Assaggi di Stagione 2015/2016 - Al Martinitt di Milano una stagione tutta da ridere

Scritto da  Giovedì, 01 Ottobre 2015 

Al Teatro Martinitt di Milano il sipario si è alzato e lo ha fatto in grande stile. E' stato infatti presentato dal vivo in una sola serata un “assaggio di stagione” degli spettacoli 2015/2016, anticipando quello che si appresta ad essere un cartellone vincente.

 

Sul palco si sono alternati i “trailer” delle dodici commedie che si potranno assaporare da settembre a maggio. Tutte le compagnie erano presenti, chi con parte degli attori, chi con tutti. Ed ognuna ha recitato una piccola parte della propria opera. Il filo conduttore dello spettacolo è stato magnificamente tirato dalle cabarettiste e attrici televisive Alessandra Ierse e Nadia Puma. Solo per lo show nello show che le due simpaticissime attrici hanno saputo improvvisare sarebbe valsa la pena di trascorrere la serata al Martinitt, ed effettivamente - va detto - peccato per chi non c’era. Un teatro pieno, strapieno fino alla galleria, fatto di risate continue e applausi!

Come si è detto, dodici le commedie che si sono succedute, tutte divertentissime, intelligenti, dallo humour più scanzonato a quello più sopraffino. Alcune compagnie erano già note al teatro in quanto già presenti in scena la scorsa stagione, così come alcuni nomi ed attori, altri invece erano autori giovani ed emergenti, tutti rigorosamente italiani.

Sarebbero da vedere tutte e in ogni caso ce n’è per tutti i gusti. Sono stati toccati, sempre tra le risate, il tema dell’amore, indagato e raccontato da parecchie angolazioni ("Questa volta te lo dico che ti amo", "Mia moglie parla strano", "Il toyboy di mia madre", "Se ti sposo mi rovino"), il tema dell’immigrazione ("Immigrati brava gente"), quello della prostituzione ("Tutto per Lola"), l'attenzione al sociale ("L’accompagno di papà"), alle tematiche economiche ("Una splendida vacanza") e culturali ("La divina"), dove “divina” è il protagonista - al secolo Alessandro Fullin - ma è anche un chiaro richiamo alla Divina Commedia, da cui l'opera viene tratta e riletta. Un paio di opere mescolano il dialetto napoletano all’italiano ("Minchia signor tenente", "Immigrati brava gente"), ma le risate sono assolutamente a carattere nazionale perché ogni battuta è un assoluto successo di pubblico! Una commedia ("Nunsense - le amiche di Maria” in cui si ritrova il gioco di parole inglese tra “nun”, suora, e “nonsense”) coniuga recitazione, musica e danza, regalandoci un momento di esuberanza ed allegria pura.

Tra gli spettacoli ce n’è uno ("Il capo dei miei sogni") vincitore del concorso intitolato “Una commedia in cerca di autori”, che ha l’obiettivo di stimolare il tessuto teatrale nazionale ed il cui copione vincitore è destinato ad andare in tournée nelle piazze e nei teatri. Questa lodevole iniziativa, ideata dal centro di produzione teatrale La Bilancia, che gestisce il teatro Martinitt affonda le sue radici nella cultura e nelle tradizioni del nostro Paese, che ha al suo attivo i più famosi attori che hanno fatto la storia del cinema e del teatro, e non è un caso che la nuova stagione teatrale parta al grido di “Il teatro è vita, il cinema è arte, la televisione è un mobile”.

Il cartellone ha avuto inizio il 24 settembre e sul sito internet del Teatro Martinitt si possono trovare le sinossi di tutte le dodici commedie che si susseguiranno. Gli “Assaggi di Stagione” li abbiamo assaporati. A questo punto si dia inizio ad una lunga cena fatte di risate, cultura e riflessione.

 

Teatro Martinitt - via Pitteri 58, 20134 Milano
Per informazioni e prenotazioni: telefono 02/36580010, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Biglietteria: lunedì dalle ore 17.30 alle ore 20.00, da martedì a sabato dalle ore 10.00 alle ore 20.00, domenica dalle ore 14.00 alle ore 20.00
Orario spettacoli: da giovedì a venerdì alle ore 21.00, sabato alle ore 17.30 e alle ore 21.00, domenica alle ore 18.00
Biglietti: 20 euro, ridotto 16 euro. Miniabbonamenti a 30 euro per 3 spettacoli

Articolo di: Monica Landro
Grazie a: Federica Zanini, Ufficio stampa Teatro Martinitt
Sul web: www.teatromartinitt.it

TOP