“My Fair Lady”, nel nuovo adattamento di Massimo Romeo Piparo con protagonisti Vittoria Belvedere e Luca Ward, in scena al Teatro Sistina dal 12 dicembre

Scritto da  Michela Staderini Martedì, 04 Dicembre 2012 

Promette splendore, leggerezza e lo sfavillio tipico dei grandi Musical, il nuovo allestimento di “My Fair Lady” di Massimo Romeo Piparo, pronto a debuttare il 12 dicembre al Teatro Sistina di Roma (con un’anteprima l’11 dicembre) e presentato ieri a Roma. Lo spettacolo, uno dei classici più amati della storia del musical, qui interpretato da Vittoria Belvedere e Luca Ward, sarà in scena per tutte le feste di Natale fino al 6 gennaio per regalare al pubblico un’immortale favola di riscatto, trasformazione e amore.

 

 

 

 

 

 

 

 

Produzione Peep Arrow Entertainment e Il Sistina presentano
MY FAIR LADY
musical di Friederick Loewe e Alan J. Lemer
dal “Pigmalione” di George Bernard Shaw
con Vittoria Belvedere, Luca Ward, Aldo Ralli, Enrico Baroni
regia e adattamento italiano Massimo Romeo Piparo
coreografie Roberto Croce
scene Aldo de Lorenzo
direzione musicale Emanuele Friello

 

 

Un cast ottimo, oltre 100 costumi d’epoca e 7 cambi di scena per uno spettacolo maestoso. Così Massimo Romeo Piparo annuncia il suo “My Fair Lady” durante la conferenza stampa di presentazione, spiegando che in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo è importante offrire al pubblico coraggio, positività e uno spettacolo pieno di sfarzo che faccia sognare.
“My Fair Lady” si presta perfettamente allo scopo. La storia semplice e arcinota di Eliza Doolittle, giovane fioraia povera e rozza, e del suo Pigmalione Higgins, misogino professore di fonetica che per una scommessa s’impegna a prelevare la ragazza dal suo stato, istruirla ed elevarla a principessa, è la quintessenza della Favola. Una favola di sogni, rinascita e amore. Di riscatto, trasformazione e affermazione di sé. Eliza Doolittle è l’archetipo dell’eroina femminile più amata, la protagonista di quella storia che tutte le donne, fin da bambine, sognano di vivere: Cenerentola, Pretty Woman, Bridget Jones e tante altre nascono da qui. Oltre al lato romantico e sognante della storia, però, il fulcro di “My Fair Lady” è nella visione della cultura, dell’educazione e della conoscenza della propria lingua come strumenti per un'elevazione sociale, un tema di sicura attualità che rende lo spettacolo ancora “giovane” e universale.
Tratto dal “Pigmalione” di George Bernard Shaw e reso immortale dal film di George Cukor del 1964 con Audrey Hepburn protagonista e vincitore di 8 Premi Oscar, “My Fair Lady” è un vero classico della commedia musicale. Era il 1956 quando Alan Jay Lerner e Frederick Loewe, re della scena di Broadway di quegli anni, adattarono la commedia di Shaw creando il musical che totalizzò incassi record a New York prima (2717 rappresentazioni) e a Londra poi (2281 repliche), sempre interpretato da Julie Andrews e Rex Harrison. La versione italiana arrivò nel 1964 con Delia Scala.
Dal 1999 poi, è questa la terza volta che Massimo Romeo Piparo porta in scena il suo adattamento di “My Fair Lady” ma, come dichiara lui stesso, sarà questa l’edizione “più matura e più bella”. I presupposti ci sono tutti, dalla scelta di un testo sicuro al cast affiatato e professionale. Vittoria Belvedere, al suo debutto nel musical, interpreta Eliza Doolittle e la caratterizza nella prima parte con un colorito accento siciliano; Luca Ward è il burbero professor Higgins; Aldo Ralli, che racconta di veder finalmente realizzato il suo sogno di bambino di ballare e cantare sul palco in un testo del genere, si cimenta nel ruolo di Alfred Doolittle ed Enrico Baroni, per la terza volta nel cast, in quello del Colonnello Pickering.
Ciò che emerge dalle parole del regista, del lodato coreografo Roberto Croce e dei tre protagonisti presenti alla conferenza stampa (assente Enrico Baroni) è l’impegno profuso per rendere moderno e con tempistiche attuali un testo classico e già noto a tutti, il desiderio di mettere in scena uno spettacolo che diverta e sia adatto a spettatori di tutte le età e soprattutto il nobile intento di realizzare un prodotto di alta qualità.
Piparo racconta che, nonostante la sua carriera sia nata al Teatro Sistina e sia sempre rimasta strettamente legata a questo spazio, questa è la prima volta che il suo “My Fair Lady” arriva a calcare il palco del più famoso teatro musicale romano. Un debutto particolarmente sentito, quindi, che consolida il sodalizio tra il Sistina e la Peep Arrow Entertainment di Piparo che co-producono lo spettacolo.
“My Fair Lady” debutterà il 12/12/12 e sarà preceduto, l’11 dicembre, da un’anteprima il cui ricavato andrà a sostenere la “WALE Onlus”, fondazione benefica dedicata alla giornalista Alessandra Bisceglia, scomparsa per una rara malformazione vascolare. Il musical resterà in scena al Teatro Sistina fino al 6 gennaio 2013, per poi proseguire con una tournée che toccherà le più importanti città italiane fino al 17 marzo 2013.

 

 

Le tappe della tournèe di "My Fair Lady"
BOLOGNA 7.12.2012 – 8.12.2012 (Teatro delle Celebrazioni)
ASSISI 9.12.2012 (Teatro Lyrick)
ROMA 11.12.2012 – 6.01.2013 (Teatro Sistina)
BARI 12.01.2013 – 13.01.2013 (Teatro Team)
BRINDISI 15.01.2013 – 16.01.2013 (Teatro Verdi)
NAPOLI 18.01.2013 – 27.01.2013 (Teatro Augusteo)
SAN BENEDETTO DEL TRONTO 2.02.2013 – 3.02.2013 (Teatro Palalivriera)
TORINO 5.02.2013 – 10.02.2013 (Teatro Alfieri)
MANTOVA 11.02.2013 (Teatro Sociale)
SENIGALLIA 13.02.2013 (Teatro La Fenice)
GENOVA 15.02.2013 – 17.02.2013 (Teatro Politeama)
FIRENZE 21.02.2013 – 24.02.2013 (Teatro Verdi)
PALERMO 28.02.2013 – 10.03.2013 (Teatro Al Massimo)
CAPO D’ORLANDO 13.03.2013 (Teatro Capo D’orlando)
CATANIA 15.03.2013 – 17.03.2013 (Teatro Metropolitan)

 

 

Teatro Sistina - via Sistina 129, 00187 Roma
Per informazioni e prenotazioni:
telefono 06/4200711, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21, domenica ore 17, lunedì riposo
Biglietti: martedì 11 e mercoledì 12 dicembre poltronissima € 40, poltrona € 37, I galleria € 37, II galleria € 32, III galleria € 26; dal 13 dicembre al 6 gennaio poltronissima € 40, poltrona € 36, I galleria € 36, II galleria € 31, III galleria € 31; 31 dicembre poltronissima € 80, poltrona € 70, I galleria € 70, II galleria € 50, III galleria € 50

 

 

Articolo di: Michela Staderini
Grazie a: Massimo Natale, Ufficio stampa Teatro Sistina; Federica Fresa e Laura Fattore, Ufficio stampa Eventi Made in Italy
Sul web: www.myfairlady.it - www.peeparrow.com - www.ilsistina.com

 

 

TOP