Da lunedì 5 a mercoledì 7 dicembre, al Teatro Strehler, in occasione del ventennale della Civica Jazz Band e ad aprire la diciannovesima edizione di Jazz al Piccolo - Orchestra Senza Confini, organizzata da Musica Oggi e dal Piccolo Teatro di Milano, è andato in scena MITJazzFestival, una ‘tre giorni’ speciale, interamente dedicata al jazz italiano, che ha riunito sul palcoscenico 20 tra i maggiori jazzisti italiani. Una conferma che il jazz è ormai parte del repertorio musicale e della formazione dei musicisti, con una grande rappresentanza della scuola romana. La manifestazione, nella cornice di un auditorium con un’ottima acustica, ha presentato una varietà estremamente ricca e una qualità sia compositiva sia esecutiva rara soprattutto per la concentrazione di talenti in un unico appuntamento.

Il Teatro Eliseo & Saint Louis presentano “Special Guest”, Festival di produzioni originali, un progetto creativo che coinvolge artisti di fama internazionale e un team di giovani musicisti, arrangiatori, cantanti, tecnici del suono. Il debutto ha il filo conduttore della voce, nella sue infinite modulazioni, di racconto, di canto, di uso strumentale, virtuosistico e ironico, schiudendo un infinito potenziale musicale, oltre quello che si è soliti pensare. Uno spettacolo di grande raffinatezza, che sa tenere insieme calore, immediatezza e grande esperienza e versatilità culturale.

No-Stop dal 5 al 10 novembre con i protagonisti della scena sperimentale internazionale dal jazz, all’elettronica, al modern classical con la direzione artistica di Viteculture. L'attenzione al suono, al suo scorrere e alle tante forme che le 7 note possono assumere, in una settimana di no-stop al Quirinetta di Roma dove dal 5 al 10 novembre sul palco si sono esibiti alcuni dei maggiori protagonisti della scena sperimentale internazionale contemporanea.

Ludovico Einaudi ritorna nella Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma per una doppia tappa estiva del suo tour “Elements”, domenica 24 e lunedì 25 luglio. A due anni e mezzo di distanza da “In a Time Lapse”, l’acclamato compositore torna sul palco con un disco dai contorni ancora più trascinanti e decisi, pubblicato il 16 ottobre 2015 su etichetta Decca Records - Universal Music Group.

“E’ così, nell’anima dei Paesi ci si entra attraverso la musica, il canto e i suoni. E io, cantante romana, ho immerso le mani e la mente nelle mie radici e in quelle del mondo, per interpretare il suono della voce.” E’ con queste parole che Tiziana Tosca Donati, in arte semplicemente Tosca, presenta all’interno della rassegna Sere d’Arte. Arte, Musica e Teatro a Castel Sant’Angelo il suo nuovo lavoro discografico, un percorso nella musica vera, al di là delle differenze di religione e lingua.

Comincia con una polemica la seconda data del tour negli stadi di Laura Pausini, quando la cantante entra in scena facendo un bel dito medio dedicato «A tutti quelli che dicevano che oggi non ci sarebbe stato nessuno». Impossibile non esserci, anche per, come chi vi scrive, non è tra i suoi fan più accaniti. Eppure ti rendi conto che le canzoni di Laura Pausini le conosci tutte, che ci sono almeno tre generazioni e chissà quante bandiere di chissà quanti Paesi del mondo in cui la cantante di Simili è conosciuta. Più di due ore di musica, colori pop, momenti Amarcord - vedi il medley Incancellabile, Le cose che vivi, Strani amori, La solitudine, dov’è subito il panico perché ti rendi conto che sono già passati 23 anni (era il 1993 quando per la prima volta Marco se n’è andato e non ritorna più).

Pagina 1 di 27

TOP