Luca De Bei, attore in "Il grande mago" con la regia di Giuseppe Marini, in scena al Teatro dei Conciatori di Roma dal 15 gennaio

Scritto da  Redazione Teatro Lunedì, 14 Gennaio 2013 

Sarà in scena al Teatro dei Conciatori dal 15 Gennaio al 3 Febbraio 2013, "Il Grande Mago" (tratto da una storia vera) di Vittorio Moroni, regia di Giuseppe Marini, e con Luca De Bei che torna sulle tavole del palcoscenico nelle vesti di attore.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Teatro dei Conciatori
15 Gennaio – 3 Febbraio 2013
Compagnia della Luna e Società per Attori
presentano
IL GRANDE MAGO
(tratto da una storia vera)
di Vittorio Moroni
con Luca De Bei
regia Giuseppe Marini
costumi Alessandra Cardini
organizzazione Rosy Tranfaglia - Franco Clavari
presentato al "Garofano Verde • scenari di teatro omosessuale” 2011 • rassegna a cura di Rodolfo di Giammarco

 

 

Io sono un errore.
Un errore di nome Andrea.
Femmina in corpo di maschio.
Amo le donne senza poter essere uomo.
Tu sei il Grande Mago, creatore di ogni cosa. Io in te ci credo e ti domando:
Perché? È stato davvero un errore oppure è un castigo?
Non posso stare qui, fermo davanti ad uno specchio deforme.
A scuola sono più strano di un finocchio, al negozio dove lavoro più pericoloso di un rapinatore -per questo sto per essere licenziato - mio padre è morto per non vedermi, mia madre si sente un falegname di comodini difettosi.
E Anna?
Diceva di amarmi come sono. Ne era sicura.
Allora perché non accetta quello che sto facendo?
Non importa quanto è lungo e pauroso il viaggio.
Io ho deciso: non resterò qui, a fare la cavia da torturare.
Rimedierò all’errore e diventerò quello che sono.
Forse sarò solo alla fine del cammino.
Forse questo è il mio destino.
E tu Simone?
Perché mi guardi in quel modo?
Hai paura perché non sono come gli altri papà?
Eppure ti amo più di ogni altra creatura del Grande Mago.
Vittorio Moroni

 

 

Un percorso privato, la storia vera di una sofferta metamorfosi, dal maschile al femminile, preceduta e complicata da una paternità imprevista. La vicenda di un padre che diventa donna, raccontata in prima persona, che sposta l’attenzione dal cambio di sesso di per sé, per concentrarsi sulle reazioni degli altri e sull’effetto che esse hanno su di lui/lei. Dal licenziamento dopo il cambio di sesso, alle perplessità del figlio di sei anni, dall’accettazione di sua madre, alle resistenze del fratello: un percorso in cui il protagonista è davvero solo durante la transizione.
Di certo il cambiamento di sesso ha tuttora infiniti aspetti sconosciuti e inesplorati. Mentre abbondano scuole di pensiero e di critica fondate solo su luoghi comuni.

 

 

Teatro dei Conciatori
Via dei Conciatori 5  00154 Roma  
Dove siamo: (clicca qui per vedere la mappa)
Per prenotazioni: tel 0645448982 – 0645470031
Costo biglietti: intero 15 euro, ridotto 12 euro; tessera associativa 2 euro.
Orario spettacoli: dal martedì, mercoledì venerdì e sabato ore 21,00 – domenica  e giovedì ore 18,00.
Riduzioni per gli studenti universitari, gli over 65, tutti coloro che si presentano in teatro come lettori di Saltinaria.it e Mercuzio per gli abbonati metrobuscar e per tutti coloro che presentano un biglietto atac obliterato in giornata.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - http://www.teatrodeiconciatori.it

IL TEATRO E’ PATROCINATO DAL MUNICIPIO XI

 


Fonte: Maya Amenduni, Ufficio stampa Teatro dei Conciatori

 

 

TOP