OFF/OFF Festival, l’altro Teatro… a Roma un nuovo Festival in nuovi spazi

Scritto da  Sabato, 02 Settembre 2017 

Prosa, musica, cinema, teatro per le scuole, mostre, presentazione libri e cabaret per oltre 100 eventi di spettacolo dal 20 ottobre 2017 al 27 maggio 2018, con la direzione artistica di Silvano Spada. “OFF/OFF FESTIVAL, l’altro Teatro…” sarà uno spazio di libertà in cui giovani autori, attori e registi siano protagonisti al centro della vita del Teatro insieme ai grandi nomi, da Piera Degli Esposti a Roberto Herlitzka, da Elisabetta Pozzi a Toni Servillo, con date da definire in base agli impegni del film di Paolo Sorrentino su Berlusconi.

 

Tra i protagonisti del nuovo Teatro italiano ed europeo: ricci/forte con “Easy to remember”, Scimone Sframeli con “Il Cortile”, Teatri Uniti con “Birre e Rivelazioni”, Frosini Timpano con “Wild West Show”, Generazione Disagio, Teatri di Vita con “A Porte Chiuse”, il Teatro Due di Parma con “Elena”, il Teatro Franco Parenti con “Per strada” e moltissimi altri. Nei testi i temi più attuali, dal disagio giovanile ai rapporti di coppia, dalle diversità di genere alle emarginazioni, alle riflessioni sulla nostra storia.

Spettacolo inaugurale “Dentro la tempesta” scritto e diretto da Salvatore Striano, oggi uno degli attori più interessanti del panorama italiano, già latitante, poi detenuto, che porterà in scena l’inferno della vita carceraria e con lui Carmine Paternoster, anch’egli prima detenuto e poi attore e, protagonista femminile, Beatrice Fazi.

Tra gli altri Spettacoli: “L’effetto che fa” di Giovanni Franci, ispirato al delitto del giovane Luca Varani; nel centesimo anniversario della Rivoluzione Russa “Nino! Nino!, spettacolo su Antonio Gramsci; “Èdith Piaf” con Melania Giglio, regia di Daniele Salvo; Pino Strabioli in “Concerto per Sandro Penna”; “Interviste a mariti assassini” di Chiara Meloni: Riccardo Castagnari in “Divina”; Eleonora Danco in “Ero purissima”; Roberto Cotroneo autore di “Questo amore” con Laura Lattuada, Massimiliano Vado, regia di Matteo Tarasco; il meglio della nuova satira italiana in “Stand Up Comedians”; “Nido di vespe”, spettacolo sul rastrellamento del Quadraro; “L’amore per le cose assenti”, scritto e diretto da Luciano Melchionna e di Marguerite Duras “La Musica Deuxième”, regia di Raffaella Morelli; “La Tarantina”, l’ultimo femminièllo dei Quartieri Spagnoli a Napoli, regia di Fortunato Calvino; “Autobiografia Erotica” di Domenico Starnone, regia di Andrea De Rosa.

Per il Cinema: “Un altro cinema italiano è possibile”, ciclo di venti film italiani con riconoscimenti dalla critica, ma che non hanno avuto adeguata distribuzione e “Camera on Stage”, rassegna internazionale di cinema documentario, dedicato al Teatro, da Peter Brook a Bob Wilson, da Pina Bausch al Teatro Bolshoi al Théâtre du Soleil. Il tutto ad ingresso gratuito.

Per la Musica, concerti di musica jazz, pop, etnica e, per la musica classica, sempre ad ingresso gratuito, “I Concerti della Domenica”, in collaborazione con il Conservatorio di Santa Cecilia.

E, inoltre, teatro in inglese per le scuole e laboratori teatrali per bambini dai 6 agli 11 anni, a cura di Alt Academy e incontri con personalità della cultura, dello spettacolo, della politica, del giornalismo, presentazione di libri e cabaret ogni sera all’OFF/OFF Club, dalle ore 23.

Il festival si svolgerà negli inediti spazi dell’“OFF/OFF Theatre”, tre sale per spettacoli e concerti, ricavate da magazzini in disuso da decenni e restaurati ad uso culturale in via Giulia, la più celebre e storica via della Capitale.

 

“OFF-OFF FESTIVAL” l’altro teatro…..
20 ottobre 2017 ● 27 maggio 2018

“Apriamo un nuovo teatro a Roma in via Giulia, nel cuore della Capitale e nella più celebre e storica strada di Roma per dare il nostro contributo alla vivacità della vita teatrale e come segnale di fiducia nel futuro e di certezza nella forza di una grande Capitale.

Lo apriamo nel momento in cui ci sono teatri che chiudono e altri che minacciano di chiudere. E la nostra è una sfida all’immobilismo e all’inerzia, secondo la quale niente di nuovo può succedere perché i nomi dei protagonisti sono fissi e sono quelli e perché i luoghi dei rituali devono restare quelli di sempre e sempre gli stessi.

Pur nel rispetto della nostra straordinaria storia teatrale, noi riteniamo, al contrario, che sia inderogabile uscire dalla commemorazione di quello che siamo stati per proiettarci, invece, in nuovi progetti culturali, nuovi percorsi e nuovi e diversi modi di incontrarci.

Apriamo un nuovo teatro con grande coraggio per l’ingente impegno economico che ci siamo assunti, dopo aver fondato e diretto il Todi Festival che abbiamo lasciato per dedicarci proprio a questo nuovo progetto che oggi ci è più aderente.

E apriamo un nuovo teatro in vecchi magazzini, in locali in disuso da molti decenni che abbiamo restaurato e sottratto a jeanserie, garage residenziali, fast food o altrimenti destinati, per consegnarli, invece, alla fruizione culturale della collettività.

Si chiamerà OFF/OFF THEATRE, dove “off-off” sta per fuori dalla stasi e dalla routine, fuori da quella routine che vede spettacoli di un certo tipo sistematicamente “piazzati” in un certo tipo di spazi e altri spettacoli di qualità, più o meno, ghettizzati in luoghi diversi. Noi riteniamo però che il Teatro, quando è capace di creare fascino e magia, è uno soltanto e non esistono “questi” e “quelli”.

E OFF/OFF THEATRE sarà uno spazio di libertà in cui giovani autori, attori e registi siano protagonisti al centro della vita del Teatro e non in estenuante attesa di occupare gli spazi che, per merito, sono loro dovuti.

Riteniamo, infatti, sia tempo che si affermi il meglio delle nuove generazioni, non soltanto generazioni in termini di età, ma di nuovi talenti tenuti ai margini e ci battiamo perché nel teatro si produca una diversa mentalità ed una nuova atmosfera per favorire l’indispensabile allargamento delle fasce di pubblico e l’incontro tra pubblici nuovi e diversi.

Noi oggi presentiamo non una Stagione teatrale ma presentiamo l’”OFF/OFF FESTIVAL” l’altro teatro…

Un Festival di Teatro che durerà sette mesi, dal 20 ottobre 2017 al prossimo 27 maggio, con protagonista la prosa, ma anche musica, cinema, incontri, teatro per le scuole, mostre, presentazioni libri e cabaret.

“OFF/OFF FESTIVAL” sarà un festival vivace e dinamico, un’occasione d’incontro, di curiosità e di amicizia: un festival di Teatro che contagi anche chi non ha avuto opportunità o occasione di conoscerlo, il Teatro e attragga chi, per distrazione o interessi diversi, non abbia l’abitudine di frequentarlo.

È il Festival sarà soprattutto momento di presentazione e di lancio di spettacoli inediti proposti al pubblico, ma anche ai produttori e distributori: una vetrina, una campagna acquisti per le più ampie tournée.

Infine, fin da oggi e più ancora nel futuro, obbiettivo primario è che Roma, come Parigi, Berlino, Londra e New York, con nuove intuizioni, progetti nuovi e lunghe teniture, svolga nel Teatro il suo ruolo di grande Capitale proiettata nel futuro”
Silvano Spada


20 ottobre 2017 ● 27 maggio 2018
Via Giulia 19, 20,21 - Roma
Prezzi da 25 a 15 euro


Fonte: Ufficio stampa Silvia Signorelli

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP