Strade in salita. Figlie e figli dell’immigrazione meridionale al Nord di Anna Badino

Scritto da  Daniele Pierotti Martedì, 22 Ottobre 2013 

Martedì 29 ottobre 2013, alle ore 17.00 presso la Biblioteca di storia moderna e contemporanea - Palazzo Mattei di Giove (Via Michelangelo Caetani 32, 00186 Roma), verrà presentata l’opera Strade in salita. Figlie e figli dell’immigrazione meridionale al Nord di Anna Badino, Carocci, 2012. Intervengono: Angiolina Arru, Bruno Bonomo, Michele Colucci. Coordina: Enrico Pugliese.

 

 

 

 

 

 


I figli dei meridionali immigrati in massa al Nord negli anni del miracolo economico sembrano aver ripercorso la stessa strada in salita che ha caratterizzato l’inserimento dei genitori nelle società di arrivo. Il tema non ha avuto finora l’attenzione degli storici e questo libro lo affronta parlando dei percorsi sociali delle seconde generazioni a Torino, tra scuola, mobilità residenziale in città, matrimoni, ricerca e cambio di occupazione. Un itinerario tortuoso che si snoda tra boom economico e crisi della società industriale, che inizia con il tormentato inserimento nelle scuole elementari degli anni Sessanta e termina con l’ingresso nel mondo del lavoro a cavallo dei decenni Settanta-Ottanta. Attraverso l’analisi di fonti di diverso tipo parlano le maestre e le assistenti sociali dell’epoca, i diretti interessati, i dati statistici. Si svelano i molteplici fattori che hanno influenzato la riuscita scolastica, le aspettative per il futuro, gli orientamenti e le scelte, le esperienze occupazionali. L’analisi delle differenze di genere mette in luce percorsi differenziati: mentre i ragazzi di quella generazione rimarranno in gran parte legati alla sfera del lavoro operaio, un maggiore investimento nell’istruzione aprirà alle ragazze le porte dell’ambìto lavoro impiegatizio.


Anna Badino è assegnista di ricerca dell’Università di Torino dal 2009 e ha insegnato Storia delle donne e di genere presso l’Università del Piemonte Orientale dal 2008 al 2011. Ha pubblicato Tutte a casa? Donne tra migrazione e lavoro nella Torino degli anni Sessanta (Viella, Roma 2008), per il quale ha vinto il Premio Gisa Giani nel 2010.


Angiolina Arru ha insegnato Storia contemporanea e coordinato il dottorato di Storia delle donne e dell'identità di genere all’Università Orientale di Napoli.


Bruno Bonomo è ricercatore a tempo determinato di Storia contemporanea al Dipartimento Storia Culture Religioni della Sapienza Università di Roma.


Michele Colucci è ricercatore presso il Cnr (Consiglio Nazionale delle Ricerche), Istituto di studi sulle società del mediterraneo. Insegna storia contemporanea e storia dell’Europa contemporanea presso l’Università della Tuscia.


Enrico Pugliese insegna Sociologia del lavoro, coordina il dottorato in sociologia e scienze sociali e dirige la scuola dottorale Sociotrends presso la Facoltà di Sociologia della Sapienza -Università di Roma.


Per informazioni: Biblioteca di storia moderna e contemporanea

 

TOP