Outdoor Extra all’ex caserma Guido Reni

Scritto da  Silvana Calò Domenica, 15 Maggio 2016 

C’è tempo sino al 29 maggio 2016 per visitare la manifestazione Outdoor Extra in programma già dal 29 aprile. Sarà anche un’opportunità per visitare gli ex stabilimenti industriali dell’esercito, comunemente chiamati ex caserma, in via Guido Reni proprio di fronte al MAXXI. L’intera area è in attesa del piano di recupero, che verrà acquisito nel 2017. La riqualificazione è affidata al progetto dello Studio 014 Viganò di Milano, vincitore del concorso internazionale. Attualmente il CDP Sgr (Gruppo Cassa Depositi e Prestiti), proprietario dell’area, ha dato in concessione all’agenzia creativa Nufactory i padiglioni dell’ex caserma, che già a ottobre dello scorso anno sono stati aperti in occasione della sesta edizione del Festival Outdoor che ha visto protagonisti ben 17 artisti e 16 musicisti.

La versione Outdoor Extra dal 29 aprile a 29 maggio anticipa la settima edizione che si svolgerà in autunno. Sarà un mese ricco di appuntamenti tra arte, architettura, musica, moda e food. Ogni fine settimana infatti sono previsti diversi appuntamenti. Il 14 maggio si è svolto la seconda edizione di Italianism, un vero e proprio spaccato sulla creatività del made in Italy e a seguire ci sarà la Bomba Dischi night, che in pochi anni è riuscita ad affermarsi come una delle migliori etichette indi pendenti romane.

Si potrà avere un quadro della produzione contemporanea in diversi settori, che si confrontano con la scena internazionale: dall’art direction al design, dall’illustrazione alla fotografia e al video.
Il 15 maggio sarà invece di scena il Vintage Market, un mercato che ingloba vintage, nuovi stili, jewerly designers, complementi di arredo, vinili, libri, illustrazione, bio food e, per finire, un’area green.

Il programma proseguirà il 20 e il 21 maggio con Spring Attitude, festival internazionale per gli appassionati di musica elettronica. Saranno presenti producer e dj provenienti da tutto il mondo.
Infine il 28 e 29 maggio ci sarà Ginnika, mostra interattiva dedicata all’universo delle sneakers con dj e performance. Per tutto il mese sarà possibile inoltre ammirare la mostra fotografica di Alex Fakso, artista emergente nell'ambito street contemporaneo, presente anche al festival di ottobre.
Le sue large-size photos conquistano da subito lo spettatore che viene proiettato negli spazi dell’ex caserma e inghiottito completamente dalle immagini che modificano la percezione dello spazio che ci rimanda alla sua storia e alla sua memoria. Fakso ci racconta il mondo sotterraneo e notturno di fenomeni metropolitani come quello dei writers in azione. Con i suoi scatti riesce a restituirci l’attimo fuggente di un atto creativo irripetibile. Le sue foto provengono da una ricerca interiore, che tenta di trasformare i graffiti sui treni in uno stile fotografico ben delineato, trasmettendo tutta l’intensità dell’azione illegale, clandestina eppure così coinvolgente ed emotiva. Le sue foto sono squarci di luce su un movimento culturale che vive nell’ombra, non facilmente raggiungibile, a volte difficile da comprendere o immaginare.

Fakso segue i soggetti, è lì con loro, mentre agiscono nel buio e ci racconta storie che rimarrebbero altrimenti sconosciute. Il lavoro è un vero e proprio reportage dell’underground contemporaneo. Originale l’allestimento che vede coinvolte strutture, prodotti trovati nei padiglioni e che sono parte integrante dell’opera fotografica. Le gigantografie sembrano abbracciare e fissare nel tempo e nello spazio le porte, le grate, altri oggetti trovati e che rivivono una nuova dimensione ed un’altra realtà insieme alle foto di Fakso.

Articolo di Silvana Calò

Articoli correlati

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP