“Please like me” di Josh Thomas - Una serie TV da non perdere assolutamente

Scritto da  Domenica, 22 Gennaio 2017 

"Please like me", nata e ideata nel 2013 da Josh Thomas, istrionico comico australiano, è approdata su Netflix da poche settimane, ed è subito divenuta una delle serie più apprezzate, viste e amate in giro per il mondo. Si tratta di un lavoro brillante, che coniuga la capacità di trattare temi di non facile lettura, come la scoperta dell’omosessualità, il disagio psichico, le tendenze suicide, la scarsa considerazione di sé e, in generale, il desiderio profondo di farsi accettare ed amare per come si è e basta, con una vis comica davvero travolgente; un mix di elementi che tiene lo spettatore incollato allo schermo e lo porta puntata dopo puntata ad amare questa serie ed i suoi meravigliosi personaggi.

 

Una splendida scoperta quella che mi ha fatto fare, e ha regalato a tutto il monto (USA e UK esclusi, paesi nei quali la serie ha dovuto trovare altri distributori), la Netflix, esportando dalla lontanissima Australia una vera e propria chicca, la serie tv “Please like me”, la cui ultima stagione, la quarta, è stata prodotta nel 2016. Si tratta di una serie semi-autobiografica, ideata e confezionata da Josh Thomas, giovane comico, sceneggiatore e attore australiano. La trama di “Please like me” cattura immediatamente lo spettatore e lo catapulta nella sgangherata vita del giovane ventenne Josh, nella sua disordinata famiglia e nel suo bizzarro mondo di amici.

Non voglio rivelare molto della trama di quest’opera, perché sono del tutto convinto che guardando la prima puntata si possa essere, come lo è stato per me, catturati totalmente da una storia divertente, appassionante, dolce/amara, arguta, spesso cinica, ma assolutamente divertente come quella raccontata in “Please like me”. E' però doveroso sottolienare come gli argomenti trattati dalla serie siano presentati in modo diverso da come siamo abituati. In realtà si affrontano molteplici tematiche, ma mai in modo esclusivo, inserendo in ogni puntata più di un argomento e riuscendo comunque a confezionare sempre un prodotto perfetto, senza sbavature, senza volgarità, puntando esclusivamente sull’ironia, sulle perfette interpretazioni di ogni singolo attore, sull’ispirata penna di Thomas.

La scoperta dell’omosessualità, le prime esperienze con una persona dello stesso sesso, il disagio mentale e la propensione al suicidio, la perenne necessità di piacere agli altri, di essere accettati, di dare un senso alla propria vita; potrebbero essere gli ingredienti di una trama drammatica, “pesante”, triste. In realtà è tutto il contrario: in “Please like me” si ride, si ride tanto, ci si diverte, ogni tanto come nella vita compare l'ombra della tristezza, può anche scendere qualche lacrima, ma ciò non toglie che la serie australiana sia uno dei prodotti più originali ed imperdibili degli ultimi anni.

Tutti i personaggi sono perfettamente centrati ed hanno dei ruoli chiave nello sviluppo narrativo dell’opera di Josh Thomas; sono tutti personaggi che, tranne alcune eccezioni, escono ed entrano nell'intreccio della serie, con le loro peculiarità. Doveroso citare, a parte l’irresistibile Josh (Josh Thomas), il suo coinquilino e migliore amico Tom (Thomas Ward), ragazzo trasandato e insicuro che si ritrova però, quasi inspiegabilmente, sempre con una ragazza deliziosa al proprio fianco; l’adorabile mamma di Josh (Debra Lawrance) bipolare e con manie suicide, che entra ed esce da cliniche psichiatriche; il brillante papà di Josh (il bravissimo David Roberts); fino ad arrivare al dolce e problematico Arnold (Keegan Joyce) anche lui affetto da disturbi psichici, così come Hannah (Hannah Gadsby), anche lei una habituè delle cliniche psichiatriche ed amica di Rose, la mamma di Josh. Segnaliamo infine anche Wade Briggs, nel ruolo di Geoffrey, che presto ritroveremoin una serie TV firmata Shonda Rhimes nel ruolo di Benvolio. Un altro motivo per vedere “Please like me” è proprio questo, un cast perfetto, unito, che si diverte nel lavorare insieme e che riesce episodio dopo episodio ad appassionare sempre più il proprio pubblico.

Divertente, drammatica, dolce, cinica, esilarante; omosessualità, disagio mentale, suicidio, rapporto genitori-figli, amicizia, amore, relazioni difficili, durature o che finiscono; si ride, spesso di gusto, si riflette, ci si innamora di molti personaggi, alcuni li si odia, ci si commuove, si piange. Tutto questo è “Please like me”, una serie da non perdere se non si vuole mancare la possibilità di vedere un lavoro che si avvicina quasi del tutto alla perfezione. Fino ad ora sono state create e trasmesse 4 stagioni (due da sei e due da dieci episodi), ora la speranza è che la produzione possa trovare un distributore, così che Josh Thomas possa liberare nuovamente la sua proverbiale creatività.

Prima di concludere voglio citare un piccolo episodio, ma che ritengo significativo ed emblematico dello spirito che pervade “Please Like me”; Arnold, il ragazzo di Josh, ha paura di affrontare i genitori e di fare coming out davanti a loro relativamente alla sua omosessualità. Josh decide di aiutarlo e tramite il proprio padre, che in questo caso interpreterà il padre di Arnold, aiuterà il giovane ad affrontare il grande passo. Dopo che Arnold avrà cantato una strofa della canzone di Sia “Chandelier” riceverà i compimenti commossi del papà di Josh e dirà “Papà, io non sono attratto sessualmente dalle donne”. Di tutta risposta il padre di Josh gli porgerà la mano e gli dirà: ”Sono orgoglioso di te, ma non perché sei gay, il fatto che tu sia gay non importa; quello che importa è che tu sia una brava persona!” Quale gay non desidererebbe un coming out così? Ecco a voi questa scena! https://www.youtube.com/watch?v=WxUnXWqTUxc

Ah dimenticavo, le sigle di apertura di ogni episodio, sempre diverse l'una dall'altra, sono una piccola chicca capace di creare dipendenza. Ecco in rapida sequenza tutte quelle della prima stagione!

Please Like Me

Serie TV diretta da:
Matthew Saville (28 episodi, 2013-2016)
Josh Thomas (4 episodi, 2015-2016)

Scritta da:
Liz Doran (27 episodes, 2013-2016)
Hannah Gadsby (20 episodes, 2014-2016)
Erik Jensen (1 episode, 2015)
Becky Lucas (3 episodes, 2015-2016)
Josh Thomas (32 episodes, 2013-2016)
Thomas Ward (30 episodes, 2013-2016)

Attori Principali:
Josh Thomas
Thomas Ward
Debra Lawrance
David Roberts
Hannah Gadsby
Keegan Joyce
Caitlin Stasey
Emily Barclay
Wade Briggs
Judi Farr

Articolo di Daniele Pierotti

Video

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP