occasione della Festa d’Indipendenza dell’Albania a cura dell’Ambasciata della Repubblica di Albania in Italia
• il 18 dicembre: Roma Tre Orchestra con 1915-1917 Immagini e suoni della grande guerra

Un occhio particolare viene rivolto quest'anno anche alla formazione con i Laboratori di Formazione permanente al teatro e di avviamento alla professione dedicati agli studenti de “La Sapienza” Università di Roma e curati dal Dipartimento di Storia dell’Arte e Spettacolo, ma aperti a tutti.

In ambito libri e cultura:
• l'11-12-13 novembre: l’Associazione NIMA - Associazione Culturale No profit dei Ciprioti in Italia - in collaborazione con il Dipartimento Salute Mentale UOC3 – ASL Roma propone il II Festival Internazionale Italia – Cipro Ombre che mette a confronto le sue diverse rappresentazioni, anche in ambito terapeutico-riabilitativo
• il 13 dicembre: Il Teatro dei luoghi, esposizione di un’installazione e presentazione del libro di Fabrizio Crisafulli.

Anche il Progetto ABC Arte Bellezza Cultura della Regione Lazio, con Roma Capitale, approda al Teatro di Villa Torlonia. In programma presentazioni di libri, mostre, dibattiti, incontri tematici così come seminari e laboratori teatrali. Da non perdere gli appuntamenti del regista Giorgio Barberio Corsetti con il suo progetto Corpo, Rete, Racconto e le incursioni tra danza e nuovo circo.

Come tralasciare il fatto che tutto questo succederà nella cornice meravigliosa di un Teatro del 1874 poco conosciuto ai più? Per questo è possibile conoscere e scoprire il Teatro anche attraverso visite guidate (max 25 persone per turno di visita; calendario e prenotazione obbligatoria allo 060608) e conferenze d’arte a cura della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali:
• il 19 novembre: Mussolini a Villa Torlonia: da sede di rappresentanza a rifugio bellico, relatore Alberta Campitelli - Dirigente U.O. Ville e Parchi Storici
• il 17 dicembre: Il restauro degli edifici di Villa Torlonia e la scoperta di Costantino Brumidi, esordiente nel Teatro poi acclamato come Michelangelo d'America, relatore Annapaola Agati - Curatore Beni Culturali, responsabile di Villa Torlonia

Un progetto, quello intrapreso in questi giorni, che sicuramente farà del Teatro di Villa Torlonia un interessantissimo centro di cultura e d'arte.

Articolo di: Lou Andrea Dell’Utri Vizzini
Sul web: www.teatrodivillatorlonia.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP