Teatro delle Albe-Ravenna Teatro all'Elfo Puccini di Milano con tre spettacoli (3-12 maggio)

Scritto da  Redazione Teatro Giovedì, 25 Aprile 2013 

Tre spettacoli del Teatro delle Albe (creato nel 1983 da Marco Martinelli, Ermanna Montanari, Luigi Dadina e Marcella Nonni), tre momenti di una storia più che mai vitale, che ha fatto "scuola": dalla fondazione di Ravenna Teatro, uno "stabile corsaro" che pratica un'originale “coltura” teatrale della città, al metodo della "non-scuola" che dalla Romagna ha attecchito anche a Scampia con il progetto Punta Corsara.

 

  

 

 

 

 

Sala Fassbinder | 3 > 12 maggio
Teatro delle Albe/ Ravenna Teatro
ideazione degli spettacoli Marco Martinelli e Ermanna Montanari
regie di Marco Martinelli

 

 

3 - 8 maggio Pantani
di Marco Martinelli

9 e 10 maggio Rumore di acque
di Marco Martinelli
con Alessandro Renda

11 e 12 maggio Ouverture Alcina
Alcina Ermanna Montanari
musica Luigi Ceccarelli
testo Nevio Spadoni

 

 

Un percorso che intreccia alla ricerca del “nuovo” la lezione della tradizione: il drammaturgo e regista Martinelli scrive i testi ispirandosi agli antichi e al tempo presente, pensando le storie per gli attori, i quali diventano veri e propri co-autori degli spettacoli. Fondamentali all’interno del gruppo sono le accensioni visionarie e la vocalità inquietante di Ermanna Montanari, che il pubblico milanese ha apprezzato in Sterminio e nella sua versione al femminile di Arpagone nell'Avaro dello scorso anno.
Il focus sulle Albe si apre con Pantani (3 - 8 maggio), ultimo spettacolo della compagnia ispirato alla figura di Marco Pantani, eroe tragico dei nostri tempi.
Pantani l'idolo, il pirata dei record imbattibile in salita, Pantani il dopato, il mostro distrutto e infangato dalla stampa. Un dramma personale e familiare, una vicenda torbida risolta con facili lapidazioni da bar. Quella di Pantani non è solo una questione sportiva, ma un’autentica “passione” moderna. Marco Martinelli mette in scena in Pantani una veglia funebre e onirica, affollata di personaggi, che come un rito antico ripercorre le imprese luminose dell'eroe. I genitori del campione, figure archetipiche di una Romagna anarchica e carnale, sono sospese come l'Antigone di Sofocle davanti al cadavere insepolto dell'amato: cercano verità, e non avranno pace finché non l'avranno ottenuta.
Si prosegue poi con Rumore di acque (9 -10 maggio), monologo nel quale la scrittura di Martinelli riesce a trasfigurare in grottesca e malinconica poesia la cronaca tragica dei barconi alla deriva nel Mediterraneo, un “oratorio per i sacrificati” accompagnato dai musicisti Enzo e Lorenzo Mancuso che, con le loro potenti voci di satiri antichi, sembrano gridare il dolore dell'umanità dal fondo di un abisso.
Completa il ritratto della compagnia ravennate Ouverture Alcina (11 e 12 maggio): un combattimento tra la potenza della voce e quella della musica, magica alchimia tra immagine e suono per una performance-concerto acclamata in tutto il mondo.


Elfo Puccini | Sala Fassbinder | Martedì/sabato ore 21.00, domenica ore 16.00 Biglietteria: tel. 02.0066.06.06 - Prezzi: Intero € 30.50 - Martedì € 20 - Ridotto giovani e anziani € 16 - scuole € 12 - www.elfo.org

 


FOYER DEL TEATRO | 2 MAGGIO, ORE 18:00
ERMANNA MONTANARI:
FARE-DISFARE-RIFARE NEL TEATRO DELLE ALBE
presentazione del libro scritto da Laura Mariani
Partecipano:
Laura Mariani, Ermanna Montanari, Marisa Bulgheroni, Lea Melandri, Renata Molinari, Maria Nadotti, Oliviero Ponte di Pino

 

 

Fonte: Veronica Pitea, Ufficio stampa Teatro Elfo Puccini

 

 

TOP