Con il loro secondo album cercano "Un'America". Ovvero: "Come tutte le band, il successo, la possibilità di vivere della nostra musica". Dopo un primo disco, "Tutte le canzoni", nato per caso, vincendo un concorso, ma accolto molto bene dalla critica, Il Triangolo, la band beat rock nata a Luino, sul Lago Maggiore, pubblica un lavoro più evoluto. Distaccandosi da quel sound anni '60 che inizia a star loro stretto per sperimentare la psichedelia e il noise. Ce lo presentano in questa video-intervista.

Sono arrivati anche a Milano, nel tour che li vede girare il mondo di supporto a Passenger, i canadesi The Once. Un folk trio tra i più popolari nella loro patria (dove hanno partecipato ai prestigiosi Juno Awards e Canadian Folk Music Awards), grazie soprattutto alla voce calda e profonda di Geraldine Hollett. E proprio lei abbiamo incontrato per parlare del loro terzo disco, "Departures", uscito il mese scorso.

Un viaggio nello spazio: da Milano all'America, passando per Parigi e Londra e per tutti gli altri luoghi che hanno scritto la storia delle loro vite. Ma anche nel tempo, alla ricerca di un sound antico: folk, acustico, depurato da tutte le influenze elettroniche e digitali che tanto spopolano nella musica di oggi. E' il progetto de Gli Amanti (Domi Tinelli, Piero D'Aprile, Fabio Sanna, Peppe Nisticò), che con il loro stile alla Mumford & Sons ma cantato rigorosamente in italiano hanno pubblicato quest'estate il loro primo album, "Strade e Santi". In questa video-intervista si confessano a SaltinAria.it.

La potremmo definire una Stefano Bollani in gonnella. Senza prenderci troppo sul serio, come ama fare lei. La toscana Giulia Mazzoni con il suo pianoforte, ovvero "il suo migliore amico", come lo chiama, ama giocarci. Con la stessa ingenuità e semplicità di una bambina che passa il tempo "Giocando con i bottoni", per parafrasare il titolo del suo ultimo singolo, tratto dall'omonimo album uscito nel 2013. Un disco che ha lanciato al pubblico nazionale la 25enne pianista di Prato e la sua musica solamente strumentale. Fatta dei sogni e dei desideri che ci racconta in questa intervista.

Sono nati (almeno artisticamente) in Italia, ma Adam Wiltzie e Dustin O’Halloran, in arte A Winged Victory For The Sullen, hanno finora ottenuto molta più considerazione all'estero. Una storia comune a molti progetti, specialmente per chi come loro compone musica neoclassica e sperimentale. Il loro ultimo album, pubblicato lo scorso 7 ottobre, è "Atomos", che nasce dalla colonna sonora dell'omonimo spettacolo di danza del coreografo del Royal Ballet di Londra, Wayne McGregor. Li abbiamo incontrati per farci raccontare questo nuovo lavoro.

Era "morto a vent'anni", come recitava il titolo del suo primo disco. Oggi Lorenzo Cilembrini, in arte il Cile, rinasce con il suo nuovo album, "In Cile veritas". Un lavoro che non rinuncia alla sua caustica descrizione di una generazione, quella dei trentenni, in crisi (non solo economica). Ma che allo stesso tempo getta i semi per superarla ed entrare nell'età matura. Ce lo presenta lui stesso in questa intervista.

TOP