“D’altronde sono uomini” di Iolanda Pomposelli

Scritto da  Sabato, 25 Luglio 2015 

Un romanzo brillante sulle donne ma non per sole donne, sull’amore e dintorni in un momento nel quale è forte la consapevolezza e diffusa la coscienza dei tanti rapporti malati, troppi. Con ironia e uno spirito brillante l’autrice affronta i temi che ruotano intorno all’amore, dall’amicizia alla malattia, al dolore in una società sempre più liquida, tra quattro amiche a Roma. Il libro edito da Viola Edizioni è stato presentato al nuovo locale nel centro della Capitale, il Frames, con una serata al femminile, accompagnato da una sfilata di moda sul tema degli anni Cinquanta, nel segno dell’eleganza, intramontabile qualità che fa di una donna una signora.

D’altronde… sono uomini!” è un romanzo ambientato totalmente a Roma e per la trama e la fluidità delle storie che si snodano nell’arco temporale di qualche anno, edito da Viola Edizioni. Un libro frizzante, come ha dichiarato Simona Tuliozzi, editrice e lei stessa scrittrice, introducendo il libro, che non vuol essere solo una confessione tra donne e per donne nella quale si parla male degli uomini. Con un tono ironico e talora amaro, anche se brillante, il libro vuol essere una fotografia sullo stato delle relazioni affettive, purtroppo troppo spesso malate, inconcludenti e infelici. La vicenda racconta la storia e le disavventure di quattro giovani e belle donne, romantiche, determinate e unite tra loro da una sincera e profonda amicizia, continuamente alle prese con una serie di legami sentimentali con uomini sbagliati. In particolare la protagonista, Viola, la donna della porta accanto, svela un profilo diffuso di donna forte, determinata e vincente all’esterno e nel lavoro, quanto fragile nella vita sentimentale, sebbene sempre disponibile per gli altri e un supporto importante per gli amici. L’avventura editoriale del libro è a sua volta un evento perché le presentazioni sono sempre delle occasioni di incontro mondano e l’uscita dell’opera ha rappresentato un’avventura pionieristica in Italia: il primo caso di Product placement. In effetti pratica diffusa negli Stati Uniti, ma non in Europa, è stata regolamentata nel Belpaese per la prima volta nel 2004 ma solo per il cinema e la televisione, non per l’editoria. Un’occasione nella quale l’autrice si è cimentata, diventando anch’essa parte dello spirito delle vicende che racconta – è già in marcia il sequel – ispiratasi alla serie tv “Sex and the city”. La protagonista infatti indossa scarpe Pura Lopez.

La cornice della presentazione è stata quella del nuovo locale del centro della Capitale, il Frames, uno spazio funzionale che ospita artisti, presentazioni di libri e occasioni culturali dove si è tenuta una sfilata di moda di Michela Moschen - Mmmm Couture, romana con un’esperienza in Australia, che ha presentato la collezione per il prossimo inverno “Bellskirt” ispirata alla femminilità discreta e classica degli Anni Cinquanta: protagonista appunto la versatile e intramontabile gonna a campana.

D’altronde sono uomini
Di Iolanda Pomposelli
Viola Edizioni
Dicembre 2014
13,00 euro

Articolo di Ilaria Guidantoni

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP