Istituto Nazionale di Studi Romani Biblioteca di storia moderna e contemporanea - Verdi e Wagner: autonomia e convergenze prima del “movimento tedesco” Conferenza-concerto a cura di MuSa-Classica

Scritto da  Redazione Cultura Mercoledì, 11 Settembre 2013 

Venerdì 20 settembre, alle ore 17.30, l'Istituto Nazionale di Studi Romani e la Biblioteca di storia moderna e contemporanea organizzano - presso la sede dell'Istituto in Piazza Cavalieri di Malta, 2 – la conferenza-concerto del gruppo MuSA classica (Università di Roma Sapienza) in occasione del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi e di Richard Wagner.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La contemporanea ricorrenza del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi e di Richard Wagner offre lo spunto per una riflessione sulle relazioni tra i due autori, sulle tendenze del teatro musicale e, più in generale, sui rapporti culturali e politici che legarono talia e Germania tra la conclusione del processo risorgimentale e la fine del secolo.

Il programma prevede, dopo i saluti istituzionali di Paolo Sommella, Presidente dell’Istituto nazionale di studi romani, e di Simonetta Buttò, Direttrice della Biblioteca di storia moderna e contemporanea, la Conferenza-concerto a cura di MuSa Classica, con l’esecuzione di una selezione di brani per pianoforte e voce introdotti e commentati da Antonio Rostagno, docente di storia della musica e drammaturgia musicale presso l’Università di Roma Sapienza.


Programma:
Richard Wagner, 5 Wesendonck Lieder (1857-1858)
Giuseppe Verdi, “Oh, nel fuggente nuvolo” da Attila (1846)
Giuseppe Verdi, “Morrò, ma prima in grazia” da Un ballo in maschera (1959)
Giuseppe Verdi, “Non pianger, mia compagna” da Don Carlos (1867)

 

Pianoforte: Antonio Rostagno
Soprano: Alessandra Migliorini

 

Fonte: Biblioteca di storia moderna e contemporanea (www.bsmc.it)

 

TOP