Outdoor 2015 - Here, Now.

Scritto da Domenica, 27 Settembre 2015

Il festival internazionale dedicato alla creatività urbana.

2 - 31 ottobre 2015

ex Caserma Guido Reni | Via Guido Reni 7, Roma

L’arte e la creatività urbana si celebrano nella capitale con Outdoor 2015, il festival ideato e curato da Nufactory nel 2010 e la cui sesta edizione si svolge in collaborazione con CDP Investimenti Sgr (Gruppo Cassa depositi e prestiti), proprietaria degli spazi, nell’area dell’ ex Caserma di via Guido Reni a Roma dal 2 al 31 ottobre, con il contributo della Regione Lazio ed il patrocinio di Roma Capitale.

Uno sguardo sull’Expo 2015

Scritto da Giovedì, 10 Settembre 2015

Una rappresentazione pop ispirata alla pubblicità e al design

L’Expo di Milano è certamente l’evento dell’anno, non solo per la città e per l’Italia, tra entusiasti, detrattori e curiosi. Sicuramente è un appuntamento che un cittadino italiano non può mancare perché comunque ha un senso dire “c’ero anch’io” e in ogni caso stare dentro le cose è sempre uno sguardo in più del sentito dire. Proprio di uno sguardo si tratta perché non ho scelto di dedicarmi a questo appuntamento per visitare il più possibile ma di viverlo, andando a zonzo e assaggiandolo. Era lo spirito che mi interessava cogliere. Per il resto è stato scritto, detto e mostrato di tutto e di più.Ci sono solo due alternative a mio avviso per scriverne: un’analisi approfondita e accurata, descrittiva, di tipo enciclopedico, o il racconto in presa diretta dell’aria che si respira. Sono andata cercando di non avere aspettative, pensando che non potevo disertarlo ma senza eccessiva curiosità, aspettative o pregiudizi.

Leticia Lanaro, creazioni pezzi unici che raccontano una storia

Nell’ambito della rassegna Camaiore d’autore a Villa Ariston a Lido di Camaiore un appuntamento con un artigianato nobile di grande tradizione italiana, la gioielleria e l’arte orafa. Protagonista Leticia Lanaro, nata in Messico, conoscitrice del paese sudamericano, ma italiana di Padova che ha cominciato a creare i gioielli ereditando dal padre – liutaio, restauratore, scultore e pittore - un dono prezioso, una scatola di pietre e poi per ragioni familiari una collezione di gioielli antichi. Da una parte un legame affettivo e la richiesta di realizzare dei sogni, dall’altra un patrimonio da reinventare perché spesso il gioiello antico difficilmente si può indossare. Quando l’artigianato diventa arte? Quando come nel caso di una creazione artistica è un pezzo unico, destinato a un su misura esclusiva, legato ad una committenza e ad un’aspirazione interiore per cui l’oggetto non è che la forma visibile di un’ispirazione, di un messaggio.

FONDAZIONE BONOTTO rende omaggio a uno dei più straordinari protagonisti della Poesia Sperimentale - Concreta Visiva e Sonora - in Italia e internazionali.

Arrigo Lora Totino
"La parola come poesia segnosuono gesto 1962 - 1982"
A cura di Giorgio Maffei e Patrizio Peterlini

Una mostra ed una monografia dedicate ad un protagonista della "Poesia Concreta" internazionale. Opere storiche degli anni Sessanta e Settanta.

Dal 12 al 30 Settembre 2015
Inaugurazione sabato 12 settembre ore 18:00
Torino, Via Crescentino, 25

Dal 17 luglio e fino al 31 agosto, la sede milanese di Eataly Milano Smeraldo mette in mostra a tutti, non solo ai clienti del grande spazio di cibo sano, una bella esposizione di foto e video-immagini dedicate all’Oriente di Pier Paolo Pasolini. Posizionata nella sala Congressi, raggiungibile con l’ascensore trasparente di grande effetto al centro del palazzo sempre pieno di gente, accoglie anche incontri con persone che hanno argomenti da offrire o altro da proporre sull’indimenticato Pasolini. Vi possiamo ammirare grandi fotografie scattate da Roberto Villa ma anche guardare altre 300 immagini che scorrono sui due grandi schermi posti ai lati della sala, scattate da Villa negli oltre cento giorni in giro per il Medio Oriente al seguito della troupe che, nel 1973, girava nello Yemen e dintorni un film ancora oggi considerato un cult: ‘Il fiore delle Mille e una Notte’.

Roma, inARS Art Gallery e Libreria Arion Montecitorio

Raccontare la guerra, come e quanto, senza tradirla né violentare lo spettatore. Una riflessione sulle parole e le immagini per dire i conflitti proposta da giornalisti, fotografi e artisti con un confronto tra informazione e comunicazione, piano emozionale ed educativo, nella miriade dei mezzi di comunicazione in continua evoluzione.

TOP