Connekt Expo, un evento interattivo tra pubblico artisti e designer nel segno dell’abitare

Scritto da  Mercoledì, 24 Dicembre 2014 

Si è concluso il 23 dicembre al Teatro dei Dioscuri, a due passi dal Quirinale (via Piacenza, 1), nel cuore di Roma, la prima edizione di Connekt Expo, un evento che vuol essere innovativo, dato che nasce dal desiderio di creare interattività tra il pubblico, gli artisti e i designer, nel segno dell’abitare ricostruendo il contesto anche culturale, del luogo immaginato e ricostruito, con una presenza considerevole di Statunitensi, Canadesi ma anche del mondo arabo, del Golfo.

L’idea nasce da Zara Xanian, ragazza iraniana che vive a Vancouver e dal progetto di Daniele Buzzurro dell’agenzia di comunicazione Dream your mind di Roma legato all’ambiente confindustriale. Partner dell’iniziativa la Camera di Commercio italiana nel Canada West che ha apprezzato l’idea di mettere in comunicazione anche in modo giocoso lo spettatore con il ‘creatore’ dell’arte e dell’arredo, in un susseguirsi di ambienti contigui che disegnano un viaggio tra vari paesi, dal cibo agli oggetti. Curioso l’allestimento di Chiara Ricci Design legata al food design, cibo e oggetti da cucina presentati come oggetti d’arte e, viceversa, creazioni artistiche da mangiare come i quadretti che ciascuno si può divertire a dipingere e poi ad assaggiare, a base di zucchero, coloranti naturali e la base dell’ostia. La prima volta del genere che il titolare dell’agenzia di comunicazione ci ha raccontato che non vuole rivolgersi a un pubblico di massa, ma promuovere una nuova fruizione dell’arte in senso ampio. Il 22 dicembre è stato assegnato il premio al miglior artista dal pittore Ennio Calabria, selezionatore del lavoro. Tra le curiosità un’opera del Cantautore napoletano Tony Esposito.

Per chi vuole saperne di più, http://www.ConnektExpo.com

Articolo di Ilaria Guidantoni

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP