"Labirinto", festival teatrale del Gruppo della Creta, al Teatro Furio Camillo dal 4 al 21 febbraio

Scritto da  Sabato, 30 Gennaio 2016 

Una sfida al labirinto: è così che Italo Calvino definisce il rapporto tra il lettore e la lettura. Un viaggio, un tragitto dell’individuo all’interno della storia, abbandonando il filo di Arianna, ma lasciandosi trasportare dall’emozione e dall’energia dell’intreccio. La lettura in questo senso non rivela la chiave per oltrepassare il labirinto, ma solo l’atteggiamento con cui affrontarlo. Da questa suggestione prende vita il festival LABIRINTO, organizzato dal Gruppo della Creta presso il Teatro Furio Camillo dal 4 al 21 febbraio, in cui tutti gli spettacoli e gli appuntamenti apriranno allo spettatore una vasta scelta di percorsi, nessuno obbligato, ma tutti aperti alla scoperta di nuova drammaturgia e tematiche attuali.


Gruppo della Creta presenta
LABIRINTO
festival teatrale
dal 4 al 21 febbraio 2016
(dal giovedì alla domenica)

Teatro Furio Camillo
Via Camilla, 44 - 00181 Roma

 

Con l’ideazione e la programmazione del festival LABIRINTO, esordisce come nuova formazione il Gruppo della Creta, nato nel 2015 dalla sinergica unione di giovani attori diplomati presso la Nuova Accademia Internazionale di Arte Drammatica del Teatro Quirinetta di Roma.
Per tre settimane, dal 4 al 21 febbraio andranno in scena al Teatro Furio Camillo di Roma nove spettacoli, incontri letterari e una esposizione di arti figurative, all’interno del bando di concorso MINOTAURO.
I percorsi suggeriti dal festival sono: Giovani Regie, Percorso Pasolini, Pomeridiane

Ad ampliare i percorsi di teatro e pittura, concorre la letteratura. Grazie al sostegno di Roberto Greco e grazie al punto vendita Einaudi di Via Labicana, 114, nel foyer del Teatro sarà possibile trovare corrispondenze letterarie a quanto visto in scena.

PROGRAMMA

4 FEBBRAIO
ore 21
TRE GIOVEDI E UNA DOMENICA
Da Casarsa a Rebibbia fino a Monteverde - regia di Sergio Basile

5 – 6 FEBBRAIO
ore 21
SOUFFLE – regia di Lorenzo De Liberato
(PRIMA ASSOLUTA)

7 FEBBRAIO
ore 17:30
SENZA CONFINI – regia di Massimo Cinque
(PRIMA ROMANA)
ore 21
SOUFFLE – regia di Lorenzo De Liberato

11 FEBBRAIO
ore 21
TRE GIOVEDI E UNA DOMENICA
Per Testaccio, Pigneto e Tuscolano fino all’Eur – regia di Sergio Basile

12 FEBBRAIO
ore 21
PER SEI DOLLARI L’ORA – regia di Alessandro Di Murro
(PRIMA ASSOLUTA)

13 FEBBRAIO
ore 17:30
MAKA A SCUOLA DI MAGIA – regia di Martina Venanzi
ore 21
PER SEI DOLLARI L’ORA – regia di Alessandro Di Murro

14 FEBBRAIO
ore 17:30
SENZA CONFINI – regia di Massimo Cinque
ore 21
PER SEI DOLLARI L’ORA – regia di Alessandro Di Murro

18 FEBBRAIO
ore 21
TRE GIOVEDI E UNA DOMENICA
Da Sabaudia fino a Ostia – regia di Sergio Basile

19 FEBBRAIO
ore 21
A/R ANDATA E RITORNO – regia di Valentina Cognatti

20 FEBBRAIO
ore 17:30
MAKA A SCUOLA DI MAGIA – regia di Martina Venanzi
ore 21
A/R ANDATA E RITORNO – regia di Valentina Cognatti

21 FEBBRAIO
ore 18
S(T)ONATA PER LAURA E PIERPAOLO – regia di Sergio Basile

 

PERCORSO GIOVANI REGIE

SOUFFLE – di Lorenzo De Liberato e Chiara Poletti
regia di Lorenzo De Liberato
con Chiara Poletti
Lo spettacolo, tratto da Una donna, suo romanzo d’esordio, racconta gli anni della giovinezza di Sibilla Aleramo: il trasferimento con la famiglia da Milano nelle Marche, il matrimonio senza amore, inasprito da violenze e soprusi, la nascita del figlio e il trasferimento a Roma, dove l’Aleramo farà i suoi primi passi verso le lotte del femminismo. Il lucido racconto di una donna, che passa in rassegna gli anni più difficili e ingiusti della propria vita, un viaggio all’interno degli avvenimenti più importanti che hanno dato a Sibilla Aleramo la forza di cambiare la propria vita e non solo.
(5, 6 e 7 febbraio ore 21)

PER SEI DOLLARI L’ORA – liberamente ispirato a scritti e pensieri di C. Bukowski
adattamento Silvio Bambagiotti
regia di Alessandro Di Murro.
con Laura Pannia, Alessio Esposito, Lorenzo Garufo, Bruna Sdao, Amedeo Monda, Jacopo Cinque.
musiche originali Enea Chisci
È Nick Belane il protagonista di Per sei dollari l'ora, l'investigatore privato più dritto di Los Angeles. Belane è ciò che è rimasto dell'eroe americano, dopo essere stato masticato e rigurgitato dal cinema, dal fumetto e dalla tv spazzatura. All'ombra livida e smunta di una Hollywood polverosa come un motel d'autostrada, gli altri personaggi sono tutte proiezioni del protagonista e sfilano davanti al pubblico come in un carrozzone imbastardito di maschere dai calzini spaiati. Come l'Amore, che è un alieno che viene dallo spazio, incomprensibile, inafferrabile e multiforme creatura che non può fare altro che lasciare questo pianeta. E su tutti svetta, sui suoi vorticosi tacchi a spillo, Lei, la “Signora Morte” che controlla sempre le azioni funamboliche dei suoi burattini.
(12, 13 e 14 febbraio ore 21)

A/R ANDATA E RITORNO
di Amalia Bonagura
regia Valentina Cognatti
con Pamela Massi (attrice-cantante), Emmanuel Losio (chitarra), Stefano Napoli (contrabbasso), Enrico Blatti (harmonica cromatica e direzione musicale)
Un’enorme radio sullo sfondo, un tavolo da cucina, una sedia a dondolo: non serve altro a Ninetta per iniziare il suo viaggio. E’ una ragazza semplice e vive in una cittadina di provincia negli anni ’50, è piena di energia e di entusiasmo, è istintiva, un po’ inquieta, è curiosa e appassionata e sempre in cerca di risposte. Comincia da qui il suo viaggio, accompagnata e sostenuta da una colonna sonora che percorre il cammino della musica di quegli anni. Seguire Ninetta nel suo viaggio significa trovarsi con lei su un treno magico che corre su un binario di note e parole e farsi portare lontano – ma forse non così lontano – in un percorso che parte dalla realtà, diventa sogno e torna alla realtà: A/R, andata e ritorno.
(19 e 20 febbraio ore 21)

 

PERCORSO PASOLINI

TRE GIOVEDI E UNA DOMENICA
ispirato a scritti e pensieri di Pier Paolo Pasolini
regia di Sergio Basile
con Jacopo Cinque, Cristiano Demurtas, Alessandro Di Murro, Alessio Esposito, Pamela Massi,
Giulia Modica, Laura Pannia, Lida Ricci, Bruna Sdao
e con l’amichevole partecipazione degli allievi del terzo anno dell’accademia “Fondamenta”
In occasione dell’anno pasoliniano, il Gruppo della Creta si propone l’obiettivo di illustrare un breve percorso itinerante, attraverso ricorrenze settimanali sulla figura di Pier Paolo Pasolini. Il progetto vedrà occupata l’intera compagnia con interventi di docenti universitari come Giancarlo Sammartano, di attori che hanno recitato direttamente con Pasolini, come Luigi Mezzanotte, di registi come Sergio Basile e drammaturghi che si sono occupati di Pasolini come Elena Fanucci. Entreremo nel grande laboratorio, nell’officina dell’immaginario pasoliniano quello cinematografico, quello poetico, quello letterario, quello critico. Si intende valorizzare il rapporto tra Pasolini e la scena teatrale. Non tanto di parlare del teatro di Pasolini, o meglio, non solo, ma di parlare di Pier Paolo in teatro.

Da Casarsa a Rebibbia fino a Monteverde – giovedì 4 febbraio ore 21
Per Testaccio, Pigneto e Tuscolano fino all’Eur – giovedì 11 febbraio ore 21
Da Sabaudia fino a Ostia – giovedì 18 febbraio ore 21

S(T)ONATA PER LAURA E PIERPAOLO
di Elena Fanucci
regia di Sergio Basile
Con Alessio Esposito e Giulia Modica
Nel quarantesimo anniversario della morte di Pier Paolo Pasolini, nasce l’urgenza di guardare al poeta da una prospettiva diversa da quella dell’uomo pubblico esposto ai media. Ben presto prende corpo l’idea di osservarlo attraverso gli occhi di un’artista che più di altri gli è stata vicina, lo ha capito e amato e forse proprio in virtù di questo amore fuori dal comune, lo ha ricreato, “ripartorito”: Laura Betti. Pasolini, che arriva da una provincia lontana e che entra in contatto col mondo degli intellettuali nella Roma della fine degli anni cinquanta, è uomo timido, riservato, di poche parole. L’incontro con Laura, detta “la Giaguara”, sarà per lui determinante. Diverrà la sua musa, la sua attrice prediletta, la sua “moglie non carnale”. Di lui raccoglierà le confidenze, sarà l’orecchio attento alle dichiarazioni spesso controcorrente che Pasolini esprimerà rispetto alle problematiche del suo presente. Da questa angolazione laterale, dalla visuale di chi, più che di fronte, gli sta di fianco e lo guarda con occhi di donna innamorata, l’uomo Pasolini appare sotto una nuova luce. E’ uno sguardo privato quello di Laura, acceso da un amore disperato, spesso accecato dalla gelosia, comunque sempre appassionato, estremo, tanto da trasformarla, dopo la morte di lui, in una sacerdotessa pagana, un’Erinni che rivendica per sé il ruolo di unica custode della sua memoria.
(21 febbraio ore 18)

 

POMERIDIANE

MAKA A SCUOLA DI MAGIA
liberamente ispirato ai romanzi di J. K. Rowling
testo di Olimpia Ferrara e Matteo Minerva
regia di Martina Venanzi
con Martina Venanzi, Katy Mecarelli e Olimpia Ferrara
Maka è una stravagante e curiosa Folletta dei boschi, ha sempre voglia di conoscere, esplorare e viaggiare. Tante le strabilianti esperienze già fatte ma tante altre quelle da fare. Questa volta si troverà ad intraprendere un avvincente viaggio nella scuola di magia più amata dai maghetti e le streghette di tutto il mondo. Il celebre maghetto in persona ha bussato alla porta magica di Maka e ha fatto la sua conoscenza. La nostra Folletta vorrebbe a tutti i costi far parte della casa di Godric Grifondoro, la stessa di Harry. Così i due entrano nel favoloso castello dove avverrà lo smistamento grazie all’aiuto del cappello parlante. Purtroppo un perfido Dissennatore arriverà a rovinare tutto il divertimento ma il coraggio e la magia di Harry e Maka lo sconfiggeranno. Una favolosa e divertente avventura tra musica, effetti speciali e un pizzico di arti circensi.
(13 e 20 febbraio ore 17:30)

SENZA CONFINI
drammaturgia e regia di Massimo Cinque
con Jacopo Cinque, Cristiano Demurtas, Alessandro Di Murro, Alessio Esposito, Pamela Massi, Giulia Modica, Laura Pannia, Lida Ricci, Bruno Sdao.
Racconta la vita dei soldati, durante la prima guerra mondiale, attraverso le lettere, i canti, gli ordini impartiti dai superiori e che si risolveranno spesse volte in decimazioni.
La follia della guerra raccontata con il cuore di coloro che ne furono protagonisti, ma anche con il cuore delle donne che furono costrette a prendere il posto dei mariti, dei fratelli, dei figli, sostituendoli nei campi, nelle fabbriche, in casa.
Nove giovani attori e attrici nell’età di coloro che combattevano al fronte, rappresentano, in occasione dei cento anni da quella grande tragedia, uno spettacolo “per non dimenticare”.
Giovani uomini e giovani donne che hanno dato la vita per difendere i confini della nostra nazione senza saperne il motivo per cui si trovavano a meno venti gradi, con altri giovani che dalla parte opposta gli sparavano contro senza sapere perché.
(7 e 14 febbraio ore 17:30)

 

CONCORSO DI ARTI FIGURATIVE
All’interno del Festival LABIRINTO, durante la seconda e la terza settimana di programmazione, saranno esposte le opere finaliste al bando di concorso MINOTAURO – Prima edizione, ideato, organizzato e curato da Enea Chisci. Domenica 21 febbraio, durante l’ultima giornata del festival, sarà proclamato l’artista vincitore, che potrà esporre una personale di opere presso lo storico Caffè Perù a Roma dal 17 al 31 marzo 2016.

INFO
Festival Teatrale LABIRINTO
dal 4 al 21 febbraio (dal giovedì alla domenica)
Teatro Furio Camillo – via Camilla, 44 Roma
Tel. 06 9761 6026
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.teatrofuriocamillo.it

Gruppo della Creta - www.gruppodellacreta.com

Mediapartner SaltinAria.it

INTERO - 15 euro
RIDOTTO (con prenotazione) - 13 euro
RIDOTTO (under 25) - 10 euro
RIDOTTO BAMBINI (under 8) - 5 euro

TEATRO RAGAZZI – MAKA A SCUOLA DI MAGIA
Bambini - 10 euro
Adulti - 12 euro
Gruppi di almeno 10 bambini - 8 euro per tutti (bambini e accompagnatori)

Fonte: Ufficio Stampa Stefania D’Orazio

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP