Un Festival che tratta di Comunicazione!

Scritto da  Sabato, 14 Maggio 2016 

Si è abituati a conferenze stampa che annunciano eventi da qui a un po’ più in là nel tempo, ma in RAI si fanno le cose in grande: nessuno potrà dire di non essere stato informato che a Camogli, per il terzo anno consecutivo e dopo i grandissimi successi dei due anni precedenti, torna il Festival della Comunicazione 2016 da giovedì 8 fino a domenica 11 settembre, tutto dedicato al mondo del web! Si tratta di un magnifico contenitore che propone conferenze, dialoghi, tavole rotonde, interviste, laboratori, spettacoli, escursioni, mostre e una installazione ambientale. Oltre 120 ospiti che per due anni sono stati invitati dal grande Umberto Eco ma che, anche senza di lui, hanno oggi accettato di partecipare. Troveremo esperti di comunicazione, blogger, musicisti, linguisti, top manager, scrittori, direttori di giornali e della televisione, filosofi, storici, economisti, latinisti, social media editor, architetti, artisti, semiologi, psicologi, scrittori, registi e scienziati.

Anche le giornate in programma quest’anno sono state in effetti pensate da Umberto Eco, che lo scorso ottobre ne discuteva con amici in un bar di Milano. E’ stato lui a proporre che ci fosse un Premio Comunicazione e che sarebbe stato vinto per la prima volta da Roberto Benigni, che aveva accettato e che sarà presente alla serata di premiazione. Il Festival analizza il linguaggio della cultura digitale, ma gli incontri e i laboratori che si metteranno in gioco parleranno di Pro e contro il web proprio perché Umberto Eco, analizzando il fenomeno negli ultimi anni, aveva scatenato diverse polemiche sui social network. Ci sarà anche Wired come media partner che offrirà 4 giorni di incontri e laboratori interamente gratuiti dedicati alla rete, valutando il rapporto con la scrittura, con le scienze, il diritto, le arti e le imprese. Danco Singer, ideatore del festival assieme a Rosangela Bonsignorio, racconta: “Eco voleva analizzare tutte le implicazioni che questa rivoluzione comunicativa ha comportato e noi, assieme agli ospiti che hanno accettato il nostro invito, porteremo avanti il suo proposito”.

Pro e contro il web sarebbe stato il titolo di una lectio magistralis di Umberto Eco. Lo aveva scelto proprio pochi mesi prima della sua imprevista scomparsa, lo scorso 19 febbraio e sembrava felice che avremmo avuto a Camogli più di un centinaio di interventi importanti, come i giornalisti Claudio Magris, Aldo Cazzullo, Massimo Gramellini, Piero Angela, l’astronauta Samantha Cristoforetti, Roberto Benigni (che sarà insignito del primo Premio Comunicazione), il presidente Rai Monica Maggioni, Massimiliano Fuksas, il direttore di Wired Federico Ferrazza, Mario Calabresi, Evenij Morozov, Ferruccio de Bortoli, Paolo Barberis, Marco Travaglio, Salvatore Aranzulla, Gherardo Colombo, The Pills e tanti, tantissimi altri. Esiste pure un’area dedicata al Web, Arte e Spettacolo a cui sono invitati diversi personaggi, come Claudio Bisio, il direttore della Pinacoteca di Brera James Bradburne, il fisarmonicista Gianni Coscia, Gad Lerner, Massimiliano Fuksas e lo chef Fabio Picchi. In occasione del festival sarà anche inaugurata la mostra Quanti ritratti, caro Umberto di Tullio Pericoli, composta da disegni, schizzi, ritratti e scambi di lettere che hanno segnato la lunga amicizia tra l’artista e il professore. Resterà aperta al pubblico nella Sala Consiliare del Comune di Camogli fino a dicembre.

E ci sarà anche il direttore scientifico dell’Iit di Genova Roberto Cingolani, il direttore del centro di ricerca Ibm di Zurigo Alessandro Curioni, il filosofo Gianni Vattimo, il docente di Giornalismo alla New York University Charles Seife, Carlo Freccero e l’assessore alla Comunicazione, Formazione, Politiche giovanili e Culturali della Regione Liguria Ilaria Cavo, che ha dichiarato: “Presenzierò al festival personalmente, anche a testimoniare la vicinanza della Regione alla manifestazione e al tema scelto questo anno”. “Da quando ricopro questa carica, ho attivato nelle scuole dei corsi extracurriculari che spieghino ai ragazzi qualità e pericoli del web. Sono convinta che parlare di questo argomento sia attuale e necessario”. Livia Iacolare, manager of Media Partnerships di Twitter Italia invece, racconterà come Periscope permetta di realizzare streaming video e di commentarli in tempo reale, con tutti i vantaggi e i limiti.

Nella sezione Web e Diritti si indagherà su molteplici aspetti, ha spiegato Gherardo Colombo, che ha pure domandato: “Il diritto a esprimere il proprio pensiero attraverso qualsiasi mezzo è anche il diritto di poter accedere a tali mezzi? La libertà d'espressione comprende quella, per esempio, dei negazionisti?”. A queste e ad altre inquietanti domande tenterà di rispondere l'ex magistrato; con lui il giurista Sabino Cassese, gli avvocati Vincenzo Roppo ed Elisabetta Rubini, Paolo Scotto di Castelbianco, responsabile comunicazione del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza e il rettore dell’Università di Genova Paolo Comanducci. Interverranno inoltre i ministri Dario Franceschini, Stefania Giannini e Maurizio Martina. Ancora, spettacoli: come da tradizione le giornate di giovedì, venerdì e sabato saranno chiuse da uno spettacolo, di teatro e musica, per un ulteriore e inedito sguardo sul mondo della comunicazione, con Gianni Coscia, Andrea De Carlo, Claudio Bisio e Michele Serra.

C'è poi una notte a teatro con Amleto, concepito e diretto da Michael Margotta in collaborazione con Margherita Remotti. Per gli appassionati di film, le serate di Cinema sotto le stelle. Infine laboratori per tutte le età, da quelli dedicati alla scrittura a quelli interattivi fino alla scoperta degli animali del Parco di Portofino per bambini dai 6 ai 10 anni. Appuntamento rinnovato anche per le escursioni: cittadini e visitatori potranno andare, come nelle due edizioni precedenti, all’Area Marina Protetta del Promontorio di Portofino e del Monte di Portofino con l'aggiunta di due escursioni notturne. Insomma, di sicuro da qui a settembre ci saranno pure novità e imprevisti, motivo per cui suggerisco a tutti di tenersi aggiornati con www.festivalcomunicazione.it, Twitter: FestivalCom, Istagram: wwww.istagram.com/festivalcomunicazione e YouTube: www.youtube.com/FestivalComunicazioneit.

Grazie a Silvia Banterle

Articolo di Daniela Cohen

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP