RomaFictionFest, il gran finale con la Cerimonia di Premiazione

Scritto da  Domenica, 15 Novembre 2015 

Siamo al gran finale: stasera alle 20:30 il cinema Adriano accoglierà la Cerimonia di Premiazione del Roma Fiction Fest. Il Festival, dopo i tragici attentati di Parigi, ha scelto di non fermarsi per poter così onorare i valori ispiratori della cultura e della democrazia che il terrorismo vuole cancellare, come annunciato ieri in un comunicato all'inizio di ogni appuntamento. Seppur nel segno della sobrietà e della solidarietà, gli appuntamenti proseguono con la convinzione che la risposta più forte sia proprio nella capacità di ognuno di restare al proprio posto a dispetto di tutto con determinazione e tenacia.
In attesa quindi di conoscere stasera i nomi di tutti i premiati, ecco cosa accadrà durante il giorno.

Sarà sempre la retrospettiva realizzata in collaborazione con le Teche Rai il primo appuntamento della giornata. Con Castigo senza delitto, sceneggiato del 1982 tratto dall'opera di Ray Bradbuny, si chiude l'interessante percorso sugli adattamenti televisivi del passato delle opere dei grandi romanzieri.

Ultima attesissima Masterclass in programma per quest'edizione sarà quella, fissata per le 11.00, con Andrew Davies, uno degli sceneggiatori più acclamati dalla critica e famoso per i suoi adattamenti per la TV di classici della letteratura, da Orgoglio e Pregiudizio a La fiera della Vanità, da Ragione e Sentimento a Middlemarch. Attualmente è al lavoro nella serie in sei puntate per la BBC di Guerra e Pace.

Grande festa sarà per Un medico in famiglia, una delle serie più longeve e amate della televisione italiana, che festeggia quest'anno i suoi primi dieci anni. Per l'occasione sarà proiettato un video che ne ripercorrerà i momenti più importanti e indimenticabili, alla presenza degli attori che in questi dieci anni hanno dato vita alle storie della famiglia Martini.

Rivedremo sei delle serie in concorso, tutte alla seconda proiezione. I titoli sono: The man in the high castle, le storie di quattro personaggi che si intrecciano in uno scenario nuovo – come sarebbero gli Stati Uniti se i nazisti avessero vinto la guerra; Trapped, un terribile delitto in un minuscolo e sperduto paesino perso nei fiordi islandesi; Limbo, in cui Kasia Smutniak, Filippo Nigro e Adriano Giannini sono protagonisti di una serie drammatica tratta dal romanzo di Melania Mazzucco e tra ricordi e dolore di una donna impegnata reduce da una missione in Afganistan; Mr Robot in cui un giovane programmatore è incaricato da un gruppo di hacker di distruggere la stessa multinazionale che lo paga per essere protetta; Hipnotist, dove il protagonista è un misterioso ipnotizzatore capace di fa cadere le persone in un oblio che le porta a rivelare i segreti più oscuri...; Trial of Chunhyang A girl prsecuted by feudalism, ambientato nella Corea del XVIII in cui una giovane sedicenne viene accusata di essere una cortigiana, crimine punibile come il tradimento. Per l'occasione la proiezione sarà preceduta da una suggestiva performance di canto Pansori.

Per la sezione KIDS&TEENS toccherà innanzitutto a molte produzioni italiane divertire i più piccoli: Bu Bum, Oto and Music, Pimpa Globetrotter (in occasione dei 40 anni della Pimpa dalla sua prima apparizione sul Corriere dei Piccoli), il fenomeno Winx, Treasure Island. E ancora: Moon Man (Francia/Germania/Irlanda), Malhacao (Brasile), Extreme football (Francia), Peanuts (USA), Zorro (Francia). Sempre rivolte a un pubblico giovane – ma parliamo ora di adolescenti – saranno le proiezioni di Fuori, Lontana da me e Pretty Little Liars (giunto ormai alla sesta stagione) nella sezione YOUNG ADULT SPECIAL. Le prime due, entrambe italiane, raccontano di una giovane donna, interpretata da Isabella Ragonese, che assapora la sua giornata di libertà dal carcere (Fuori) e di una giovane e tormentata storia 'amore tra due sedicenni, street artist lui, aspirante ballerina lei.

Alle 14:30 la proiezione dell'unico PERIOD DRAMA della giornata. La miniserie in sei episodi, The Book of Negroes, coproduzione canadese e sudafricana, affronterà il tema della condizione razziale e del traffico degli schiavi affidando le interpretazioni ai Premi Oscar Cuba Gooding jr e Louis Gossett jr. Bella serie in costume anche Versailles, che sarà riproposta fuori concorso: l'ascesa al trono di Luigi XIV tra passioni, tradimenti e giochi di potere.
Alle 18:30 il teatro si fonderà con la TV, grazie alla (seconda) proiezione di Le trois Soeurs, libero adattamento da Cechov firmato da Valeria Bruni Tedeschi: un esperimento originale in cui la regista ha voluto sottolineare la modernità del testo russo pur rimanendo fedele all'opera originale.

Articolo di Michela Staderini
Sul web: www.romafictionfest.org

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP