Punta Corsara al Teatro Quarticciolo con "Il Convegno" (giovedì 13 dicembre)

Scritto da  Redazione Teatro Mercoledì, 12 Dicembre 2012 

ll 13 dicembre (ore 21.00) al Teatro Biblioteca Quarticciolo approda la giovane compagnia napoletana diretta da Emanuele Valenti, Punta Corsara che, reduce dal recente successo riscosso con l’assegnazione del Premio Ubu per la categoria under 30, porta sul palcoscenico Il Convegno, una prima azione teatrale con cui affrontare il tema delle periferie.

 

 

 

 

 

TEATRI DI CINTURA
Teatro Biblioteca Quarticciolo
13 dicembre ore 21.00
PUNTA CORSARA
presenta
IL CONVEGNO
regia Emanuele Valenti
con Mirko Calemme, Giuseppina Cervizzi, Christian Giroso, Vincenzo Nemolato, Valeria Pollice, Tonino Stornaiuolo, Gianni Rodrigo Vastarella
tecnici Giuseppe Di Lorenzo, Marco Esposito, Enrico Giordano
collaborazione artistica Antonio Calone e Marina Dammacco

 


Uno spettacolo conferenza in cui lo spirito e le parole di alcuni autori – da Karl Valentin, Achille Campanile, fino a Rem Koolhaas e Kurt Vonnegut – si mischiano e confondono con l’esperienza quotidiana di lavoro, con le cronache di periferia, essendo i fatti che realmente accadono inscindibili dal modo in cui vengono raccontati.
La compagnia teatrale Punta Corsara nasce nel 2007 come progetto di impresa culturale della Fondazione Campania dei Festival per il Teatro Auditorium di Scampia e diventa nel 2010 associazione culturale indipendente. Vince il Premio Speciale Ubu 2010 e il premio Hystrio - Altre Muse 2010. Marco Martinelli e Debora Pietrobono, direzione artistica e organizzativa fino al 2009, hanno affidato la guida del progetto ad Emanuele Valenti e Marina Dammacco, loro assistenti sin dall’inizio del percorso e oggi a capo di un gruppo di lavoro di cui fanno parte dodici ragazzi che hanno preso parte ad un percorso triennale di formazione per organizzatori, attori e tecnici.

 

Punta Corsara nasce con l’obiettivo primario di trasformare l’Auditorium in un centro d’arte per il quartiere e per la città, all’interno di una più ampia rete nazionale. Parte integrante del progetto è la ristrutturazione dell’Auditorium, per rendere questo spazio ancora più funzionale ad ospitare tutte le attività immaginate per il futuro.  Dal 2009 al 2010, in Auditorium sono state realizzate due stagioni teatrali: dal Teatro delle Albe a Marco Paolini, da Armando Punzo e Danio Manfredini a Ascanio Celestini, dai Motus al collettivo critico Altre Velocità, artisti diversi hanno presentato i loro lavori a un pubblico del centro e della periferia, misto per età e provenienza sociale. Punta Corsara ha un’attenzione particolare alla danza: fa parte del Network Anticorpi XL per la promozione della giovane danza d’autore e partecipa al progetto internazionale Focus di cui è capofila Fabbrica Europa. Punta Corsara ha affiancato alla programmazione un percorso di formazione specifico per i mestieri dello spettacolo rivolto a un gruppo di venti borsisti tra i 18 e i 23 anni.
Il primo esito spettacolare è stato Fatto di cronaca di Raffaele Viviani a Scampia, in cui Arturo Cirillo ha guidato in scena gli allievi corsari assieme ad alcuni suoi attori, debuttando al Napoli Teatro Festival Italia 2009.  Dall’idea di combinare formazione e produzione artistica, nascono i laboratori e i vari progetti nel progetto: video animazione, pittura, murales, circo, banda e breakdance, aperti alle scuole e ai giovani di Scampia. Nel Casertano, Punta Corsara ha coordinato un’inchiesta da cui è nato il volume Terre in disordine. Racconti e immagini della Campania di oggi, curato da Maurizio Braucci e Stefano Laffi e pubblicato da minimum fax.
Sempre nel 2009, la compagnia Motus è stata in residenza a Scampia, incontrando i gruppi musicali del quartiere e facendo nascere da qui la quarta tappa di X (ics) Racconti crudeli della giovinezza, progetto sui giovani e le periferie. Nel 2010 Virgilio Sieni ha scelto Punta Corsara per la realizzazione della versione speciale della tappa napoletana di Oro, il lavoro ispirato al De rerum natura di Lucrezio sulle età dell’uomo. Dall’incontro con bambini e bambine, adolescenti e anziani della periferia nord di Napoli è nato L’Oro di Scampia,  presentato insieme alla pubblicazione La dignità del gesto curata in collaborazione con Andrea Nanni e pubblicata da Il Maschietto Editore. Negli stessi mesi Francesca Traverso, artista genovese, ha portato avanti il laboratorio Il filo rosso, coinvolgendo un gruppo di mamme di Scampia nella creazione di un libro d'artista a partire dal racconto della propria storia, utilizzando oggetti domestici come carta, stoffe, lenzuola e altri elementi legati all'universo femminile. I libri hanno trovato il loro posto su un albero, una struttura realizzata in collaborazione con Helga Grisot.
Attualmente, la compagnia Punta Corsara è impegnata nella tournée dei suoi spettacoli, regie di Emanuele Valenti:  PETITOBLOK Il baraccone della morte ciarlatana, nuova produzione sull'incontro tra il drammaturgo napoletano Antonio Petito e il poeta russo simbolista Aleksandr Blok, Il signor di Pourceaugnac farsa minore da Molière e Il Convegno, azione teatrale sul tema delle periferie. A questi si aggiunge La solitudine delle ombre, il primo lavoro scritto e diretto da uno degli attori della compagnia, Giovanni Vastarella, finalista al Premio Scenario 2012.
Dal 2011, con la collaborazione di Ricrii Scenari Visibili e l'Associazione La Strada, Punta Corsara conduce Capusutta, laboratorio annuale rivolto agli adolescenti di Lamezia Terme sostenuto dall'Assessorato alla Cultura del comune lametino, per la direzione artistica di Marco Martinelli. Il primo anno si è concluso con la riscrittura di Donne al Parlamento, commedia di Artistofane con cui il gruppo, dopo aver debuttato a Lamezia, ha energicamente invaso il Teatro Valle Occupato a Roma, durante una tre giorni dedicata al Teatro delle Albe e a Punta Corsara.

 

Teatro Biblioteca Quarticciolo - via Ostuni 8, Roma                             
Per informazioni: ufficio promozione 06.45460705 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Biglietti: € 5,00

 

Fonte: Amelia Realino, Ufficio Stampa Teatri di Cintura

 

TOP