Il "Molière Immaginario" di Ivan Bellavista torna in scena a febbraio a Napoli e Milano

Scritto da  Mercoledì, 20 Gennaio 2016 

Dopo il successo della scorsa stagione al Teatro dell' Orologio di Roma, il "Molière Immaginario" di Ivan Bellavista, Sandra Conti e Matteo Di Girolamo torna in scena alla Galleria Toledo di Napoli dall'11 al 14 febbraio e al Centro Sociale CasaLoca di Milano il 22 febbraio.

 

Ivan Bellavista, reduce dal grande successo in tutta Italia di "Fratto_X" e "Anelante" di Antonio Rezza e Flavia Mastrella, dopo tre anni dallo spettacolo "Gastone", torna con un nuovo progetto da lui fortemente voluto ed organizzato: "Molière Immaginario", scritto, diretto e interpretato insieme a Sandra Conti e Matteo Di Girolamo. Un clamoroso successo di pubblico e critica nella stagione 2014/2015 del Teatro dell’Orologio di Roma.

L'intervista alla compagnia in occasione delle repliche al Teatro dell'Orologio:

 

Sinossi
Don Giovanni viene sradicato dalla pièce seicentesca e gettato in pasto a un talk-show televisivo. Nel 2015, il mito non può rivivere che attraverso una vera e propria dissacrazione. Il servo Sganarello, tramutato in presentatore, interroga Don Giovanni che, da padrone, è diventato l’ospite d’eccezione. Donna Elvira non è più la casta fanciulla redarguita dall’affascinante tentatore: si trasforma in una vittima dei media ed essa stessa si fa carnefice del mito. I personaggi classici vengono continuamente traditi, i bei costumi sfarzosi messi nell’armadio ed ecco che emergono le persone, i tre brillanti interpreti, autoironici e pronti a mettere in discussione l’idea stessa di teatro. Un sogno-incubo teatrale, un insonne funerale dei personaggi immortali creati da Molière. Un gioco fatto di rimandi inconsapevoli e divertiti nel loro grottesco scivolare nel già visto.

Note di regia
Uno spettacolo nato in un modo, finito in un altro. Il rifiuto di fare come da copione, la necessità di portare avanti gli attori prima dei personaggi, la voglia di fare un lavoro diverso, divertente, divertito, ci ha portati a concepire questo Molière in maniera del tutto immaginaria. Ecco perché il titolo. Tracce di Molière ci sono ma il resto è totalmente nostro. Siamo noi, con i nostri clichès da far morire e con la voglia di non farci comandare dai ruoli ma solo da noi stessi. Molière Immaginario non vuole raccontare niente. Vuole solo giocare come ho fatto io insieme a Sandra Conti e Matteo Di Girolamo. Infine, nessun regista ad imporci nulla, nessun costume, nessuna scenografia. Molière Immaginario è solo un gioco, giocato seriamente
Ivan Bellavista

 

Molière Immaginario
di e con Ivan Bellavista, Sandra Conti e Matteo Di Girolamo
scene Gianni Camillò
trucco Marianna Camillò
foto Martina Santoro
video Luca Bellavista
macchinista Andrea Zanarini
produzione Ivan Bellavista

 

Fonte: Ufficio stampa Compagnia

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP