"Luna", Giuseppe Amato protagonista del nuovo spettacolo di Massimo Stinco, al Teatro Manhattan di Roma

Scritto da  Mercoledì, 11 Marzo 2015 

Luna è un monologo che affronta più tematiche insieme: il conflitto fra la parte maschile e femminile di un uomo, l'intolleranza verso il diverso, l'impossibilità di vivere liberamente la propria identità sessuale. Un ragazzo, nato maschio, educato come un maschio, cresciuto come maschio, sente invece una parte di sé essere femminile, essere donna, e la rifiuta, non la accetta. Ma quel “richiamo” si fa sempre più forte e cresce di giorno in giorno. E arriva il momento della scelta, del mettersi a confronto con questa parte che non cede e non ti lascia. E ti senti spaccato in due, con una doppia personalità, una doppia vita, un doppio modo di essere e di pensare. “Luna” mette in scena la lotta fra queste due parti nella vita di un ragazzo come tanti che incontriamo ogni giorno, che ci passano accanto per strada, che vediamo in palestra, in discoteca, nei bar. Un ragazzo che di giorno è Andrea e la sera diventa Luna.

 

ViceVersaTeatro presenta
GIUSEPPE AMATO in
LUNA
uno spettacolo ideato, scritto e diretto da Massimo Stinco
ispirato a una storia vera
con Giuseppe Amato
regia Massimo Stinco
assistente alla regia Gabriele Zeetti
musiche David Bowie, Pink Floyd, The Script, Max Richter, Lucio Battisti, Damien Rice, Whitney Houston
anteprima nazionale Roma, Teatro Manhattan, 26 marzo 2015


Esiste un mondo nascosto e torbido del quale non si parla a sufficienza in cui parecchi ragazzi, maschili, eterosessuali, per motivi mai abbastanza indagati si eccitano indossando indumenti femminili, in segreto, e non si ritengono omosessuali o bisessuali, non sono attratti ( almeno inizialmente) dal possedere gli uomini ma dall'essere considerati come donne. Andrea è uno di questi ragazzi. La sua parte maschile è debole e si fa sopraffare da quella femminile e in un mondo come quello di oggi, soprattutto nel nostro paese, travestitismo si associa a prostituzione. E in questo ambiente succede di tutto , il travestito è trattato come un essere inumano e sbagliato, un essere umano venuto male, guasto, “anormale”. Le violenze che subiscono i travestiti e i transessuali sono estremamente frequenti, spesso taciute dalle cronache. Omofobia e transfobia sono ancora all'ordine del giorno. Un'altra “categoria” di uomini che si travestono è rappresentata dalle “drag queens”, ovvero il travestirsi per fare spettacolo, cantare in playback nei locali fra lustrini e pailettes, soprattutto negli Stati Uniti dove vi sono parecchi locali nei quali molti uomini lavorano grazie al travestimento. Spesso si usa dire che questo mondo non ha a che fare con la sessualità ed è sicuramente vero che capita di trovare eterosessuali che diventano drag solo per lavoro. Ma sono eccezioni. Il 90 % delle drag sono uomini che sentono una parte di sé come donna e la manifestano al massimo proprio nel momento dello show sul palco. E un'alta percentuale di drag è omosessuale o lo diventa col tempo.
“Luna” parla di tutto questo attraverso la confessione sincera e accorata di un ragazzo come tanti alla ricerca della sua identità.

GIUSEPPE AMATO
Diplomato in Recitazione presso il Teatro Stabile di Genova
Premio UBU 2011 nella categoria Miglior Attore under trenta


Formazione Professionale
2012 Laboratorio Teatrale tenuto da Andrea Baracco ed Ersilia Lombardo
2011 Stage intensivo con l'attore-regista Iurij Ferrini
2010 Laboratorio di recitazione su “Amleto” diretto da Pier Paolo Sepe
2009 Laboratorio intensivo di movimento e danza contemporanea con Claudia Monti
2009 Diploma di qualifica professionale per Attori conseguito presso la Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova.
2008 Laboratorio di espressione corporea con Enrico Bonavera.
2008 Laboratorio di recitazione con Andrea Battistini.
2007 Seminario di Aikido con il Maestro Daniele Granone (Dojo Giustiniani – Genova).
2007 Stage di danza contemporanea con Giorgio Rossi per la Compagnia di Sosta Palmizi.
2006 Corso di orientamento per Attori presso la Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova.
2005 Stage su “Metodologie di training” con Alessio Pizzech.
2005 Laboratorio di improvvisazione con Patricia Zanco e Michela Mattiuzzi.
2004 Seminario sul metodo Stanislavskij con Yuri Kordonsky (Festival dei Teatri d’Europa).
2003 Primo anno della Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano.

Teatro
2012 CiaulaToTheMoon, regia Elena Gigliotti, Napoli Fringe Festival (Teatro Danza)
2012 Nonvedolora, regia Claudia Monti, Notturno in Danza, Teatro dell'Archivolto
2011 L'Attuatore, regia di Sandro Mabellini, Teatro Nuovo Colosseo
2011 The History Boys di A.Bennet, regia E.De Capitani e F.Bruni, Teatro Elfo Puccini (Vincitore Premio UBU miglior attore under 30)
2010 Il racconto d'inverno di W.Shakespeare, regia E.De Capitani e F.Bruni, Teatro Elfo Puccini
2010 Sogno di una notte di mezza estate di W.Shakespeare, regia di Elio De Capitani, Teatro Elfo Puccini
2010 Ballata della necessità: spettacolo di teatro danza, regia e coreografia di Claudia Monti, per la produzione di Vera Stasi
2010 Le notti bianche, di F. M Dostoevskij, riadattamento e regia di Giuseppe Amato per la produzione della Compagnia ariaTeatro.
2009 Controtempo, di C.Simeon, regia di Marco Sciaccaluga per la produzione del Teatro Stabile di Genova.
2009 Le streghe, di R. Dahl, riadattamento e regia di Giuseppe Amato per la produzione della Compagnia ariaTeatro.
2009 Il settimo sigillo, di I.Bergman, regia di Massimo Mesciulam per la produzione del Teatro Stabile di Genova.
2008 Lo Stratagemma, di G.Farquhar, regia di Anna Laura Messeri per la produzione del Teatro Stabile di Genova.
2008 Il maestro e Margherita: esercitazione da Bulgakov, riadattamento e regia di Andrea Battistini.
2007 Ivona principessa di Borgogna, di W.Gombrowicz, regia di Anna Laura Messeri per la produzione del Teatro Stabile di Genova.
2007 Il Milione, da M.Polo, regia di Gianfranco De Bosio per la produzione del Teatro Fondamenta Nuove di Venezia.
2006 Tracce Esili, da “Storie di Ebrei” di Imelde Rosa Pellegrini, regia di Patricia Zanco in collaborazione con Shylock - CUT di Venezia.
2006 La finta ammalata, di C .Goldoni, regia di Bepi Morassi per la produzione del Teatro a l’Avogaria di Venezia.
2005 Saltuzza, di A. Calmo, regia di Riccardo Bellandi per la produzione del Teatro a l’Avogaria di Venezia.

Cinema e televisione
2008 Ulisse, il piacere della scoperta: ricostruzione video, prod. RAI 3.
2010 Francis, Cortometraggio con regia di Emanuele Camerini; Produzione IED; Istuto Europeo di Design

2011 Merd Men, video satirico, produzione indipendente “Putrefiction”

Fonte: Ufficio stampa ViceVersaTeatro

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP