Al Milano Film Fest arriva il lavoro sottile e delicato sulla femminilità “in fiore”. Regia a quattro mani che ha debuttato in anteprima mondiale alla Berlinale 2013. I creatori sono il berlinese Simon Groß e Nana Ekvtimishvili, nata a Tbilisi come le protagoniste del film ambientato in Georgia.

La Ecos Gallery di Roma presenta, dal 23 al 30 settembre 2013, gli scatti realizzati da Giancarlo Capozzoli, nella Casa Circondariale di Rebibbia, nuovo complesso, sezione alta sicurezza, durante le prove per la messa in scena del Giulio Cesare di Shakespeare, che si sono svolte durante il mese di maggio del corrente anno.

Di orsi bruni, di bruchi e farfalle, di gelati e salsicce, di cavalli blu ed elefanti verdi.
Il mondo che Eric Carle esplora nei suoi libri è il mondo della natura, animali, insetti. I suoi albi illustrati sono "giocattoli che si possono leggere, libri che si possono toccare".

Nella categoria eventi speciali del Milano Film Fest 2013, abbiamo apprezzato l’emozionante film del regista australiano Kim Mordaunt. L’opera ha vinto il premo della giuria e del pubblico al Tribeca Film Festival di quest’anno.

Fuori concorso alla XVIII edizione del Milano Film Fest la pellicola del regista Marc Wiese, che da oltre quindici anni si dedica alla realizzazione di documentari sia per cinema che televisione. Questo lavoro, qui proposto nella categoria “Colpe di Stato”, è stato presentato in anteprima mondiale al Toronto Film Festival del 2010.

Un trionfo di colori dove la misura e la delicatezza regnano sovrani, un’armonia di classicità e rigore che si accompagna a grande modernità. E’ questa la prima impressione che si ricava abbracciando con lo sguardo le due sale con le opere di ilkay Samli, artista turca, nata ad Istanbul nel 1971 che ci presenta una personale esercitandosi nell’arte di Ebru, una tecnica tradizionale locale.

TOP