"Autoritratti in viaggio" - da domani al Brend, ex tribunale di Brescia, una maratona teatrale per raccontare il territorio bresciano

Scritto da  Mercoledì, 24 Giugno 2015 

Un gruppo di artisti accoglie la sfida di raccontare il territorio bresciano a partire dalle storie delle persone che lo abitano. Sulle tracce di un viaggio disegnato dalla Provincia di Brescia insieme a Paolo Dalla Sega, alla scoperta dei paesaggi bresciani, sette attori-drammaturghi hanno intervistato 44 persone, dando inizio ad una raccolta di storie legate al territorio di cui lo spettacolo non può né vuole essere punto conclusivo, ma solo prima tappa di restituzione. Le storie personali, attraverso un processo di elaborazione drammaturgica, sono state trasformate in monologhi, divisi per aree geografiche. Sette sale di Palazzo Martinengo Colleoni ospiteranno altrettanti spazi scenici dedicati ciascuno a una zona del territorio bresciano, con le sue storie e il suo attore-narratore.


BREND EX TRIBUNALE Palazzo Martinengo Colleoni
Via Moretto, 78 - Brescia

giovedì 25 giugno ore 20.40 – 22:30
venerdì 26 e sabato 27 giugno ore 20:00 – 22:00

AUTORITRATTI IN VIAGGIO

Produzione: CENTRO TEATRALE BRESCIANO
In collaborazione con:
REGIONE LOMBARDIA, COMUNE DI BRESCIA, PROVINCIA DI BRESCIA e BREND
Da un'idea di: FRANCESCA BERTOGLIO e FAUSTO CABRA
Coordinamento registico e drammaturgico: FAUSTO CABRA
Aiuto coordinamento: SILVIA QUARANTINI
Di e con:
FAUSTO CABRA, MONICA CECCARDI, EL HADIRI, ANTONIO PALAZZO, ALESSANDRO QUATTRO, SILVIA QUARANTINI, ANNA TEOTTI
Scene: KATYA SANTORO
Luci: CESARE AGONI
TECNICO: MICHELE SABATTOLI

 

Un unico spettacolo, 19 testi teatrali originali, 178 performance da 15 minuti, 45 ore di recitato condensate in 11 ore di spettacolo nell'arco di 3 giornate. Data l'estesa articolazione della macchina teatrale, lo spettatore ha un ruolo attivo in quanto regista del suo spettacolo: cartina alla mano, ciascuno decide cosa vedere e quando, quali zone della provincia visitare, quali e quante storie ascoltare: la durata dell'evento può variare quindi da 20 minuti a 11 ore. Senza questa libera scelta dello spettatore, che è anzitutto un'apertura al viaggio e all'ascolto, lo spettacolo non prende vita.
Il risultato è un grande rito collettivo, più che mai specchio di una comunità, certamente estesa e molto variegata, ma pur sempre, in qualche modo, una; una comunità che, come accadeva con la tragedia greca, attraverso lo strumento teatrale racconta di sé a se stessa, in un rispecchiamento che si rivela processo di conoscenza e crescita. Un'esplorazione. Un viaggio.

La maratona in numeri:
8 luoghi deputati
più di 1000 mq di spazio teatrale
7 zone della provincia di Brescia (Città, Bassa, Val Trompia, Val Sabbia, Val Camonica, Garda, Franciacorta-Sebino)
7 attori che recitano in contemporanea
19 testi teatrali originali
178 performance da 15 minuti
45 ore di esibizioni condensate in 11 ore di spettacolo nell'arco di 3 giornate

Tutti i monologhi sono testi d'invenzione liberamente ispirati ad aneddoti, storie, vite e sogni che ci sono stati generosamente raccontati da bresciani, per nascita o per scelta.

Si ringraziano per la collaborazione: Giacomo Andrico, Gian Mario Andrico, Andrea Archetti, Elisabetta Archetti, Ercole Archetti, Marco Archetti, Gian Mario Bandera, Lucci Bazzoni, Graziella Belli, Chiara Bersi Serlini, Giacomo Bisordi, Anna Bonfadini, Mara Bontacchio, Claudio Bontempi, Marco Buccio, Vera Buccio, Andrea Busi, Lisa Capaccioli, Giuseppina Carutti, Annamaria Comensoli, Paolo Dalla Sega, Domenico Comensoli detto Dino, Barbara D'Attoma, Davide Dagani, Devis Dotto, Abderrahim El Hadiri, Franca Ferrari, Luca Ferremi, Mario Gheza, Cesare Giovanelli, Marco Girardi, Alberto Guarinoni, Silvia Mazzini, Sabrina Medaglia, Luciana Melzani, Andrea Minessi, Massimo Ottelli, Pierangelo Pedersoli, Gian Marco Pellecchia, Sandro Pellegrini, Cesarino Piardi, Chiara Pizzatti, Brunella Portolano, Sergio Rizzardi, Amerigo Salvadori, Loredana Scaramella, Angiola Stefana, Lino Trentini, Mattia Trotta, Fiorello Turla, Francesca Zani, Roberto Zani, Tarcisio Zani, Cristina Ziliani.

 

MONICA CECCARDI
autrice e attrice diplomata nel 2004 all’Accademia del Teatro Stabile del Veneto, dove vince il Premio Franco Enriquez. Nel 2006 consegue la laurea magistrale con lode in Filosofia. Lavora al Teatro Stabile del Veneto, diretta da Alberto Terrani “Ippolito”, e al Meta Teatro di Roma, diretta da Pippo Di Marca “Maldoror”. Nel 2006-2007 lavora al CTB diretta da Cesare Lievi “Il mio amico Baggio” ed è assistente alla regia di Mina Mezzadri “L’inverno di Diderot”. Tra il 2007-2008 si dedica all’allestimento di progetti personali “Nel centro dell’umiltà e 1974-La crocifissione della grazia”. Dal 2009 al 2013 fa parte di Fondazione AIDA, Teatro Stabile di Innovazione di Verona, in qualità di attrice e autrice di diversi spettacoli “Giulietta, Grammatica della Fantasia”, “Canto d’amore”, “Immondizia di luce”, “Tieste”, “La Guerra”. Nel 2010 debutta con un suo testo in inglese “Pasolini’s leaves – Shining trash” a LaMama theatre di Melbourne. Nel 2012 e nel 2013 torna a lavorare al CTB, diretta da Elena Bucci e Marco Sgrosso “Mythos”, “Tartufo”. E’ poi nel cast di “Perché sei tu?” di Lindsay Kemp; e in “Los pajaros muertos” di Marcos Morau de La Veronal. Nel 2014 fonda Nonsoche Teatro insieme a Silvia Quarantini”EVE-cabaret femminicida”. Con il progetto “Biancarosarossa” è attualmente finalista, con la formazione MAB ensemble, al Premio Scenario 2015.

ABDERRAHIM EL HADIRI
Nato a Oulad Omran in Marocco nel 1964, ha recitato nel gruppo universitario di Marrakech, studiando in particolare, con Tayeb Esadeki, il genere Furga (tecnica di stravolgimento in chiave clownesca delle fiabe arabe classiche) e il teatro d’attore con oggetti con Abdel Hak Ezzarhouni. Ha gestito ed animato la Casa dei Giovani di Marrakech.
Nel 1989 viene in Italia per proseguire gli studi universitari, non dimenticando però la passione per il teatro. La svolta viene dall’incontro con la Cooperativa Teatro Laboratorio di Brescia.
Dal 1991 lavora con la Cooperativa allestendo spettacoli teatrali, con particolare attenzione al teatro ragazzi, e tenendo laboratori per le scuole e corsi di formazione per insegnanti ed educatori.
Il suo percorso lo porta ad approfondire l’incontro tra la cultura narrativa/gestuale del proprio paese e la teatralità occidentale.
Alcuni suoi spettacoli, tra cui “Sotto la Tenda”, “Heina e il Ghul” (spettacolo in lingua araba), “Giamour” sono stati presentati nelle più significative rassegne e Festival di teatro ragazzi e non solo.
Attore in “Giulietto e Romea” e in “Extracom”, spettacoli prodotti dal CTB.

ANTONIO PALAZZO
Nato a Brescia, inizia il suo percorso formativo col C.U.T. -Centro Universitario Teatrale- di Brescia nel quale studia le tecniche della commedia dell’arte sotto la guida di E. Bonavera e la danza contemporanea con Virgilio Sieni, Laura Corradi, Michele Abbondanza e Giorgio Rossi e segue con l'attrice Giusy Turra. Attore selezionato al Cinecittà Campus di Roma, frequenta i corsi di acting con Jon Sperry e Riccardo De Torrebruna. Partecipa inoltre agli stage tenuti da Pierfrancesco Favino, Fausto Paravidino, Corrado Veneziano, Mita Medici. Negli anni successivi perfeziona la sua tecnica sotto la guida di Mauro Avogadro, Cristina Pezzoli, Marty Ryan,Maddalena Ischiale, Fruzan Seifi, Marcello Magni, Maurizio Salvalalio E David Larible. Ha sviluppato numerose collaborazioni con diverse compagnie e realtà locali, tra le quali il CTB e l'Università Cattolica del Sacro Cuore, in qualità di attore e regista, ed ha inoltre lavorato nel campo pubblicitario e di speakeraggio.

SILVIA QUARANTINI
Classe 1979, dopo la maturità classica vive e studia a Padova dove si laurea in lettere antiche nel 2004; in questi anni collabora con la cooperativa teatrale La comedìa, in vari lavori su Ruzzante. Dopo la laurea si trasferisce a Genova, dove si diploma alla Scuola di Recitazione del Teatro Stabile. E' segnalata nella sezione femminile del Premio Hystrio 2007. Dal 2006 lavora in teatro con vari registi: Anna Laura Messeri, Massimo Mesciulam, Tonino Conte, Marco Sciaccaluga, Sergio Maifredi, Ottavia Lanza, Ricci/Forte, Arianna D'Ambrini, David Jentgens, Marco Ghelardi, Alex Ollé – Fura dels Baus, Angelo Facchetti. Cura la regia di “Apparizione di Fantasmi del Teatro”, “ovvero L'orso di Cechov”, spettacolo pensato per spazi non teatrali. Recita in alcuni corti indipendenti e partecipa al film “Diaz – Don't clean up this blood” di Daniele Vicari (2012). Nelle stagioni 2012-13 e 2013-14 prende parte alle produzioni del CTB “Mythos” e “Tartufo” per la regia di Elena Bucci e Marco Sgrosso. Da questa esperienza nasce la collaborazione con Monica Ceccardi, con cui fonda nel 2014 la compagnia Nonsoche, la cui prima produzione è “EVE–cabaret femminicida”, di cui scrive la drammaturgia e di cui è anche coregista e interprete insieme a Monica Ceccardi.

ALESSANDRO QUATTRO
Nato a Milano nel 1970, si diploma alla Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi nel 1992. Completa la sua formazione con due borse di studio (Ecole des Maitres e Royal Court Theatre) a Parigi, Bruxelles e Londra, con la Laurea in Lettere all’Università Statale di Milano, e partecipando a diversi workshop di acting coach anglosassoni.
Lavora come attore in teatro con Marco Baliani, Thierry Salmon, Elio de Capitani e Ferdinando Bruni, Andrèe Ruth Shammah, Antonio Latella, Fabio Sonzogni, Renzo Martinelli e Lorenzo Loris.
Al cinema con Giuseppe Bertolucci, Giovanni Maderna, Saverio Costanzo, Tom Tykwer e Gabriele Salvatores.
Dal 2004 inizia a realizzare spettacoli anche come regista, con la collaborazione di Alessandro Mor, tra cui “BRUTO” monologo tratto dal Giulio Cesare di Shakespeare.

ANNA TEOTTI
attrice, scenografa, regista, formatrice teatrale: nel 1987 si diploma alla scuola d’arte di Guidizzolo, nel 2006 si laurea al D.A.M.S di Bologna e nel '99 si diploma alla Scuola Superiore per attori di prosa a Modena progetto dell’ERT-Emiglia Romagna Teatro. Inizia la sua formazione seguendo diversi laboratori e il lavoro della regista Paola Teresa Bea. Nel 1992 si trasferisce a Bologna dove inizia la sua formazione sia teorica che pratica e incontra i suoi maestri più significativi, Marco Sgrosso e Elena Bucci, Anne Zenour, Stefano Vercelli, Maria Grazia Mandruzzato, Magda Siti, Maud Robardth, Erique Vargas, Giuliano Scabia, Claudia Contin. Nel 1999 inizia la formazione e collaborazione con Anne Zenour e nel 2003 si trasferisce a Siena dove fonda insieme alla regista e altri attori Il Teatro della pioggia e lavora come attrice e formatrice fino al 2010. Nello stesso anno incontra Alessandro Garzella con il quale lavora come attrice e continua la sua formazione e l’incontro fra teatro e follia e la relazione con gli animali. Attrice in “Re nudo”, “Vangeli Storti” e “Nel segno di Caino” presso La città del Teatro a Cascina e il Teatro Stalla di Verdello Comunità il Germoglio Fondazione Bosis. Fa Parte della compagnia Animali Celesti-teatro d’arte civile e collabora con Lelastiko, Teatro19, Artisti Drama. Dal 2000 conduce laboratori specifici sulla voce e il canto in movimento per adulti e bambini.

FAUSTO CABRA
Nato a Brescia. Nel 2003 frequenta il Laboratorio Internazionale “Odisseè2003” tenuto da Mamadou Dioumè. Nel 2004 è tra i selezionati al progetto MasterClass diretto da Luca Ronconi con Lev Donin e Anatolij Vassiliev. Si diploma come attore nel 2005 alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano. Frequenta nello stesso anno l’Ecole des Maîtres progetto “Thierry Salmon” direzione artistica Franco Quadri e lavora con Carlo Cecchi nel “Sogno di una notte di mezz’estate”. Nello stesso anno riceve il Premio Salvo Randone come miglior giovane attore neodiplomato italiano. Dopo il diploma ha lavorato in diversi spettacoli prodotti dal Piccolo Teatro di Milano per la maggior parte con la regia di Luca Ronconi "Infinities", "Memoriale da Tucidide", "Le Rane", "I soldati", "Lo specchio del Diavolo", "Lehman Trilogy - Prima e Seconda parte" ma anche con Robert Carsen "Madre Coraggio", Enrico D'Amato "Tre sorelle", "Canzoniere del Petrarca", Emiliano Bronzino e Caterina Simonelli. Per Il Teatro Stabile di Torino ha partecipato a varie produzioni, incontrando diversi registi: Karina Arutyunyan "Gli incostanti", Walter Le Moli "Antigone", Victor Arditti "A voi che m'ascoltate", Elie Malka "Dossier Ifigenia" e Claudio Longhi, con il quale collaborerà per molti anni anche con altri enti stabili, tra cui l'ERT e il Teatro di Roma "Le nozze di figaro", "Yughen o dell'incanto sottile", "la terapia del Dolore", "La tirannide”, "Le vite immaginarie di Antonio Delfini", "Il lancio del Nano", "Sallinger", "Oriazi e Curiazi", "I mercati traianei". Dal 2006 ad oggi collabora costantemente con Ricci/Forte in “Troia’s Discount”, “100% Furioso”, “Macadamia Nut Brittle”, come attore o assistente alla regia. Nel 2007 riceve il Premio Ernesto Calindri come miglior attore emergente 2007. Accanto a Yuri Ferrini recita in “Onora il padre e la madre” di Kieslowski, regia F. Olivetti. Nel 2010 comincia la collaborazione con il Globe Theatre di Roma che continua tutt'ora, prendendo parte a “Molto rumore per nulla” con la regia di Loredana Scaramella ed a "Romeo e Giulietta" regia di Gigi Proietti nel ruolo di Mercuzio. Tra il 2011 e 2012 inizia la collaborazione con Israel Horovitz e la sua compagnia italiana. Collabora con due giovani compagnie emergenti, PianoInBilico e Gli Incauti, in “Le Relazioni Pericolose” e “Oscar Wilde”. Continua a tenere viva la collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano partecipando ad una serie di laboratori internazionali con il Maître Fadel Jaibi. Nell’estate 2012 incontra, grazie alla Biennale di Venezia, il Maestro Declan Donnellan, con il quale lavorerà per diverse estati consecutive. Torna a collaborare con Luca Ronconi nell'estate 2012 e nel 2013 "la commedia dei matti assassini" e "il cuore infranto", e lavora con Giorgio Sangati "L'inappetenza" e Luca Bargagna "L'innesto". Dal 2012 collabora con il Teatro Stabile di Brescia in tre spettacoli con la regia di Elena Bucci e Marco Sgrosso "Mythos", "Il Tartufo", e poi con la regia di Daniele Salvo "Macelleria Messicana". Nel 2014 lavora con Giacomo Bisordi "La vita Agra", "Actarus" e "Amore e resti umani".
Attualmente per il Piccolo Teatro di Milano è nel cast di "LEHMAN TRILOGY - tre fratelli", "LEHMAN TRILOGY - padri e figli" regia di Luca Ronconi e "Le donne gelose" regia di Giorgio Sangati.
Al cinema ricopre il ruolo principale nei film “L’estate d’inverno” di Davide Sibaldi(vincitore del European Indipendent film festival, miglior film per giuria e pubblico) e "In Guerra" sempre di Davide Sibaldi. Ha appena ricevuto il Premio Mariangela Melato come rivelazione 2015.

PREZZO DEI BIGLIETTI:
Singola serata: € 3,00
Abbonamento a 3 ingressi € 6,00
I 3 ingressi possono essere utilizzati contemporaneamente nella stessa serata o in serate successive

VENDITA BIGLIETTI:
TEATRO SOCIALE via Felice Cavallotti, 20 Brescia
Biglietteria tel. 0302808600 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
I biglietti sono in prevendita alla biglietteria del Teatro Sociale dal 17 al 20 e dal 22 al 27 giugno 2015 dalle 16.00 alle 19.00
BREND EX TRIBUNALE in via Moretto, 78 Brescia
apertura 30 minuti prima dell’inizio di ogni replica
ON-LINE
I biglietti possono essere acquistati anche in rete o in tutti i punti vendita del circuito Vivaticket/Charta
www.vivaticket.it
Ticket Point presso la Libreria Serra Tarantola
via F.lli Porcellaga, 4 – Brescia Tel. 030290171
orari: 9.15 • 12.15 /15.30 • 19.00 (lunedì mattina e domenica chiuso)

INFORMAZIONI:

CTB CENTRO TEATRALE BRESCIANO
Piazza Loggia, 6 Brescia tel. 0302928611/617
(dalle ore 9.00 alle 12.30 e dalle ore 15.00 alle ore 17.30)
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
WWW.CTBTEATROSTABILE.IT

Fonte: Ufficio stampa Sabrina Oriani

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP