ContemporaneaTeatro 2014, a Gavignano (Rm) dal 16 al 31 agosto

Scritto da  Mercoledì, 20 Agosto 2014 

Il Festival Contemporanea, giunto con successo alla quinta edizione, sceglie per il 2014 di concentrarsi a Gavignano Rm, nel cuore della regione Lazio. Una grande festa del teatro contemporaneo, dove l’arte scenica supera i propri confini e naturalmente ridefinisce il territorio attraverso suggestioni visive, sonore, digitali e multimediali, pensata per attraversare le strade antiche e suggestive dei comuni dei Monti Lepini, con la creatività e l’innovazione del linguaggio della ricerca teatrale che sperimenta sulla scena.

 

CONTEMPORANEA TEATRO 2014
festival di teatro e musica
quinta edizione

SCENARI ARCHEOLOGICI PER LA DRAMMATURGIA D’ AVANGUARDIA
dal 16 al 31 agosto 2014
GAVIGNANO RM – COLLEFERRO

L’idea è quella di raccontare ed esportare il talento di alcune compagnie europee, tentando la sinergia tra le diverse sensibilità artistiche e l’identità dei luoghi ospiti. Piazze, palazzi storici, conventi, aree archeologiche, sono le scenografie naturali degli spettacoli teatrali di Antonio Rezza e Flavia Mastrella, Fanny & Alexander, Simone Cristicchi.
Centrale nella programmazione, il concerto spettacolo di Marina Rei.
Il Palazzo Baronale, detto Corte, cuore del borgo gavignanese, ospiterà la mostra Life Micro Macro di Tatiana Caputer Viber. La residenza di Debora Pappalardo, insieme al Maestro Edoardo M.Reyneri, porterà alla produzione di un atto teatrale inedito, legato ad un workshop/ laboratorio esperienziale tenuto con i residenti. La compagnia INEUROFF, nota per le suggestive macchine sceniche, ha riadattato per il panoramico Pincetto, l’ultima opera. La piazza dell’ Assunzione di Gavignano ospiterà il monologo di Emiliano Valente. Il fascino evocativo dei luoghi prescelti, porterà alla rappresentazione delle opere nella massima esaltazione, in una forma minimale, composita ed integrata.
Ulteriore location d’ eccezione sarà il comune di Colleferro, scelta per rivalutare luoghi inusuali allo spettacolo dal vivo. Andrea Cosentino si esibirà all interno del mercato coperto. Un’inedita installazione sonora curata da Luigi De Angelis (Fanny&Alexander) e Sergio Policicchio, animerà gli ex rifugi della seconda guerra mondiale. La compagnia Ondadurto Teatro strabilierà la piazza Italia, centro della cittadina.

Il progetto – precisa l’ideatrice Chiara Crupi del Kollatino Underground, insieme a Nicola Fagnaniè espressione dell’obiettivo di valorizzare la cultura come strumento di innovazione. Un progetto di ampie vedute perché realizza un laboratorio e centro d’avanguardia per attività di sperimentazione, aprendo i piccoli comuni a spazi nazionali e internazionali di promozione, di condivisione progettuale e di valorizzazione dei talenti contemporanei. Possiamo migliorare la qualità complessiva del sistema culturale regionale, attraverso un’efficace offerta che promuova una sorta di responsabilità ‘a crescere’ nei confronti del pubblico e del territorio e della promozione dell’inedito. Le opere scelte ricordano che ogni tempo di crisi è anche tempo di cambiamento, di trasformazione e di costruzione di paradigmi nuovi ed inediti; e che le arti, per prime, sanno rivelarci le tracce e gli indizi nascosti dei nuovi possibili paesaggi futuri. Un concetto, quello di crisi, che il Festival vuole declinare a partire dalle opportunità che vengono generate dal tramonto dei paradigmi tradizionali e in termini di scoperte, di pratiche nuove e combinazioni inedite con cui riscrivere i codici del nostro tempo. Un'idea di crisi come possibile forma di nuova energia sia in termini di forza attiva, sia in termini di resistenza.
Un progetto di Kollatino Underground in collaborazione con Opera Ovunque
Iniziativa realizzata con il contributo della Regione Lazio, Assessorato cultura, arte e sport

Programma:
10 giorni di spettacolo dal vivo - 19 eventi - 1 workshop laboratorio - 1 produzione - 1 Esposizione d’arte 1 area Dj
2 giorni di interventi artistici disseminati fra vicoli e piazze

dal 16 al 26 agosto _ Gavignano Rm _ Il paese sorge su un piccolo promontorio situato alla confluenza fra i fiumi Rio e Sacco, nei monti Lepini. Piccolo gioiello di rara bellezza, vanta monumenti architettonici di pregio, risalenti all’ epoca romanica e medievale e patria del Pontefice Innocenzo III. Un paese di circa 2.000 abitanti, ricco di storia e tradizioni, luogo ideale per ospitare il festival, che nasce proprio per “esaltare gli scenari architettonici ed i monumenti paesaggistico e naturali attraverso spettacoli di nuova drammaturgia contemporanea”.

16 agosto _ concerto spettacolo di Marina Rei (via Roma)
18 agosto _ Interventi artistici disseminati per vicoli e piazze del paese
“Cabaret Carnival” a cura di ORQUESTA 06 _ “ITALIAN LAB” a cura di THE CLIMB
20 agosto _ “Mio nonno è morto in guerra” di e con Simone Cristicchi (Pincetto, Gavignano Rm)
22 agosto _ “La Banda del Gobbo” di e con Emiliano Valente (Gavignano Rm)
23 agosto _ “Pitecus” di e con Antonio Rezza e Flavia Mastrella (Pincetto, Gavignano Rm))
25 agosto _ workshop residenza a cura del maestro Edoardo Reyneri
ore21 _ “AWN...all we need” di Debora Pappalardo ed Edoardo Reyneri (Gavignano Rm)
26 agosto _ “ACTIONS#2” produzione INEUROFF
Mostra permanente Life Micro Macro di Tatiana Caputer Viber (Corte)
31 agosto _ presentazione del libro “Radici e Gemme” di Alfonso Pascale

dal 29 al 31 agosto _ Colleferro
29 agosto _ “Primi passi sulla luna” di e con Andrea Cosentino (Mercato coperto)
30 agosto _ “Crash Flyght” di Ondadurto Teatro (Piazza Italia)
31 agosto _ “Buco Bianco” paesaggio sonoro (Ex rifugi)
un progetto di Luigi De Angelis (Fanny&Alexander) e Sergio Policicchio

La proposta individuata per il comune di Gavignano, prevede l’ allestimento di tre aree destinate a differenti generi di spettacolo dal vivo, tutte dislocate nel comune di Gavignano. Le tre aree saranno attive per tutta la durata della manifestazione, coinvolgendo il pubblico in orari differenti.
La proposta per il Comune di Colleferro prevede l’ allestimento del mercato coperto e degli ex rifugi, luoghi inusuali ma idonei per una proposta culturale di qualità adatta ad un pubblico eterogeneo.


ARTISTI e SPETTACOLI

sabato 16 agosto _ Via Roma (Gavignano Rm)
Marina Rei _ concerto spettacolo
Un progetto inedito, creata appositamente per il festival Contemporanea. Un ensemble d’eccezione tra voce, l’infinita gamma di percussioni e la tastiera, elementi ritmici dell’ opera. Una scelta impegnativa che rivela una Marina musicista di grande talento, passionale, intensa, energica, ricca di inventiva.
Questa nuova chiave interpretativa mette a nudo la voce, lasciandole esprimere più liberamente e con maggior forza la sua vocalità, fra il live acustico e la improvvisazione scenica, nella quale la sua creatività si esprime con un nuovo impulso, a tratti performativo. Lo spettacolo, dal forte impatto sonoro ed emotivo, anticipa il nuovo disco di Marina che uscirà a settembre, con toni che esprimono la crescita e l’ evoluzione di una artista in grado di sperimentare e rinnovare il suo talento, rispondendo alle esigenze contemporanee e dando nuovi stimoli ed impulsi al suo pubblico. E’ un percorso creativo di un’opera in divenire, un viaggio attraverso l'evoluzione della sonorità, individuata nel rapporto tra segno, gesto espressivo e parola che viene proposto simultaneamente.

Lunedi 18 agosto _ Interventi artistici disseminati per vicoli e piazze del paese
“Cabaret Carnival” a cura di ORQUESTA 06
“ITALIAN LAB” a cura di THE CLIMB
Le azioni performative si snodano nel borgo del centro storico dl Comune di Gavignano Romano.
Atti teatrali caratterizzati dallo studio del territorio e dalla ricerca dello spirito sociale e paesaggistico del luogo ospite.
Il carico di “arte totale”, di linguaggi espressivi di vario genere promuove percorsi culturali che portano il pubblico a scoprire e valorizzare le tradizioni ed i costumi locali.

Mercoledi 20 agosto _ Pincetto (Gavignano Rm)
Simone Cristicchi in “MIO NONNO E’ MORTO IN GUERRA”
VOCI, CANZONI E MEMORIE DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE
Uno spettacolo di e con Simone Cristicchi.
“Mio nonno è morto in guerra” è un vivace e appassionante mosaico di memorie, canzoni e video­proiezioni, i cui protagonisti sono piccoli eroi quotidiani, uomini e donne attraversati da uno dei più violenti terremoti della Storia: la seconda guerra Storie di bombardamenti nelle borgate romane, storie di fame, di madri coraggiose, di prigionieri in Africa, di soldati congelati nella ritirata di Russia. Storie di lager e lotta Testimonianze reali e inedite raccolte dall’autore, che ci trasportano tra le voci potenti di un’umanità nascosta tra le macerie. Cambiando voce, abiti, musiche e atmosfere, l’istrionico “cant’attore” Cristicchi dà vita ad ogni singolo personaggio, in un caleidoscopio di emozioni capaci di commuovere e far sorridere amaramente su una delle più grandi tragedie mai accadute.

Venerdi 22 agosto _ Gavignano Rm
EMILIANO VALENTE in “LA BANDA DEL GOBBO”
Analizzando la vita di un personaggio leggendario della periferia romana, il Gobbo del Quarticciolo, ho ripercorso le vicende di una Roma sotto assedio, invasa dai Tedeschi, bombardata dagli Americani, abbandonata dagli uomini di potere.
E' nella Roma più povera e popolare delle borgate come il Quarticciolo, che uomini e donne, combattono contro l' ingiustizia e l' oppressione. E' lì che nascono gli eroi involontari di questa storia: sora Cettina, Giggetto, zio Franchino,Er Pigna, Neganè, Er Carota......uomini e bambini di borgata, trasformati in combattenti dagli eventi tragici che li colpiscono. Una storia narrata in prima persona. Il linguaggio scelto è la lingua di borgata; chi le racconta, è un ragazzetto, uno strillone soprannominato Riccetto, un ragazzo ingenuo a cui tutto sembra un po' accadere per caso. Riccetto viene arruolato nella banda del gobbo e racconta quello che lui, dodicenne, ha vissuto in quei mesi di terrore e di dominazione, fino all’arrivo degli Americani. Tra giochi da bambino e assalti da adulto, la vita del Riccetto è semplicemente la vita di un ragazzo di borgata durante una guerra.

Sabato 23 agosto _ Pincetto (Gavignano Rm)
ANTONIO REZZA e FLAVIA MASTRELLA in “PITECUS”
Gidio è chiuso in casa, Fiorenzo, uomo limbo, sta male fisicamente; il professor Stella, videodittatore dipendente, mostra a migliaia di telespettatori alcuni malati terminali, un padre logorroico non si capacita dell'omosessualità del figlio; Saverio, disinvolto ed emancipato, prende la vita così come viene, cosciente del suo fascino fuggevole.
Mirella prega intensamente le divinità per essere assunta alle poste, Roscio, di nome e di fatto, frequenta una nuova compagnia di amici che lo sbeffeggiano a tracotanza.
La bella addormentata non prende sonno ed il re, stanco di fasce e capricci, tenta di asfissiare il corpicino bambino. Un giovane studente ha un rapporto conflittuale con la radiosveglia mentre mariti annoiati e lussuriosi vengono rapiti dal fascino indiscreto del solito Saverio, borghese che miete amori ed affitta sentimenti.

Lunedi 25 agosto _ (Gavignano Rm)
ore 17 _ Open workshop
“KI (energia) – esercizi e strumenti nelle dinamiche di autodifesa – conflitto e pacificazione”
a cura del M° Edoardo R M Reyneri ACCADEMIA KI DŌ RYU
Il tema centrale trattato è quello della presa di coscienza del KI (energia vitale) come strumento “presente” al nostro servizio in ambito di armonizzazione interiore anche e soprattutto in rapporto alla vita relazionale.
Il metodo I shin den shin (da cuore a cuore), con esercizi psicomotori, di respirazione, dialogo ed ascolto, prevede la sperimentazione di un’apertura di percorso energetico propedeutico all’ottenimento di ricadute positive in ambito individuale e relazionale, per un lavoro in ricerca di unione di spirito (KIAI). Parte del workshop è dedicato alle donne, sul tema dei principi generali e psicologia dell’autodifesa con l’apporto di alcune, semplici ed efficaci tecniche.
ore21 _ atto teatrale “AWN... All We Need” “Dialoghi in opposizione ed armonizzazione”
di Debora Pappalardo ed Edoardo R M Reyneri con Debora Pappalardo
Oppressione o libertà? Opposizione o ricerca consapevole di armonizzazione? sono il centro del tema per andare ben oltre il disamore e la non scelta. Questa opera originale ed inedita nasce da una residenza e da un laboratorio con gli abitanti del quartiere. Vari personaggi tratti dalla letteratura e dal quotidiano, portando in evidenza come il mantenimento della ricerca di armonizzazione sia determinante per la qualità della vita. secondo il metodo I SHIN DEN SHIN (da cuore a cuore) produzione LIBERAinterAZIONE

Martedi 26 agosto _ (Gavignano Rm)
spettacolo teatrale “ACTIONS#2” produzione INEUROFF
Un video, un fumetto poetico ed ironico creato per l’occasione da Maria Chiara di Giorgio dove viene raccontata la vita di un vecchietto simpatico e surreale dalla sua nascita ad oggi. E poi una pedana sopra le teste del pubblico dove si apriranno situazioni della vita quotidiana di un personaggio goffo e scorbutico: il risveglio, la strada, il solito bar, il passare delle stagioni… il parco… Un momento in cui il gioco viene sopraelevato e sospeso e tutto avviene tra il pubblico. Ma una leggera brezza preannuncia l’arrivo di una figura enigmatica che, come il vento, incostante e volubile affascina e sorprende lo spettatore… e sarà lei a dar vita ad un mondo fantastico, fatto di ricordi, sogni ed immagini oniriche.

Venerdi 29 agosto _ Mercato coperto_ Colleferro
ANDREA COSENTINO in “Primi passi sulla luna”
DI V A G A Z I O N I P R O V V I S O R I E
PER UNO S P E T T A C O L O P O S T U M O
Dice che la notte del 20 luglio del ’69 in tutto il mondo interplanetario
Non c’è stato un furto, un omicidio, una rapina, uno scappellotto.
Erano tutti li davanti a Neil Armstrong.
E questo cosa vuol dire?
Vuol dire che se tutti guardassimo di più la televisione il nostro Sarebbe un mondo migliore

Sabato 30 agosto_ Piazza Italia _ Colleferro
CRASHFLIGHT di ONDADURTO TEATRO
Crash Flight è uno spettacolo onirico e surreale, è un lavoro in grado di interagire in modo organico con gli elementi architettonici dello spazio in cui ha luogo. Attraverso l’utilizzo di
tessuto bianco e corde si creerà un ambiente sospeso: l’irreale che si fonde al reale. Un vecchietto scorbutico aiutato a realizzare un sogno da un inventore e il suo goffo
assistente. Una macchina che gli permetterà di prendere il volo: una giostra / macchina gestita dal vivo, dagli attori che sono performer / danzatori. E proprio quando ogni speranza sembrerà perduta, il nostro eroe è finalmente in grado di volare… finalmente potrà librarsi nel cielo e tornare ad essere bambino.

Domenica 31 agosto_ Rifugi _ Colleferro
B U C O B I A N C O
progetto Buco Bianco #Colleferro
paesaggio sonoro
un progetto di Luigi De Angelis (Fanny&Alexander) e Sergio Policicchio
“Un buco bianco, nella teoria della relatività generale, è una regione ipotetica di spaziotempo nella quale non si può entrare dall’esterno, ma dalla quale la materia e la luce possono solamente fuoriuscire.
In questo senso è l’opposto di un buco nero, nel quale si può entrare dall’esterno, ma dal quale nulla, inclusa la luce, ha la possibilità di fuoriuscire. Alcuni pensano pertanto che i buchi bianchi possano essere l’altra estremità di un tunnel spazio-temporale che collega un buco nero con regioni molto lontane dell’universo o addirittura con altri universi.” Il progetto si propone di indagare, attraverso un’ampia mappatura, il corpo sonoro del territorio di una città. Inseguendo le traiettorie degli animali, sostando a lungo nei loro regni, per lo più nascosti e paralleli al fluire della vita contemporanea, il progetto tenta di comporre, mediante la tecnica lenticolare del micro mosaico, un corpo sonoro sottile di origine antichissima, che travalica i confini fisici e temporali della città, le sue torri, i suoi muri, le sue barriere.

Comune di GAVIGNANO RM _ COLLEFERRO
come arrivare: Autostrada Roma Napoli – uscita Colleferro

Info: http://artinconnessione.com
cerca CONTEMPORANEA-TEATRO FEST anche su facebook

 

Fonte: Ufficio Stampa ARTINCONNESSIONE

TOP