I Plunk Extend confezionano "Prisma", un album disomogeneo e poco riuscito che non convince quasi mai.

L'elettronica e il cantautorato italiano: un connubio insolito, ma non per "Worthless Ep" degli Zail.

A qualche anno di distanza i biellesi Invers tornano sulla scena con il secondo album "Dell'amore, della morte, della vita".

Con "Wild", Francesco Garolfi entra ed esce dal suo fantabosco personale, accompagnando lupi, orsi e indiani coperti di pelli di bisonte, attraverso l'inverno dello Yukon immaginato.

Relazioni, vita e amore in un disco impeccabile fatto di un sound americano chitarra-voce: è "A Softer Skin" di Enrico Spanu, alias The Heart and the Void.

I The Wheels tornano sulle scene musicali con l’Ep "Self Portrait", un piccolo capolavoro che li conferma una band di respiro internazionale.

TOP