Ana Karina Rossi

UruguayDigital e Embajada del Uruguay en Italia presentano

Concerto di Tango

della cantante uruguaiana Ana Karina Rossi

ed il Maestro argentino Gustavo Beytelmann

Giovedì 13 settembre 2012 alle ore 20:30

Teatro di Marcello, Via del Teatro di Marcello - Roma

Evento in collaborazione con la PF Association
Con il patrocinio della Fondazione Accademia Italiana  del Tango

 

La cantante uruguaiana Ana Karina Rossi insieme al Maestro argentino Gustavo Beytelmann interpreteranno un repertorio di celebri brani della storia del Tango come La Cumparsita, Desde el alma, Madreselvas, Balada para un loco, Milonga sentimental, Volver, Lejana tierra mía y Uno. Inoltre, il Maestro Beytelmann interpreterà nel pianoforte i suoi notevoli arrangiamenti di Palomita Blanca, Los Mareados e Fuimos.

ANA KARINA ROSSI - Cantante internazionale, nata a Montevideo, Uruguay, ha una intensa e brillante attività concertistica in Europa e Sudamerica. Ha collaborato con importanti personalità del Tango come il grande poeta Horacio Ferrer (candidato Premio Nobel alla Letteratura e Premio Tenco 2010) con il quale ha realizzato un memorabile concerto all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Inoltre collabora con diversi gruppi e orchestre italiane di Tango. Nel 2012 riceve al Campidoglio di Roma il “Primo Premio alla Donna Immigrata nella società romana”  per il suo lavoro artistico e culturale attraverso il Tango. Ha studiato il linguaggio del canto nel Tango presso la “Academia Nacional del Tango” di Buenos Aires, Argentina. Inizia da piccola lo studio del pianoforte ed  in seguito frequenta l'Università di Musica dell’Uruguay, dove ha studiato Musicologia. Attualmente risiede a Parigi.

http://www.anakarinarossi.com.uy/

GUSTAVO BEYTELMANN - pianista, compositore, arrangiatore e direttore musicale argentino di fama internazionale, nato in Argentina, residente a Parigi dal 1976. È stato pianista di Astor Piazzolla in diverse tournée, realizzando importanti concerti in prestigiose sale come l'Olympia di Parigi. È arrangiatore del celebre gruppo Gotan Project. Ha vissuto a Roma dove ha realizzato numerose composizioni musicali per la radio, la tv ed il cinema italiano. Contemporaneamente compone per il cinema francese e tedesco. È direttore artistico della Cattedra di Tango nel Conservatorio di Rotterdam (Olanda), e realizza regolarmente master classes in America e presso l'Accademia di Musica di Monaco. Inoltre, le sue opere e composizioni vengono eseguite da importanti orchestre nel mondo della musica classica e contemporanea.

http://www.gustavobeytelmann.com/

 

 

Fonte: Sara Battelli, Ufficio stampa FP Media Relation

 

L'Uomo della Sabbia

TEATRO DELLA COMETA

dal 18 al 30 settembre 2012

Una produzione I Magi s.r.l.

L’UOMO DELLA SABBIA

Ispirato al racconto di E.T.A. Hoffmann

testo e regia di Luca De Bei

con:

Mauro Conte, Riccardo Francia, Fabio Maffei, Giselle Martino

Costumi: Lucia Mariani
Elemanti scenici: Valeria Mangiò

Supervisione alla scena: Francesco Ghisu

Luci: Marco Laudando
Assistente alla regia:
Giulio Cancelli
Foto di scena: Pietro Pesce

 

Dopo l’esordio sotto forma di un primo studio all’ VIII edizione di LET – Liberi Esperimenti Teatrali, sarà in scena ora in forma completa al Teatro della Cometa dal 18 al 30 settembre L’UOMO DELLA SABBIA ispirato al racconto di E.T.A. Hoffmann, testo e regia di Luca De Bei, con: Mauro Conte, Riccardo Francia, Fabio Maffei, Giselle Martino.

L'uomo della sabbia è uno dei racconti più famosi e inquietanti della narrativa del fantastico di inizio '800. Non per niente Freud lo citerà nel suo saggio sull'arte "Il Perturbante" proprio come esempio di storia capace di turbare profondamente l’animo de lettore. Il protagonista Nathaniel è ossessionato fin dall’infanzia dall’orrendo avvocato Coppelius, che getterebbe la sabbia negli occhi dei bambini che non vogliono andare a dormire, fino a farglieli schizzare dalle orbite. L’amore della sua Clara e l’amicizia dell’amico Lothar tenteranno di salvarlo dalle sue allucinazioni e dalla sua pericolosa infatuazione per la misteriosa Olimpia.. Racconto sulla forza dell'irreale, sul potere prevaricante dello sguardo, sull'ambiguità della visione quotidiana, "L'uomo della sabbia" si presta perfettamente ad un'elaborazione drammaturgica. Elaborazione in cui l'inconscio, il mistero, la pulsione di morte, il delirio distruttivo ma anche l'aspirazione al sublime si possono tradurre in azioni sceniche da proporre allo spettatore contemporaneo per dimostrare come nell'uomo di oggi alberghino gli stessi incubi, la stessa inquietudine del vivere, la stessa pericolosa immaginazione che si sviluppano e crescono nell'animo del protagonista. In questa sua versione teatrale Luca De Bei ci introduce così in atmosfere sinistre e affascinanti, suoni, fumi, vapori, candele, gemiti. Su tutto regnano il buio e i fantasmi del nostro inconscio.

Questo è il terzo spettacolo in scena a Roma - nel solo 2012 - per Luca De Bei, che con i suoi precedenti lavori ha sempre riscosso l’interesse e l’apprezzamento del pubblico e della critica. Nello specifico, L’UOMO DELLA SABBIA che aveva debuttato a marzo nella VIII edizione di LET – Liberi Esperimenti Teatrali sotto forma di un primo studio, torna ora in scena in forma sviluppata e completa.

 

Luca De Bei

Diplomato alla scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova, oltre che attore è anche drammaturgo, regista e sceneggiatore cinematografico e televisivo. Tra i suoi testi: “Buio Interno”, “Un cielo senza nuvole”, La spiaggia” (con Maria Paiato), “Un cuore semplice” (ispirato al racconto di Flaubert, prodotto dal Teatro Eliseo e interpretato ancora da Maria Paiato), “Cellule”, Di notte che non c’è nessuno”, “Louise Bourgeois: falli ragni e ghigliottine” (ispirato alla figura della famosa scultrice e interpretato da Margherita Di Rauso). Nel 2001 vince il Premio Flaiano e nel 2002 il Premio Europeo per la drammaturgia del Festival di Heidelberg. Nel 2007 e nel 2008 è finalista al Premio per la drammaturgia Enrico Maria Salerno. Con “Le mattine dieci alle quattro” vince nel 2010 il Premio Golden Graal per la regia e nel 2011 il Premio Le Maschere del Teatro come miglior novità italiana.

Ernst Theodor Amadeus Hoffmann

(Königsberg, 24 gennaio 1776 – Berlino, 25 giugno 1822) è stato uno scrittore, compositore e giurista tedesco, esponente del Romanticismo. Esperto ed originale compositore, scambia nel 1812 il suo terzo nome, Wilhelm, con quello di Amadeus in onore a Mozart, suo modello e diventa compositore. È così l'autore di numerose opere, in particolare Undine, tratto da un racconto del suo amico Friedrich de la Motte Fouqué, ma anche di opere vocali e strumentali. Come avvocato è al servizio dell'amministrazione prussiana dal 1796 al 1804, poi dal 1814 fino alla morte. È anche disegnatore e pittore e la sua indipendenza e il suo gusto della satira gli causano più volte serie noie presso i suoi superiori, di cui non esita a fare una caricatura. Conosciuto sotto il nome di Ernst Theodor Amadeus Hoffmann o di E.T.A. Hoffmann, inizia la sua carriera letteraria come critico musicale. Autore di numerosi racconti e romanzi, la sua opera principale è Il gatto Murr. Diventa una delle principali figure del Romanticismo tedesco n Francia nel decennio del 1820, e ispirazione di numerosi artisti in Europa così come nel resto del mondo.

 

BIO DEGLI ATTORI

Mauro Conte

Nasce a Melfi (PZ) ed esordisce come attore teatrale nel 2007. Tra i suoi spettacoli: "Mercury Fur" con la regia di Carlo Emilio Lerici e "Il caso Braibanti", diretto da Giuseppe Marini. Nel 2007 partecipa al programma televisivo "Decameron" di Daniele Luttazzi. Dal 2010 interpreta Mercuzio nel "Romeo e Giulietta" di Giuseppe Marini, giunto al suo terzo anno di repliche. Sempre nel 2010 viene scelto dal regista francese André Téchiné come coprotagonista di "Impardonnables" (presentato al Festival di Cannes 2011- sezione Quinzaine des Realizateurs) al fianco di André Dussollier, Carole Bouquet e Adriana Asti. Nel 2010 è uno dei vincitori del premio "Oscar dei Giovani".

Riccardo Francia

Diplomato come Attore nel 2005 all'Accademia Nazionale D'arte Drammatica “ Silivo D'Amico.

Tra i registi con i quali ha lavorato troviamo Attilio Corsini, Luca De Bei, Piero Maccarinelli, Lorenzo Salveti, Carlo Emilio Lerici, nonché Giuseppe Marini che lo ha diretto nel “Romeo e Giulietta”, spettacolo questo al terzo anno di repliche. Ha lavorato anche con Ennio Coltorti insieme al quale nel 2008 vince la rassegna Schermo/Scena per “ Bravi Ragazzi ” di Angelo Longoni, che in seguito ne firmerà anche la regia portandolo in scena in diversi teatri nelle successive stagioni.

Lavora al cinema con Peter Del Monte “ Nelle tue Mani”, Citto Maselli “ Le Ombre Rosse” , Pupi Avati “ Il papà di Giovanna” ; è in concorso a Venezia nel 2010 con il cortometraggio di Andrea Costantino “ Sposerò Nichi Vendola” e lavora per la regia di Antoine Fuqua a The Call con John Malcovich e Naomi Campbell. Lavora per Radio2 allo sceneggiato “Bonnie & Clyde” per la regia di Idalberto Fei e per Radio3 a “Deformazione professionale” diretto da Duccio Chiarini insieme a cui gira anche “Dopodomani” e “Lo Zio “ .

In televisione ha lavorato con Cinzia Th Torrini “ Donna Detective “, Raffaele Mertes “ Questa è la mia terra”, Michele Soavi “ La Narcotici ”, Stefano Sollima “ Romanzo Criminale “.

Fabio Maffei

Diplomato come Attore nel 2008 presso la Scuola di Teatro Quelli di Grock a Milano. Tra i registi con i quali ha lavorato troviamo Luca De Bei, Ruggero Cappuccio, Nadia Baldi, Claudio Di Palma, Patrizio Cigliano, Maurizio Salvalaglio, Brunella Andreoli.

Lavora al cinema con Federico Bruno in "Pasolini, la verità nascosta".

Collabora in molti spettacoli diretti da Luca De Bei come Assistente alla Regia.

Giselle Martino

Diplomata alla scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova, approfondisce la formazione con Yves Lebreton, Geraldine Baron, Jonh Strasberg, Mauro Avogadro. Con lo Stabile di Genova, interpreta da protagonista Zelinda e Lindoro di C. Goldoni (regia A.L. Messeri) e La riga nei capelli di Willam Holden di J. Sinisterra (regia M. Mesciulam), e viene diretta da Marco Sciaccaluga in Aiace di Sofocle e in Morte di un commesso viaggiatore di A. Miller, spettacolo vincitore dei Premi Olimpici del Teatro. Vince il concorso per la Fedra di Racine organizzato da W. Pagliaro per l'Accademia Silvio D'Amico. Tra gli altri, viene diretta da Massimo Venturiello, Ruggero Cappuccio e Luca de Bei. Con Io sono Stanko, di cui è co-autrice e interprete, vince la menzione al Premio Hystrio 2011. Nel 2012 debutta al NapoliTeatroFestival con “A bocca piena”, un progetto di Mascia Musy per la regia di Emanuela Giordano. Per la televisione gira diversi spot per le reti nazionali e internazionali, e partecipa alle fiction La scelta di Laura e Distretto di polizia 11.

 

Teatro della Cometa

Via del Teatro Marcello, 4 - 00186 Roma - Telefono: 06.6784380

Orario degli spettacoli:

Dal martedì al venerdì: ore 21.00
Il sabato doppio spettacolo: ore 17.00 e ore 21.00
La domenica: ore 17.00
Il primo giovedì di programmazione: ore 17.00

Costo biglietti:

Poltrona Platea: € 25,00
Poltrona Galleria: € 20,00
Poltrona 2° Galleria: € 18,00

Fonte: Maya Amenduni, Ufficio stampa Compagnia

 

NATA DA ROMA

Viaggio emozionale nella musica di Gabriella Ferri

17 Settembre, ore 16.30 - Casa Circondariale Femminile di Rebibbia

28 Settembre, ore 18.30 - CEIS Centro Italiano di Solidarietà Don Mario Picchi

 

In omaggio a Gabriella Ferri, nel 70esimo anno dalla nascita che ricorre il 18 settembre 2012, l’Associazione Culturale V&C, con la Direzione Artistica di Vanessa Cremaschi e il sostegno di Roma Capitale – Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico, presenta “NATA DA ROMA. Viaggio emozionale nella musica di Gabriella Ferri” un progetto che vede coinvolti musicisti e volti noti per far rivivere l’arte e l’anima di un’artista unica nel panorama nazionale. Una donna, innanzitutto, gioiosa e controcorrente al tempo stesso, che dando voce a sette generazioni, ha calcato con la medesima naturalezza e disinvoltura i pavimenti degli studi televisivi di Rai Uno e i sampietrini di Testaccio.

NATA DA ROMA. Viaggio emozionale nella musica di Gabriella Ferri è un evento a più tappe, uno spettacolo al femminile, ispirato da una donna e realizzato da donne per altre donne. Un Viaggio emotivo che si fa viaggio fisico nei luoghi del disagio, dal carcere di Rebibbia al CEIS, per aprirsi alla società civile e al pubblico, facendo incontrare attraverso i versi e la musica di chi ha sempre dato voce alle periferie sociali, le diverse anime che popolano Roma, come tutto il mondo.

Primo appuntamento  il 17 settembre presso la Casa Circondariale Femminile di Rebibbia. “Rebibbia - femminile” spiega la Direttrice Artistica Vanessa Cremaschi “ci è sembrato il luogo ideale dove mettere in scena lo spettacolo in cui non a caso si parla di viaggio emozionale. Perchè le emozioni - come il sentire - sono veicoli che ignorano le sbarre e le mura, non tengono in considerazione le limitazioni e i divieti ma vi passano attraverso. Gabriella Ferri, con la sua forza e la sua fragilità, la sua passione, la sua ironia e la sua grande Verità, è la Donna-Artista che meglio riesce, in virtù della sua storia artistica e personale, a rendere possibile un rapporto di comunicazione empatico con chi, come le detenute, vive quotidianamente una situazione di oggettiva difficoltà e disagio”.

Seconda tappa di questo viaggio unico sulle note di Gabriella Ferri il 28 settembre al CEIS Centro Italiano di Solidarietà don Mario Picchi. “Nessuno meglio di Gabriella Ferri saprebbe ancora oggi farsi interprete e dare speranza a chi vive in un’oggettiva condizione di difficoltà, e nessuno meglio di lei saprebbe regalargli un sorriso” conclude Vanessa Cremaschi.

A ridare voce alle sue canzoni saranno alcune tra le artiste più interessanti della scena capitolina e nazionale - Barbara Eramo, Diana Tejera, Vanessa Cremaschi, accompagnate da Marco Giocoli alla chitarra, Guerino Rondolone al contrabbasso, Simone Talone alle percussioni - e ospiti speciali tra cui Nathalie, Giorgio Caputo e altri elementi dell’Orchestraccia.

Appuntamenti il 17 Settembre, ore 16.30 - Casa Circondariale Femminile di Rebibbia, Via Bartolo Longo, 92. (riservato alle detenute ed al personale della struttura ricevente) e il 28 Settembre, ore 18.30 - CEIS Centro Italiano di Solidarietà don Mario Picchi, Via Appia, 1251. (spettacolo gratuito e aperto al pubblico).

 

Fonte: Ufficio Stampa Marta Volterra

Ingrediente F

OFFRome

in collaborazione con

Pari o Dispare, Domus Talenti

e con il sostegno di Eco Radio media partner

presenta

INGREDIENTE F

Il teatro come non l'avete mai assaggiato

tutte le domeniche dal 9 settembre al 7 ottobre e dal 3 al 24 marzo 2013

Domus Talenti, via delle Quattro Fontane 113, Roma

(Inizio spettacoli ore 21.30)

 

Si apre domenica 9 settembre, alla Domus Talenti di Roma, la prima rassegna di teatro al femminile firmata Off Rome, con il sostegno del comitato Pari o Dispare, per la parità di genere nel mondo del lavoro e dello spazio Domus Talenti, sensibile da tempo alle tematiche di interesse sociale e culturale. OffRome è un circuito di distribuzione e promozione teatrale fondato a Roma all'inizio del 2011. Tra i suoi principali obiettivi c'è quello di favorire la mobilità geografica di realtà artistiche emergenti su tutta Italia, generando cortocircuiti tra linguaggi, culture, spazi e modalità artistiche differenti. La rassegna "INGREDIENTE F", nasce dall'esigenza di dare voce e spazio a progetti artistici di qualità provenienti da tutte le parti d'Italia, la cui matrice comune sia il femminile in tutte le sue molteplici declinazioni. Si tratta di progetti di attrici, drammaturghe e performer che con coraggio e tenacia danno voce alla propria vocazione, che attraverso la propria arte raccontano storie universali e quotidiane, con dissacrante ironia, con leggerezza e poesia, talvolta affondando a piene mani nelle piccole e grandi tragedie che la vita può riservare. "INGREDIENTE F" è l'occasione per un pubblico romano di vedere nella propria città lavori di autrici e attrici emergenti - che in diversi casi debuttano in questa occasione su territorio romano - a cui si aggiungono alcuni ospiti d'eccezione - come Crescenza Guarnieri e Alessandra Frabetti - che ripropongono al pubblico lavori di grande successo.

 

Programma completo:

"INGREDIENTE F" inizia la sua programmazione domenica 9 settembre con la riproposta di uno spettacolo di grande successo interpretato dalla bravissima Crescenza Guarnieri, “Niente più niente al mondo”, tratto dall'omonimo racconto di Massimo Carlotto per la regia di Nicola Pistoia. E’ la storia di una donna di periferia che vive nella povertà, vittima del consumismo, che non potendo ambire alla prosperità e ricchezza di quelle famiglie per cui lavora, si sente umiliata. Il marito disoccupato è costretto a rinunciare al sindacato per trovare un lavoro peggiore di quello che aveva prima. Poi c’è la rabbia e la disillusione dei sogni giovanili, fino alla tragedia più insensata, quella inenarrabile. Segue domenica 16 settembre la giovane attrice e autrice Laura Graziosi con “Pas D’Hospitalitè”, racconto ironico, grottesco e tragico di una donna alle prese con la preparazione di una cena per molti invitati.

Domenica 23 settembre l'attrice bolognese Alessandra Frabetti ci racconterà - coadiuvata dalle musiche dal vivo del gruppo Les Triplettes de Belleville -  “Ciò che resta .... Serata di disonore”  un recital dall'irresistibile comicità che ha per protagoniste le donne: donne famose, donne inventate - personaggi delle più grandi pièce - e donne comuni, alle prese con gli stessi problemi e le stesse torture.

Domenica 30 settembre la Compagnia Elena Vanni propone “A.R.E.M - Agenzia di Recupero Eventi Mancati”, in cui una sgangherata agenzia errante si cimenterà in un'impresa improbabile quanto attraente: mettere in scena i ricordi degli stessi spettatori.

Chiude la prima tranche domenica 7 ottobre il gruppo Ilnaufragarmèdolce con il bellissimo Figlie di Scherazade, storia di due donne migranti che raccontano la loro tragedia affinché altre donne un domani possano vivere in condizioni migliori

Domenica 3 marzo riapre la programmazione la compagnia milanese A.T.I.R, rappresentata dall'attrice Chiara Stoppa che  ne  Il ritratto della salute”  ci racconta la sua esperienza personale con la malattia, facendocene affrontare i suoi tabù. "Una tragica esperienza personale in un monologo che" - come scrive Franca Valeri - "con una comicità disarmante, è capace di trasmettere una profonda e sobria commozione."

Domenica 10 marzo l'attrice- autrice Valeria Bianchi coadiuvata da Alessandria della Guardia e Elena d'Angelo presenta - in prima nazionale – “Una brillante pecora nera”,  uno spettacolo sul difficoltoso percorso che viene intrapreso da chi tenta di trovare la propria dimensione, percepire il proprio sentire, entrare in contatto con i propri desideri e solo allora, forse, finalmente riuscire a mettersi in cammino.

Domenica 17 marzo l'attrice Sarah Pesca sarà protagonista dello spettacolo “Prima ero schizofrenica... ora siamo guarite” scritto e diretto dal regista genovese Mario Jorio, che così scrive nelle sue note di regia: "Il personaggio di una vecchietta travolto anche dal ricordo di una brodaccia d’amori, dal tempo che vola, un’attrice che si svela ed esce di scena e diventa…ancora un’altra…Un divertente leitmotiv sul vagabondaggio di un io spappolato, un lavoro drammaturgico basato sui canoni beckettiani, ma con una scrittura quasi improvvisata, andando a memoria, frammenti di frammenti da varie fonti, invenzioni e grumi dalla mia memoria…"

Chiude la rassegna domenica 24 Marzo la festa per gli occhi della compagnia Flamenquevive che con “Battito” ci fa immergere in un mix di sonorità originali nate dall'incrocio di danze e musiche della tradizione flamenca, africana e della tradizione salentina.

 

Domus Talenti: Via delle Quattro Fontane, 113 – Roma

Prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mini abbonamenti:

9 spettacoli: 70 euro

5 spettacoli (settembre): 40 euro

4 spettacoli (marzo): 30 euro

Ingresso spettacoli singoli: 10 euro

Orario: 21.30

Prevendite presso Domus Talenti per info: +39.3398264898

Site: www.offrome.com / www.domustalenti.it

Fonte: Tiziana Cusmà, Organizzazione&Ufficio stampa Off Rome

 

Short Theatre

Short Theatre

West End

Roma, settembre 2012

5-8 settembre Teatro India

11-15 settembre La Pelanda

22 settembre Teatro Argentina

Short Theatre è un luogo, e un tempo anche, che accoglie una comunità composita di attori, registi, performer, spettatori, operatori, studiosi. Short Theatre cerca di offrire un diritto di cittadinanza temporanea, spesso negata, ad alcuni percorsi artistici legati alla drammaturgia contemporanea, alle sue derive post-organiche e post-drammatiche, alla scrittura scenica in tutte le sue declinazioni più o meno contaminate di generi e formati, alla ricerca di un senso dello stare in scena oggi.

 

Manifestazione di idee, di modalità, di temi, di strategie, Short Theatre a cura di AREA06, in questa settima edizione si consolida come uno fra gli appuntamenti più interessanti dedicati alla scena contemporanea grazie al sostegno di Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù; Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione generale per lo spettacolo dal vivo; Regione Lazio; Roma Capitale - Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico; in collaborazione con Teatro di Roma; Zètema Progetto Cultura.

10 giorni di programmazione in cui Short Theatre, modulando gli spazi a seconda delle creazioni, sperimentando filoni artistici, disegna un percorso di visione in modo che il Teatro India (dal 5 all’8 settembre) e La Pelanda (dall’11 al 15 settembre) diventino luogo di incontro, ricerca e dialogo ospitando spettacoli di teatro e danza, eventi performativi e musicali. Inoltre in questa edizione Short Theatre sarà ospitato anche nella sede del Teatro Argentina (22 settembre) con la dimostrazione del lavoro diretto dal regista e scrittore argentino Rafael Spregelburd, maestro della ventunesima edizione dell’Ecole des Maîtres, l’atelier internazionale itinerante di formazione teatrale avanzata fondato da Franco Quadri nel 1990 e promosso in Italia dal CSS Teatro Stabile di innovazione del FVG con la partecipazione di MIBAC.

Short Theatre quest’anno è WEST END: due parole per dire di noi, occidentali alla fine. La fine infinita dell’occidente – che, appunto, non finisce mai.

 

Proteso alla messa in relazione di artisti, al di là delle differenze generazionali e delle attitudini linguistiche, Short Theatre sviluppa e ospita progetti, realizzando focus sui diversi linguaggi artistici ed aprendo una finestra sulla produzione internazionale in collaborazione con Festival, Ambasciate e Istituti culturali.

In coproduzione con l’Instituto Cervantes de Roma e con il sostegno dell’Institut Ramon Llull di Barcellona, presenta la seconda edizione del progetto “IBERSCENE - sguardi sulla creazione contemporanea nell’area iberica” nel quale sono stati coinvolti Juan Dominguez/Los torreznos (La Pelanda, 15 settembre) e Kamikaze producciones con La función por hacer (La Pelanda, 14 settembre) che nel 2011 ha vinto 7 premi Max, il massimo riconoscimento per il teatro in Spagna e due compagnie rappresentative della effervescente scena catalana: Sonia Gómez e Jorge Dutor/Guillem Mont de Palol (entrambi a La Pelanda, 13 settembre).

Con il sostegno di Ambasciata di Portogallo, Instituto Camoes, Fundacao Calouste Gulbenkian, Short Theatre stringe una collaborazione con il progetto PALCO OVEST per la promozione della scena contemporanea portoghese in Italia. Gli artisti scelti per questa edizione sono il coreografo Luis Guerra, riconosciuto tra i migliori danzatori 2010/2011 dalla rivista Dance Europe, con un solo (Teatro India, 7 settembre) e con Tânia Carvalho (Teatro India, 8 settembre) e, inoltre, il regista Miguel Loureiro con A vida de Juanita Castro (La Pelanda, 12 settembre).

In collaborazione con l’Institut français e la Fondazione Nuovi Mecenati, e in rete con Finestate festival, Short Theatre presenta un focus relativo ad alcune compagnie francesi che si muovono tra generi teatrali con delle proposte artistiche ibride, per la prima edizione del progetto TRANSARTE. Nel programma: Jonathan Capdevielle (Teatro India, 5 settembre), Vivarium Studio/Philippe Quesne (Teatro India, 5 settembre) e il collettivo W (La Pelanda, 12 settembre).

Dal 2010 AREA06 è partner di IYMT – International Young Makers in Transit, progetto europeo nell’ambito del programma Educazione e Cultura, un network di festival europei di teatro e danza che si propone di sostenere il lavoro di giovani formazioni. Collettivo di artisti provenienti da vari paesi, John the Houseband propone una performance-concerto pensata appositamente per Roma (Teatro India, 5 settembre), mentre la danza precipita nella tortura in Por Sal y Samba di Carles Casallachs (Teatro India, 8 settembre).

Inoltre tra gli artisti stranieri ospitati, 2 outsider della scena contemporanea, agli antipodi come espressione linguistica: Franko B con il provocatorio mondo onirico ispirato ai giochi dei bambini nella performance I’m thinking of you (Teatro India, 5 e 6 settembre) - l’artista curerà anche il workshop Chi sei tu?, e l’irriverente e imprevedibile Leo Bassi con Utopia ispirato al mondo della finanza (La Pelanda, 11 settembre).

Molti gli artisti italiani coinvolti nelle giornate di Short Theatre, dalle giovani generazioni a formazioni più note al pubblico, in un ideale circuito di scambio di competenze e linguaggi.

Nella sezione DANZA, il non-sense e l’ironia di Bis di Ambra Senatore e Antonio Tagliarini (Teatro India, 6 settembre) si contrappongono alla possibilità di rivolta di un corpo immerso nell’ordine per Fake For Gun No You di Kinkaleri (Teatro India, 6 e 7 settembre). Sono 5 i movimenti necessari per liberarsi di Bela Bartok nel lavoro di Immobile Paziente ispirato al quartetto d’archi (La Pelanda, 13 e 14 settembre) ed è una composizione bizzarra di espressioni corporee No tengo Dinero di Cristina Rizzo (La Pelanda, 15 settembre).

La compagnia Pathosformel presenterà 2 lavori nella sezione PERFORMANCE tra un allenamento di basket ininterrotto in An afternoon love (La Pelanda, 11 settembre) e corpi privati di fisionomia in La prima periferia (La Pelanda, 12 settembre). Si ispira all’arte contemporanea Voce di Paolo Musìo e Thorsten Kirchhoff (La Pelanda, 11 settembre) mentre ha una matrice letteraria Your girl di Alessandro Sciarroni (La Pelanda, 12 settembre) su Madame Bovary.

Tensioni drammaturgiche diverse nutrono la sezione TEATRO, che ospita giovani generazioni come Teatro Sotterraneo con Homo Ridens esperimento sul pubblico di Roma (Teatro India, 5 settembre), il vincitore del Premio Scenario 2011 Matteo Latino con Infactory (Teatro India, 8 settembre), Compagnia Capotrave e Pierfrancesco Pisani con il secondo studio di Misterman con Alessandro Roja, il Dandi nella miniserie Romanzo Criminale (La Pelanda, 11 settembre), Punta Corsara con Petitoblok (La Pelanda, 12 e 13 settembre), ma anche artisti con percorsi più consolidati come Teatri di Vita e L’omosessuale o la difficoltà di esprimersi di Copi con Eva Robbins (Teatro India, 5 e 6 settembre), Teatro della Tosse con Generazioni componibili (Teatro India, 6 e 7 settembre), Le belle bandiere con Autobiografie di ignoti di e con Elena Bucci (Teatro India, 7 settembre) e Claudio Morganti con il progetto Una lettura del Woyzeck (Teatro India, 8 settembre).

Di matrice poetica il concerto recitato Pulp dedicato a Bukowski del trio PAD (Teatro India, 6 settembre) e l’installazione 8 di Bluemotion, un vero e proprio accampamento al Teatro India il 7 e 8 settembre. Dedicato ai Mattia Bazar, all’album Tango nell’anniversario della pubblicazione, il concerto-performance di Mauro Sabbione Nel fango di Rabelais (La Pelanda, 11 settembre).

Vanno inoltre segnalati due progetti difficilmente connotabili tra generi. Pensato come un’invasione della città in cui il pubblico diventa protagonista, Missione Roosevelt di Tony Clifton Circus (12 e 13 settembre) è un gioioso percorso urbano. Mezzo di trasporto da utilizzare: una sedie a rotelle.

Diviso in 3 parti, 3 momenti di dialogo con e tra il mondo teatrale, W. 3 atti pubblici di Motus prevede la succesione di un Atto-assemblea tra operatori teatrali: Where; un Atto-solitario tra regista e performer: When; un Atto-corale nel confronto fra performer e pubblico: Who (La Pelanda, 14 e 15 settembre).

West End, tema di questa edizione di Short Theatre, fornirà lo spunto per una particolare sezione segnata dalle istallazioni di MP5 West End Bum (La Pelanda) e dal Corso di orientamento per chi ha perso la bussola  – “dov’è finito l’occidente?”, conversazioni, indicazioni, racconti, riflessioni in pillole quotidiane, coordinate da Graziano Graziani, con artisti, filosofi, scrittori, giornalisti, spettatori (tutti i giorni, ore 21 ca.)

Nelle giornate di Short Theatre saranno presenti anche le installazioni di Franko B, con le opere realizzate durante il workshop Chi sei tu?; il cortometraggio di Thorsten Kirchhoff Teletrasporto e i disegni di Cristina Gardumi Quaderni_Notebooks.

Short Theatre West End è: 46 TRA ARTISTI E COMPAGNIE DI CUI 16 STRANIERI, 19 SPETTACOLI, 10 PERFORMANCE, 6 SPETTACOLI DI DANZA, 3 CONCERTI-SPETTACOLO, 1 PERCORSO URBANO 1 LETTURA,

3 INSTALLAZIONI, 10 INCONTRI, 3 WORKSHOP, 4 DJSET, 14 PRIME NAZIONALI.

Inoltre rivolto al pubblico i percorsi di visione a cura della Casa dello spettatore (info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) e il laboratorio di critica teatrale a cura di Teatroecritica (info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ).

 

AREA06 nasce nel 2001 come strumento progettuale e come piattaforma di artisti e operatori attivi nel territorio della Regione Lazio. Il percorso di AREA06 ha attraversato programmi formativi, organizzazione di festival e rassegne, produzione di spettacoli. Negli anni l’attività si è strutturata in un duplice percorso: un sistema di accompagnamento produttivo a diverse realtà artistiche indipendenti e l’ideazione e la realizzazione di SHORT THEATRE.

AREA06 è membro dell’Associazione Scenario, che favorisce un monitoraggio sulle giovani generazioni attraverso l’istituzione dell’omonimo Premio.

La creazione e la diffusione di pensiero sono le linee guida dell’attività di AREA06, in un’attenzione costante al percorso artistico, alla formazione come momento di scambio e condivisione, alla cura di quei progetti da sostenere e produrre.

 

Info 060608; 06 49385619

www.shorttheatre.org; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Teatro India

Lungotevere Vittorio Gassman – Roma

Apertura biglietteria ore 18

La Pelanda Centro di Produzione Culturale

Piazza Orazio Giustiniani, 4 – Roma

www.museomacro.org

Apertura biglietteria ore 17.30

Teatro Argentina

Largo di Torre Argentina 52 – Roma

www.teatrodiroma.net

Biglietteria tel. 06 684000311

Orario 10-14 / 15-19

Biglietti:

singolo spettacolo 7€

tessera giornaliera 15€

Teatro Argentina ingresso libero su prenotazione presso la biglietteria

Missione Roosevelt di Tony Clifton Circus – prenotazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Teatro India / 5-8 settembre 2012

Mercoledì 5 settembre

19.00 / sala A bis / teatro / 40’     Teatro Sotterraneo Homo ridens_Roma

20.00 / sala B / teatro / 1h15’- Nell’ambito di TransARTE         Philippe Quesne / Vivarium Studio (FR) L’effet de Serge

21.15 / foyer / performance / 20’ ca. – ingresso gratuito        Franko B (IT/UK) I’m thinking of you

22.00 / sala A / performance / 50’ - Nell’ambito di TransArte   Jonathan Capdevielle (FR) Adishatz / Adieu – spettacolo in francese con sovratitoli in italiano

22.15 / esterno canneto / teatro / 1h       Teatri di vita L’omosessuale o la difficoltà di esprimersi

23.00 / esterno bar / concerto-performance / 1h10’ - Nell’ambito di IYMT – ingresso gratuitoJohn The Houseband / Alma Söderberg (SWE) John Quixote – Prima Nazionale

Giovedì 6 settembre

19.30 / sala A / danza / 50’ Ambra Senatore e Antonio Tagliarini Bis

20.30 / sala B / teatro / 1h25’       Teatro della Tosse Generazioni componibili

22.30 / sala A bis / danza / 40’      Kinkaleri Fake For Gun No You

22.45 / esterno canneto / teatro / 1h       Teatri di vita L’omosessuale o la difficoltà di esprimersi

23.00 / foyer / performance / 20’ ca. – ingresso gratuito        Franko B (IT/UK) I’m thinking of you

23.30 / esterno bar / concerto recitato / 45’ – ingresso gratuito         P.A.D. Pulp

Venerdì 7 settembre

19.30 / sala A bis / danza / 40’      Kinkaleri Fake For Gun No You

20.30 / sala B / danza / 12’ - Nell’ambito di Palco Ovest – ingresso gratuito   Luis Guerra (PT) 3 interlúdios e o galope do nariz – Prima Nazionale

21.00 / sala A / teatro / 1h Le belle bandiere Autobiografie di ignoti

21.30 / spazio esterno / installazione / 2h – fruizione libera      Bluemotion 8

22.15 / sala B / teatro / 1h25’       Teatro della Tosse Generazioni componibili

23.30 / esterno bar/ djset - ingresso gratuito      dj AKA Il cd a 45 giri

Sabato 8 settembre

19.30 / sala A / teatro / 50’          Claudio Morganti Una lettura del Woyzeck

20.45 / sala B / danza / 45’ - Nell’ambito di Palco Ovest          Tânia Carvalho (PT) Olhos caídos – Prima Nazionale

21.30 / spazio esterno / installazione / 2h – fruizione libera      Bluemotion 8

21.45 /sala A bis / teatro / 45’ - Nell’ambito di IYMT      Matteo Latino T/S Teatrostalla Infactory

22.45 / sala A / danza / 25’ - Nell’ambito di IYMT          Carles Casallachs (SP/NL) Por Sal y Samba

23.30 / esterno bar / djset - ingresso gratuito     a cura di Bluemotion, Forni the cowboy

La Pelanda Centro di Produzione Culturale / 11 – 15 settembre 2012

Martedì 11 settembre

19.00 / teatro 2 / teatro / 1h50’ Leo Bassi (SP) Utopia

21.00 / foyer 2 / performance / 40’ Paolo Musìo / Thorsten Kirchhoff Voce – Prima Nazionale

22.00 / teatro 1 / teatro / 1h Compagnia CapoTrave / Alessandro Roja / Pierfrancesco Pisani Misterman – secondo studio

23.15 / foyer 1 / performance / 40’ - Nell’ambito di IYMT Pathosformel An afternoon love

23.45 / teatro 2 / performance-concerto / 40’ Mauro Sabbione Tango... nel fango di Rabelais – ingresso gratuito

Mercoledì 12 settembre

18.45 / percorso urbano / 1h30’ - prenotazione obbligatoria - max 20 partecipanti    Tony Clifton Circus Missione Roosevelt – Prima Nazionale

19.00 / teatro 1 / teatro / 1h10’    Punta Corsara Petitoblok

20.15 / teatro 2 / teatro / 40’ - Nell’ambito di Palco Ovest        Miguel Loureiro (PT) A vida de Juanita Castro – Prima Nazionale – spettacolo in inglese di facile comprensione

21.15 / foyer 2 / performance / 40’ - Nell’ambito di IYMT        Pathosformel La prima periferia

22.15 / teatro 1 / performance / 50’ ca. - ingresso gratuito - Nell’ambito di TransARTE       W (FR) Générique– Prima Nazionale

23.15 / foyer 1 / performance / 25’ Alessandro Sciarroni Your girl

Giovedì 13 settembre

18.45 / percorso urbano / 1h30’ - prenotazione obbligatoria - max 20 partecipanti    Tony Clifton Circus Missione Roosevelt – Prima Nazionale

19.00 e 23.45 / meeting room / danza / 25’ – max 20 spettatori Immobile Paziente Come liberarsi di Bela Bartok in cinque movimenti – Prima Nazionale

19.30 / palco esterno / lettura / 20’ - Nell’ambito di Fabulamundi        – ingresso gratuito Fattore K Gospodin di Philipp Löhle

20.00 / teatro 2 / teatro-danza / 50’ - Nell’ambito di Iberscene Jorge Dutor y Guillem Mont de Palol (SP) Y Por Qué John Cage? – Prima Nazionale - spettacolo in spagnolo con sovratitoli in italiano

21.15 / foyer 2 / 30' presentazione-incontro + 20' performance  site specific - Nell’ambito di Iberscene Sonia Gómez (SP) Experiencias con un desconocido – Prima Nazionale

22.30 / teatro 1 / teatro / 1h        Punta Corsara Petitoblok

Venerdì 14 settembre

18.30 / foyer 1 / atto-assemblea / 1h – ingresso gratuito Motus W. 3 atti pubblici – Where

19.30 e 23.30 / meeting room / danza / 25’ – max 20 spettatori Immobile Paziente Come liberarsi di Bela Bartok in cinque movimenti – Prima Nazionale

20.00 / teatro 2 / danza / 45’ - Nell’ambito di IYMT Pieter Ampe & Guilherme Garrido (BE/PT) Still Standing You

21.00 / teatro 1 / atto-solitario / 45’ Motus W. 3 atti pubblici – When

22.00 / foyer 2 / teatro / 1h30’ - Nell’ambito di Iberscene Kamikaze Producciones (SP) La Función Por HacerPrima Nazionale - spettacolo in spagnolo con sovratitoli in italiano

23.45 / rimessini / atto-corale / 30’ – ingresso gratuito Motus W. 3 atti pubblici – Who

24.00 / palco esterno / liveset – ingresso gratuito Royal Rambo

Sabato 15 settembre

18.30 / foyer 1 / atto-assemblea / 1h – ingresso gratuito Motus W. 3 atti pubblici – Where

20.00 / teatro 2 / teatro-danza / 1h05’ - Nell’ambito di Iberscene Juan Dominguez/Los Torreznos (SP) Ya Llegan Los Personajes – Prima Nazionale

21.15 / teatro 1 / atto-solitario / 45’  Motus W. 3 atti pubblici – When

22.15 / foyer 2 / danza / 35’  Cristina Rizzo NO TENGO DINERO or the unpredictable technology of my mind Prima Nazionale

23.00 / rimessini / atto-corale / 30’ – ingresso gratuito  Motus W. 3 atti pubblici – Who

24.00 / palco esterno / djset – ingresso gratuito Silvia Calderoni

11-15 settembre

atelier e spazio esterno / mostre e installazioni

Cristina Gardumi Quaderni_Notebooks

Franko B - esposizione delle opere prodotte nel workshop

MP5 West End Bum

Thorsten Kirchhoff Teletrasporto

Teatro Argentina

Sabato 22 settembre

20.30 / teatro / ingresso libero su prenotazione

CELLULE TEATRALI: MACCHINE PER PRODURRE CATASTROFI

dimostrazione finale aperta al pubblico dell’École des Maîtres 2012

Corso internazionale itinerante di perfezionamento teatrale

maestro Rafael Spregelburd

 

3>7 settembre Chi sei tu?, workshop di Franko B

info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Percorsi di visione a cura di Casa dello Spettatore

info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Laboratorio di critica teatrale

info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Teatro India e La Pelanda - ESTERNO BAR / tutti i giorni ore 21.00 c.a.

Dov’è finito l’occidente? Corso di orientamento per chi ha perso la bussola coordinato da Graziano Graziani

 

Fonte: Emanuela Rea, Ufficio stampa AREA06

 

Il Ritorno

Da anni ormai il Teatro Stabile di Bolzano investe nella drammaturgia italiana contemporanea, dando la possibilità a nuovi autori di vedere il proprio testo rappresentato e di crescere artisticamente nel confronto con registi, attori e spettatori. Quest’anno Marco Bernardi cura personalmente la regia de Il ritorno, ospitato dal Teatro Franco Parenti dal 28 marzo al 5 aprile.

TOP